CEFALUSPORT
NOTIZIE sullo sport cefaludese

 

AUTOMOBILISMO 2010   calendari gare 2010   vai alla pagina Automobilismo 2009     TARGA FLORIO 2010

93. 29/12/10. Gaspare Pollicino nel 2011 impegnato nela Coppa CSAI KARTING di Zona
Chiuso l’argomento con il Trofeo Rotax (2° regionale nel 2010) si apre una nuova stagione sportiva per Gaspare Pollicino che nel 2011 sarà impegnato nella Coppa CSAI Karting di Zona .
Già alle prese con il suo nuovo kart (125 cc a 6 marce, non più 100 cc liquido come il 2010 dunque) e fiancheggiato dai nuovi sponsor “www.nonsologiochi.org” e “Kefamotorsport”, nel 2011 sarà impegnato nella
Coppa CSAI Karting di Zona con un calendario che prevede 8 gare per ogni zona per un totale di 8 zone in tutta Italia. Per la Sicilia è stata assegnata l’8° zona.
Piccolo particolare di ordine tecnico, a differenza dello scorso anno le partenze non saranno più lanciate ma da fermo dalla griglia di partenza come in F1.
Estratto del regolamento (csai-aci)
La Coppa CSAI Karting di Zona comprende la suddivisione dell’Italia in 8 zone, con un calendario di 8 gare per ogni zona. Le Zone individuate sono:
1^ zona: Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta;
2^ zona: Lombardia;
3^ zona: Veneto, Friuli V.G. e Trentino A.A.;
4. zona: Emilia Romagna e Toscana;
5^ zona: Umbria, Marche, Abruzzo e Molise;
6^ zona: Campania, Lazio e Sardegna;
7^ zona: Calabria, Basilicata e Puglia;
8^ zona: Sicilia.
Alle gare di una zona possono partecipare i piloti residenti in quella zona. Saranno ammessi anche piloti provenienti da altre zone ma in questo caso risulteranno trasparenti ai fini della classifica.
Le categorie ammesse sono: 60 Baby, 60 Mini, KF3, KF2, KZ2, 100 e
125 Italia, Prodriver.
Per l’
aggiudicazione del titolo di zona sarà obbligatorio partecipare ad almeno 4 prove nella stessa zona. Per ognuna delle zone previste verrà stilata una classifica sulla base dei migliori 6 risultati.
Il montepremi complessivo finale della Coppa CSAI di Zona è di 44.000,00 euro suddiviso per le 8 categorie e le 8 zone.
Nella Coppa di Zona è previsto un incentivo per i piloti fuori regione fino al 50% della tassa di iscrizione e prove libere. Altri incentivi sono in corso di definizione.
Calendario 8° zona
30/01/2011 - 1^ prova - Triscina
27/02/2011 - 2^ prova - Kinisia
27/03/2011 - 3^ prova - Melilli
17/04/2011 - 4^ prova - Favara
29/05/2011 - 5^ prova - Vittoria
24/07/2011 - 6^ prova - Favara
04/09/2011 - 7^ prova - Minoa
25/09/2011 - 8^ prova - Partinico
Fonte: Claudio Pepoli, L'altra Cefalù

92. 05/12/10. La Mitsubishi di Broccoli vince la 1a Ronde Adelkam
Il pilota sanmarinese ha vinto tutte le quattro prove 
Subito fuori gara la Peugeot 207 di Di Benedetto- Piazza d’onore per l’altra Mitsubishi di Di Miceli e terzo gradino del podio per Trupiano, primo dei piloti di casa – Tra le Autostoriche il più veloce è risultato l’alcamese Ospedale – 68 gli equipaggi partiti nella gara concusiva della stagione siciliana.
Alcamo, 5 dicembre 2010 – La Mitsubishi Lancer del sanmarinese Alex Broccoli e della messinese Gigliola Briguglio ha dominato la prima edizione del Rally Ronde Adelkam disputata oggi ad Alcamo in provincia di Trapani. L’equipaggio del Team Sab ha vinto tutti i quattro passaggi sulla prova speciale Castello di Baida, avendo ragione della vettura gemella del corleonese Renato Di Miceli, primo in Gruppo N, e della Clio R3 dell’alcamese Pierluigi Trupiano, vincitore del Gruppo R.
    Broccoli si è subito liberato del rivale più accreditato, Alfonso Di Benedetto, protagonista di un dritto in un tornante ed autore del secondo tempo nella prima “speciale” , per poi controllare il coriaceo Di Miceli, qui coadiuvato da Davide Fiore, che a sua volta ha resistito all’ultimo assalto di Trupiano e Migliore, in gara con i colori della scuderia Phoenix.
     Subito giù dal podio, ma a debita distanza dai primi anche se autori di una prova eccellente con la piccola Peugeot 106, si sono piazzati Brusca-Midulla (Team del Mago) che hanno preceduto le ben più potenti Mitsubishi di Di Lorenzo-Cardella e Peugeot 207 di La Torre-Cafeo.
     Nei primi dieci posti si sono classificati altri tre piloti locali: il rientrante Calandrino (Clio S1600), Cacioppo (Mitsubishi) e Bruno (Opel Astra).
     
 Tra le Autostoriche la vettura più veloce è risultata la VW Golf GTi di Ospedale-Raccuia (Aspas), vincitori del 3° Raggruppamento, davanti alla Porsche 911 di “Giartuas”-Morana, primi nel 2° Raggr., e Catalano-Catalano. Il 1° Raggruppamento è invece andato all’Alfa Romeo di Guidara-Guidara.
      La
1° Rally Ronde Adelkam si è disputata su un percorso lungo 222 chilometri, 34,8 dei quali costituititi dai quattro passaggi sulla prova Castello di Baida, lunga 8700 metri. Dei 68 equipaggi partiti hanno tagliato il traguardo di Alcamo. Tra i ritirati la Clio S1600 di Mistretta, la Subaru di Lunardi e la Clio R3 di Morreale.

La classifica: 1. Broccoli-Briguglio (Mitsubishi Lancer Evo IX) in 17’45”7; 2. Di Miceli-Fiore (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 11”4; 3. Trupiano-Migliore (Renault Clio R3) a 13”9; 4. Brusca-Midulla (Peugeot 106 Rally) a 55”8; 5. Di Lorenzo-Cardella (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 57”2; 6. La Torre-Cafeo (Peugeot 207 S2000) a 1’01”6; 7. Cacioppo-Montana Lampo (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 1’09”3; 8. Calandrino-Tripolino (Renault Clio S1600) a 1’17”3; 9. Bruno-Messineo (Opel Astra GSi) a 1’20”5; 10. Mattina-Siragusano (Renault Clio R3) a 1’27”1.
Nella foto Gallà: La
Mitsubishi di Broccoli-Briguglio, vincitori della gara.   Ufficio Stampa

91. 04/12/10. La Peugeot 207 di Alfonso Di Benedetto favorito alla 1a Ronde Adelkam.
76 gli equipaggi iscritti
   
Il pilota della SGB Rallye è il grande favorito della gara che chiude la stagione rallistica – Peugeot 207 anche per La Torre – Presenti anche Mistretta e Di Caro con le Clio S1600, le Mitsubishi di Di Miceli, Broccoli e Cacioppo, le Clio R3 di Trupiano e Morreale e l’Honda di Calandrino  – “Giartuas” favorito tra le Autostoriche – Quattro i passaggi previsti sulla prova speciale Castello di Baida
    
Alcamo, 4 dicembre 2010 – Scatta domattina da piazza Bagolino ad Alcamo la prima edizione del Rally Ronde Adelkam, che ha attirato al via ben 76 equipaggi. Ad aprire le partenze saranno le Peugeot 207 S2000 di Alfonso Di Benedetto e di Giuseppe La Torre, seguito dalle Mitsubishi del locale Mauro Cacioppo e del sanmarinese Alessandro Broccoli. Di Benedetto è ovviamente il favorito della gara ed è reduce dal successo di domenica scorsa nella Ronde dei Peloritani.
    La gara che oltre a concludere la stagione rallistica isolana sancirà il ritorno dei rally ad Alcamo, vedrà anche le importanti presenze delle Clio S1600 del partannese Bartolo Mistretta e di Di Caro, delle Mitsubishi Gruppo N di Renato Di Miceli, Nucci e Di Lorenzo, delle Clio R3 di Pierluigi Trupiano e Morreale, alla Subaru dei coniugi trapanesi Lunardi. Completano le prime posizioni l’Honda del rientrante Calandrino e le altre Clio RS di Palazzo, Di Giorgio e Sapienza.
   Ammesse al via anche dieci Autostoriche con la Porsche 911 di “Giartuas” e la Golf GTI di Ospedale ad aprire la lista seguite dalla Lancia Stratos di La Barbera, dalla BMW di Franco e dalla Kadett di Pirrone. La
1° Rally Ronde Adelkam scatterà domani alle ore 8 e si concluderà sempre in piazza Bagolino alle ore 17,45 dopo che gli equipaggi avranno affrontato un percorso lungo 222 chilometri, 34,8 dei quali costituititi dai quattro settori cronometrati. La classifica finale verrà redatta computando i migliori 3 passaggi sulla prova Castello di Baida, lunga 8700 metri
  Quattro i Parchi Assistenza previsti, tutti ospitati presso la Zona Industriale di Alcamo.
   Oggi (sabato) dalle 10,30 alle 14,30 presso il Collegio dei Gesuiti in piazza Ciullo (sportive) ed in piazza Badolino (tecniche) si svolgeranno le operazioni di verifica delle vetture e degli equipaggi iscritti, cui faranno seguito le ricognizioni sul percorso di gara con vetture di serie.
     Le classifiche, il programma in dettaglio, il tracciato e gli orari delle prove speciali sul sito
www.italiarally.it .
Ufficio Stampa
Nella
foto: La Peugeot 207 S2000 di Di Benedetto-Pittella, equipaggio favorito della gara 

90. 02/12/10. I Di Benedetto (Peugeot 207 S2000) favoriti domenica nella 1a Ronde Adelkam
Chiusura stagionale ad Alcamo
L’annullamento del Fabaria Rally ha catapultato molti protagonisti nella gara trapanese – I due fratelli di Canicattì al via con due vetture gemelle – Peugeot 207 anche per La Torre – Presenti anche Mistretta e Di Caro con le Clio S1600, le Mitsubishi di Di Miceli, Broccoli, La Rocca e Cacioppo, la Clio R3 di Trupiano e Morreale e l’Honda di Calandrino  – In gara anche le Autostoriche – Quattro i passaggi previsti sulla prova speciale Castello di Baida
Alcamo, 2 dicembre 2010 – A due giorni dal via la prima edizione del Rally Ronde Adelkam, che si correrà domenica ad Alcamo ha visto lievitare la lista dei protagonisti in numero e soprattutto in qualità. L’annullamento del Fabaria Rally, previsto negli stessi giorni, ha infatti indotto molti equipaggi ad iscriversi in fretta e furia a quella che sarà la gara di chiusura della stagione rallistica siciliana. E così l’elenco della gara che sancirà il ritorno della specialità ad Alcamo si è arricchito della presenza delle tre Peugeot 207 S2000 dei fratelli Alfonso e Davide Di Benedetto e di La Torre, della Clio S1600 del partannese Bartolo Mistretta, che si sono aggiunte alle Mitsubishi Lancer di Renato Di Miceli, del sanmarinese Broccoli, del nisseno La Rocca e dell’alcamese Cacioppo, alle Clio R3 di Pierluigi Trupiano e Moreale, alla Subaru dei coniugi trapanesi Lunardi. Completano le prime posizioni l’Honda del rientrante Calandrino, le Mitsu di Di Lorenzo e Territo, le altre Clio di Palazzo e Di Giorgio.
Già completi anche i dieci posti riservati alle Autostoriche con la Lancia Stratos di La Barbera, le Porsche 911 di “Giartuas”, la BMW di Franco, la Kadett di Pirrone e la Golf GTI di Ospedale.
“Per essere a fine stagione è un risultato più che lusinghiero – ha commentato soddisfatto Nicola Cassarà, presidente dell’ASD Aquila Club -
 e ciò premia il nostro impegno e soprattutto quello dell’Assessorato allo Sport della Provincia di Trapani e del Comune di Alcamo, che ci hanno sostenuto”.
La
1° Rally Ronde Adelkam scatterà domenica 5 dicembre alle ore 8 da piazza Bagolino a Alcamo e si concluderà nella stessa piazza alle ore 17,45 dopo che gli equipaggi avranno affrontato un percorso lungo 222 chilometri, 34,8 dei quali costituititi dai quattro settori cronometrati. La classifica finale verrà redatta computando i migliori 3 passaggi sulla prova Castello di Baida, lunga 8700 metri già utilizzata in passato in altre manifestazioni sempre organizzate dall’Aquila Club.
Quattro i Parchi Assistenza previsti, tutti ospitati presso la Zona Industriale di Alcamo.Le operazioni di verifica delle vetture e degli equipaggi iscritti si svolgeranno sabato 4 dalle ore 10,30 alle 14,30  presso il Collegio dei Gesuiti in piazza Ciullo (sportive) ed in piazza Baolino (tecniche), cui faranno seguito le ricognizioni sul percorso di gara con vetture di serie.
Maggiori informazioni, il programma in dettaglio il tracciato e gli orari delle prove speciali sul sito
www.italiarally.it .
Ufficio Stampa
Nella
foto: la Peugeot 207 S2000 di Alfonso Di Benedetto, uno degli attesi protagonisti della manifestazione.

89. 27/11/10. Assegnato al Pilota Marco Runfola il Premio Scicolone

88. 25/11/10. Sfida Mitsubishi-Renault nella 1a Ronde Adelkam
Le Lancer di Di Miceli e Cacioppo opposte alle Clio R3 di Trupiano e Mistretta – In gara anche le Autostoriche – Iscritti già a quota 40, il 29 stop alle iscrizioni - La gara organizzata dall’Aquila Club si correrà il 5 dicembre – Quattro i passaggi previsti sulla prova speciale Castello di Baida
Alcamo, 25 novembre 2010 – Ultimi giorni per iscriversi alla prima edizione del Rally Ronde Adelkam, che si correrà il 5 dicembre ad Alcamo. Alla gara che sancirà il ritorno della specialità ad Alcamo già risultano iscritti una quarantina di vetture e tra queste le Mitsubishi Lancer di Renato Di Miceli, Cacioppo e Territo, le Renault Clio R3 dell’alcamese Pierluigi Trupiano e del partannese Bartolo Mistretta, e tra le Autostoriche la Lancia Stratos di La Barbera, la Porsche 911 di “Gordon” e la Golf GTI del locale Ospedale.
  
“Contiamo di arrivare a 70 iscritti – è l’opinione di Nicola Cassarà, presidente dell’ASD Aquila Club -  dieci dei quali per le Autostoriche. Nonostante la concomitanza con il Fabaria Rally, l’attesa per la nostra gara è tanta nella provincia di Trapani, nella quale i rally tornano ben sei anni. E ciò grazie all’Assessorato allo Sport della Provincia di Trapani ed al Comune di Alcamo.”.
  
La Ronde è una tipologia di rally che prevede la disputa di una sola prova speciale da ripetersi quattro volte. Per questa prima edizione la prova prescelta è stata quella di Castello di Baida, una P.S. lunga 8700 metri già utilizzata in passato in altre manifestazioni sempre organizzate dall’Aquila Club.
  La
1° Rally Ronde Adelkam scatterà domenica 5 dicembre alle ore 8 da piazza Bagolino a Alcamo e si concluderà nella stessa piazza alle ore 17,45 dopo che gli equipaggi avranno affrontato un percorso lungo 222 chilometri, 34,8 dei quali costituititi dai quattro settori cronometrati. La classifica finale verrà redatta computando i migliori 3 passaggi sulla prova Castello di Baida. Quattro i Parchi Assistenza previsti, tutti ospitati presso la Zona Industriale di Alcamo.
  Le operazioni di verifica delle vetture e degli equipaggi iscritti si svolgeranno sabato 5 dalle ore 10,30 alle 14,30
  presso il Collegio dei Gesuiti in piazza Ciullo (sportive) ed in piazza Baolino (tecniche), cui faranno seguito le ricognizioni sul percorso di gara con vetture di serie.
  
Maggiori informazioni, il programma in dettaglio ed il modulo di iscrizioni sul sito www.italiarally.it  
   
Nelle foto
:
Pierluigi Trupiano, uno degli attesi protagonisti della manifestazione, e Nicola Cassarà, presidente dell’Aquila Club.. 

87. 25/11/10. La Mitsubishi al 1° posto costruttore Rally
A circa un mese dalla fine di tutti i campionati, coppe e rally di tutto il mondo iscritti a Calendario FIA, l’IRDA (International Rally Drivers Association) comunica che tenendo conto di tutti i modelli di vetture rally prodotti dai vari Costruttori Mondiali, in base al numero di rally disputati da tutti i modelli di ogni costruttore e dal numero di vetture classificate nelle prime trenta posizioni di ogni rally nel mondo iscritti a calendario FIA, il 1° posto come costruttore di vetture rally 2010, in base ai risultati/classifiche è Mitsubishi che, schierando nove modelli nelle competizioni dei 5 continenti, sopravanza Ford che anch’essa ha schierato 9 modelli, al terzo posto Peugeot che ha schierato ben 17 modelli di vetture. Nel RANKING MONDIALE COSTRUTTORI VETTURE RALLY sono entrati in classifica 28 costruttori mondiali per un totale di 145 modelli di vetture
  RANKING MONDIALE COSTRUTTORI VETTURE RALLY
Position n° 1 MITSUBISHI points 35369 - Position n° 2 FORD points 29295 - Position n° 3 PEUGEOT points 25557 - Position n° 4 SUBARU - Position n° 5 CITROEN - Position n° 6 SKODA - Position n° 7 RENAULT - Position n° 8 SUZUKI - Position n° 9 HONDA - Position n° 10 ABARTH seguono altri 18 car manufacturers

   Nei vari Campionati, Coppe o eventi FIA il RANKING MONDIALE COSTRUTTORI VETTURE RALLY è il seguente:
FIA World Rally Championship 2010 Position n° 1 Ford n° 2 Citroen n° 3 Mitsubishi seguono altri 7 car manufacturers
Intercontinental Rally Challenge 2010 Position n° 1 Peugeot n° 2 Skoda n° 3 Mitsubishi seguono altri 12 car manufacturers
FIA European Rally Championship 2010 Position n° 1 Peugeot n° 2 Mitsubishi n° 3 Renault seguono altri 12 car manufacturers
FIA Asia - Pacific Rally Championship 2010 Position n° 1 Mitsubishi n° 2 Subaru n° 3 Proton seguono altri 4 car manufacturers
FIA African Rally Championship 2010 Position n° 1 Subaru n° 2 Mitsubishi n° 3 Toyota
FIA South American Rally Championship 2010 Position n° 1 Mitsubishi n° 2 Subaru n° 3 Honda seguono altri 7 car manufacturers
FIA Central American Rally Championship2010 Position n° 1 Mitsubishi n° 2 Peugeot n° 3 Renault seguono altri 3 car manufacturers
FIA Middle East Rally Championship 2010 Position n° 1 Mitsubishi n° 2 Subaru n° 3 Ford seguono altri 5 car manufacturers
FIA European Rally Cups 2010 Position n° 1 Mitsubishi n° 2 Peugeot n° 3 Subaru seguono altri 14 car manufacturers
FIA Non Championship Rally Events 2010 Position n° 1 Mitsubishi n° 2 Subaru n° 3 Renault seguono altri 17 car manufacturers
FIA Restricted Rally Events 2010 Position n° 1 Renault n° 2 Mitsubishi n° 3 Citroen seguono altri 4 car manufacturers
FIA Zone Rally Events 2010 Position n° 1 Mitsubishi n° 2 Citroen n° 3 Skoda seguono altri 17 car manufacturers
  Per poter vedere tutte le classifiche ranking , piloti, navigatori, case automobilistiche, modelli vetture e nazioni , è sufficiente visitare il sito www.worldrallyranking.com, ed inserire la propria mail nell’apposito modulo, immediatamente sarà inviata password di accesso a tutti i dati e le classifiche dei vari ranking 

86. 22/11/10. Runfola, un vero Show al Monza Rally Show!!
Dopo aver trionfato la scorsa settimana al Rally di Proserpina a Enna, il forte pilota Cefaludese, Marco Runfola in coppia con il consueto navigatore Giovanni Lo Neri, ha partecipato al Monza Rally Show, kermesse motoristica e vetrina di livello nazionale svolta nel circuito di Formula 1 con molti Vip sia dello spettacolo che del mondo dello sport. Runfola partecipa in quanto vincitore di zona R3C con la Clio dimostrando subito di che pasta è fatto, ben ventidue i partenti in classe R3C il primo giorno chiude quinto di classe, il secondo recupera due posizioni e conclude terzo, posizione che manterrà anche nell’ultimo giorno, chiudendo in classifica generale anche al 34mo posto. La gara, piena di spettacolo e divertimento come ogni anno è stata vinta da Dani Sordo, guida ufficiale Citroen nel mondiale, al secondo posto si è classificato Rinaldo Capello, pilota Audi, a completare il podio Piero Longhi con Luca Cassol conosciuto come  ‘’Capitan Ventosa’’ di striscia la notizia. (Giacomo Lombardo)

85. 18/11/10. Tornano i rally ad Alcamo con la 1° Ronde Adelkam
La gara organizzata dall’Aquila Club si correrà il 5 dicembre – Quattro i passaggi previsti sulla prova speciale Castello di Baida – Il via da Piazza Bagolino – Il 29 chiusura delle iscrizioni
Alcamo, 16 novembre 2010 - Si chiuderanno il 29 novembre le iscrizioni alla prima edizione del Rally Ronde Adelkam, che il 5 dicembre sancirà il ritorno della specialità ad Alcamo ed in provincia di Trapani. Il merito va all’Associazione Sportiva Aquila onlus presieduta da Nicola Cassarà, che dopo aver messo in cantiere la prima Ronde dello Jato, disputata a marzo, chiude il 2010 con la nuova gara di casa.
Il Rally Ronde, novità assoluta per Alcamo, è una tipologia di rally che prevede la disputa di una sola prova speciale da ripetersi quattro volte. Per questa prima edizione la prova prescelta è stata quella di Castello di Baida, una P.S. lunga 8700 metri già utilizzata in passato in altre manifestazioni sempre organizzate dall’Aquila Club.
“Sono molto contento di essere riuscito a concretizzare questo progetto – tiene a precisare Nicola Cassarà – e devo ringraziare l’Assessorato allo Sport della Provincia di Trapani ed il Comune di Alcamo che mi hanno consentito dopo sei anni di riportare l’automobilismo nella nostra città che vanta invidiabili trascorsi motoristici”.
Tra i sicuri protagonisti l’alcamese Pierluigi Trupiano (nella foto) , che con la sua Renault Clio R3 è stato tra i protagonisti delle ultime due stagioni.
 Entrando più nel dettaglio tecnico, la 1° Rally Ronde Adelkam scatterà domenica 5 dicembre alle ore 8 da piazza Bagolino a Alcamo e si concluderà nella stessa piazza alle ore 17,45 dopo che gli equipaggi avranno affrontato un percorso lungo 222 chilometri, 34,8 dei quali costituititi dai quattro settori cronometrati. La classifica finale verrà redatta computando i migliori 3 passaggi sulla prova Castello di Baida. Quattro i Parchi Assistenza previsti, tutti ospitati presso la Zona Industriale di Alcamo.
Le operazioni di verifica delle vetture e degli equipaggi iscritti si svolgeranno sabato 5 dalle ore 10,30 alle 14,30
  presso il Collegio dei Gesuiti in piazza Ciullo, cui faranno seguito le ricognizioni sul percorso di gara con vetture di serie.
Maggiori informazioni, il programma in dettaglio ed il modulo di iscrizioni sul sito
www.italiarally.it . U
fficio Stampa 

84. 17/11/10. RUNFOLA DOMINA IL 25° RALLY DI PROSERPINA
Conducendo fin dalla prima delle 9 prove in programma l´equipaggio Runfola-Lo Neri (Island Motorsport) si è aggiudicato la 25° edizione del Rally di Proserpina disputato ad Enna e seconda delle tre finali della Coppa Italia 2010. Il giovane pilota cefaludese iscrive per la prima volta il suo nome nella classica manifestazione organizzata dal Consorzio Ente Autodromo di Pergusa, esattamente a 30 anni di distanza dalla prima delle tre vittorie ottenute dal padre Ninni. Bottino pieno anche per il friulano De Cecco, quarto assoluto e primo degli equipaggi partecipanti alla Coppa Italia, ed ora leader prima della conclusiva finale del Fabaria Rally.
"La gara è stata molto più dura di quanto dicano i numeri - ci tiene a precisare Marco Runfola - abbiamo disputato le ultime tre prove con un ammortizzatore rotto ed altri problemini vari, tant´è che nell´ultima abbiamo perso oltre 30".
ECCO IL
CAMERA CAR DEI VINCITORI


83. 14/11/10. Il cefaludese Marco Runfola trionfa al Rally di Proserpina
Trentanni dopo la prima vittoria del padre nella gara ennese
Ha mantenuto il comando fin dalla prima delle nove prove speciali – La Barbera e De Cecco completano il podio – Sfortuna per Lombardo penalizzato da due forature – In Gruppo N vince il piemontese Riccardi ed in Gruppo R il locale Caruso.
Conducendo fin dalla prima delle 9 prove in programma l’equipaggio Runfola-Lo Neri (Island Motorsport) si è aggiudicato la 25° edizione del Rally di Proserpina disputato ad Enna e seconda delle tre finali della Coppa Italia 2010. Il giovane pilota cefaludese iscrive per la prima volta il suo nome nella classica manifestazione organizzata dal Consorzio Ente Autodromo di Pergusa, esattamente a 30 anni di distanza dalla prima delle tre vittorie ottenute dal padre Ninni. Bottino pieno anche per il friulano De Cecco, quarto assoluto e primo degli equipaggi partecipanti alla Coppa Italia, ed ora leader prima della conclusiva finale del Fabaria Rally.
La gara ennese è stata comunque molto combattuta grazie all’iniziale performance di Lombardo (Peugeot 207), vincitore dello scorsa edizione e della seconda prova del sabato. Alla ripartenza di domenica mattina, invece, Runfola prendeva il largo mentre Lombardo forava un pneumatico nella sesta prova scivolando in quarta posizione dietro anche a La Barbera e De Cecco. La rimonta del pilota nisseno non si faceva attendere e si presentava al via dell’ultima prova ad un soffio da La Barbera. Questultimo , però, vinceva la prova mentre Lombardo forava nuovamente scivolando in una immeritata e bugiarda ottava posizione.
“La gara è stata molto più dura di quanto dicano i numeri – ci tiene a precisare Marco Runfola – abbiamo disputato le ultime tre prove con un ammortizzatore rotto ed altri problemini vari, tant’è che nell’ultima abbiamo perso oltre 30”.
Così la piazza d’onore è finita nelle mani del beniamino locale Mario La Barbera, “costretto” a debuttare sulla Peugeot 207 dopo il forfait dell’equipaggio al quale aveva noleggiato la vettura. Il vincitore di quattro edizioni del Proserpina ha preso velocemente la mano alla vettura giungendo secondo assoluto e regolando De Cecco il cui unico obiettivo era quello di primeggiare tra i “finalisti” ed incamerare i 10 punti che lo catapultano al vertice della graduatoria davanti al toscano Lucchesi, llentato da problemi al motore, ed al piemontese Riccardi, brillante quarto assoluto e vincitore del Gruppo N. Tra le Ford Fiesta successo del vicentino Brunello, primo anche tra gli under 23, davanti al messinese Giuseppe Nucita, matematicamente vincitore del Trofeo.
Vittoria in Gruppo R per Clio del locale Davide Caruso davanti alla vettura gemella di Mistretta, protagonista di due disattenzioni, rispettivamente quinto e sesto, mentre la nona piazza è andata a Ciffo, rallentato ad inizio gara dalla rottura della turbina, davanti a Mazza.
Il 25° Rally di Proserpina si è disputato su un percorso molto selettivo lungo ben 489 chilometri con 96 chilometri costituiti dalle 9 Prove Speciali su asfalto ed è stato portato a termine da 41 dei 65 equipaggi partiti sabato sera da Enna.
Classifica assoluta del 25° Rally di Proserpina: 1. Runfola-Lo Neri (Renault Clio S1600) in 54’46”9;
2. La Barbera-Bonsignore (Peugeot 207 S2000) a 5”7;
3. De Cecco-Barigelli (Peugeot 207 S2000) a 29”6;
4. Riccardi-Contini (Subaru Impreza N14) a 1’13”6;
5. Caruso-Guttadauro (Renault Clio R3) a 1’27”9;
6. Mistretta-Caruso (Renault Clio R3) a 1’41”9;
7. Lucchesi-Ghilardi (Fiat Punto S2000) a 1’48”4;
8. Lombardo-Spiteri (Peugeot 207 S2000) a 2’03”9;
9. Ciffo-Petrocitto (Subaru Impreza N12) a 2’08”5;
10. Mazza-Miceli (Renault Clio R3) a 2’23”4.
Classifica Coppa Italia Assoluta dopo due finali: 1. De Cecco punti 16; 2. Riccardi , Giacobone e Lucchesi 9; 5. Caldaralo 8; 6. Mistretta 6; 7. Ciffo e Mezzogori 4; 9. Vittalini e Brunello 3; 11. Nucita e Lunardi 2.  

82. 09/10/10. Rally ecologico Targa Florio Green Prix. Lucio Dalla a Cefalù. Le Foto
Si sta svolgendo la 4^ edizione della Eco Targa Florio Green Prix, che vede CEfalù come città di riferimento. La prova è valida per il Campionato del Mondo FIA Energies Alternative Cup, divenuta in soli tre anni il riferimento per lo sviluppo sul campo, delle energie alternative legate alla mobilità sostenibile.
Oggi sabato le innovative vetture hanno compiuto il giro del "Grande Circuito delle Madonie", entrando nel tempio dell′Automobilismo alla scoperta di alcuni dei luoghi e dei paesaggi Montani tra i più suggestivi della Sicilia.
Le foto, fatte con una macchinetta d'emergenza, sono state scattate in Piazza Duomo prima della cena dei piloti con le autorità. Era presente il Sindaco di Cefalù, Dott. Guercio, con alcuni personaggi dello sport automobilistico come Nino Vaccarella, l'indimenticato "Preside volante". Presente anche il noto cantante Lucio Dalla e Ciccio di Cefalù.
Domenica la giornata conclusiva sul "Piccolo Circuito della Madonie" ed arrivo a Scillato, centro famoso per le sue fonti.

81. 04/10/10. Lombardo - Spiteri vincono l’8° Rally di Caltanissetta
E’ l’equipaggio nisseno Lombardo - Spiteri a conquistare la vittoria dell’8° Rally di Caltanissetta corsosi questo fine settimana nell’hinterland nisseno su un tracciato tecnico e selettivo. Il Rally di Caltanissetta era valido quale challene di 8^ zona ed utile per l’accesso alle finali di Coppa Italia. Ad organizzare la manifestazione la scuderia Caltanissetta Corse in collaborazione con L’automobile Club Nisseno. La vittoria di Lombardo-Spiteri su Renault Clio Williams di gruppo FA7 è arrivata al termine di una combattutissima gara caratterizzata da un continuo testa a testa con il corleonese Franchino Vintaloro, su Mitsubishi Lancer Evo X, vero avversario dei nisseni “terribili” dopo l’uscita dai giochi dell’altro beniamino del pubblico di casa Fabrizio La Rocca navigato da Donato Turra su Mitusibishi Lancer Evo X. L’equipaggio Lombardo- Spiteri sigilla così una prestazione maiuscola conquistando il terzo alloro consecutivo nella gara di casa con distacco di 5.4’ da Vintaloro. I due “Devils” si aggiudicano il rally nisseno vincendo cinque delle nove Prove Speciali previste tra sabato e domenica. Terzo l’altro equipaggio tutto nisseno “Luis”-Palermo su Peugeot 207 Rally Super 2000 dell’Island Motorsport. Tra le storiche l’assoluto va all’equipaggio Gianfilippo-Scimeca su Alfa Romeo GT di Classe 2000, secondi Bellia-Notarigo su Autobianchi Abarth 112 di Classe 1000 del Motor Team Nisseno, terzo l’equipaggio Saverino-Camilleri su Opel Manta SR di classe 2000 dell’A.S.P.A.S. team.

La cronaca: si parte sabato sera per la prima prova speciale in notturna, dominata da un concentratissimo Fabrizio La Rocca su una Mitsu Evo X griffata La Barbera dell’Island Motorsport che precede di 2,0’ la medesima vettura guidata da Vintaloro e di 2.7’ la meno aggiornata Renault di Lombardo. Nella Seconda Prova Speciale ovvero la “Montecanino” in territorio Santa Caterina la maggiore agilità della vecchia clio dei devils oltre che la migliore conoscenza del tracciato fa conquistare all’equipaggio Lombardo Spiteri la vittoria della Prova che staccano Vintaloro di 2,4’ e La Rocca di 4,1’. Molto attardato l’equipaggio “Luis”- Palermo che nonostante la Peugeot 207 Super 2000 paga oltre 8’ a causa di problemi al leveraggio, prontamente risolti dai tecnici del Team La Barbera al parco assistenza. Quinto l’equipaggio di Pordenone Doretto- Adriomi su Clio R3C. Si va alla Terza Prova Speciale, ovvero la San Cataldo, dove l’equipaggio Vintaloro- Raggio ferma il crono della Mitsu precedendo di soli 0,3’ la Clio di Lombardo-Spiteri. È questa la prova che segna il ritiro di Fabrizio La Rocca appiedato dalla sua Lancer Evo X per un problema al cambio. Terzi Doretto-Adriomi, quarti “Luis”-Palermo, soltanto al quinto posto la Subaru Impreza di Ciffo – Petrocitto. Si ritorna alla Prova Speciale “Capodarso”, ed è ancora Vintaloro a far registrare il miglior tempo, staccando Lombardo di 1,5’, ancora terzo “Luis”, quarto Ciffo e quinto Adriomi. È sulla Montecanino per la quinta prova speciale che Lombardo guidando in maniera aggressiva riesce a sfruttare la maggiore agilità della sua Clio staccando Vintaloro di 4,6’. Da segnalare l’uscita dai giochi per un incidente la Renault Clio RS Light Francesco D’Izzia, a questo punto per i due portacolori dell’A.S.D. dell’Aretusa Rally team si complica la difesa della prima posizione nel Challenge di 8^Zona. Per la sesta Prova Speciale nella “San Cataldo” Lombardo chiude primo precedendo Vintaloro di 1,3’. Terzi Doretto-Adriomi, quarti “Luis”-Palermo, quinti Ciffo-Petrocitto. La Settima Prova Speciale è vinta da Franchino Vintaloro, ma il distacco accumulato in precedenza da ancora ragione a Roberto Lombardo che può ancora godere di oltre 5’ di vantaggio. Le ultime due prove vedono il definitivo incremento di vantaggio per Lombardo che non risparmiandosi guida ancora in maniera aggressiva conquistando la vittoria finale. “Il nostro obiettivo era come sempre quello di divertirci- hanno dichiarato Roberto Lombardo ed Alessio Spiteri durante la cerimonia di premiazione- sin dalle prime battute abbiamo trovato il giusto feeling con la vettura che conosciamo già bene, siamo felici di aver vinto arrivando davanti concorrenti fortissimi e vetture più aggiornate e potenti rispetto alla nostra, siamo inoltre certi che la nostra prova serva a diffondere soprattutto tra i giovani la cultura della guida sicura senza l’uso di droga ed Alcool della Campagna Dadd Drivers Against Drunk and Drugs di cui siamo convinti testimonial”.

80. 01/10/10. Sono 85 gli equipaggi iscritti all’8° Rally di Caltanissetta
Tutti presenti i migliori piloti siciliani della specialità, tra i nisseni: Lombardo, La Rocca e “Luis”. In arrivo anche un equipaggio proveniente da Pordenone. In campo anche il cefaludese Fiduccia
Caltanissetta 29 set. 10 – Sono 85 gli equipaggi (con 78 auto moderne e 7 storiche) che hanno perfezionato la propria iscrizione all’8° Rally di Caltanissetta in programma per Sabato 2 e Domenica 3 Ottobre. A poche ore dalla chiusura delle iscrizioni, come da previsione saranno della partita i migliori piloti della specialità che daranno il massimo per contendersi l’alloro finale lungo le tre prove speciali, tecniche e selettive, da ripetersi tre volte per un totale di nove passaggi.
Particolarmente “affollate” alcune classi come la A6, la FA5 con parecchi nisseni, e poi ancora la FN1 ( ovvero le vetture di scaduta omologazione). Occhi puntati sulle classi N2, N3 ed N4, dove sono iscritti piloti e vetture da assoluto che dovranno vedersela però con pericolosi outsider quali “Luis” - Palermo su Peugeot 207 Super 2000 che esordirà proprio al “Caltanissetta”; difenderà sicuramente il primato il vincitore delle ultime due edizioni del rally, ovvero Roberto Lombardo navigato come sempre da Alessio Spiteri: i due “devils” correranno  quest’anno su una vettura di scaduta omologazione della factory di Peppe Lombardo presidente della scuderia organizzatrice del Rally, ovvero la Caltanissetta Corse, ma che data l’ottima conoscenza del tracciato daranno filo da torcere ai piloti alla guida di vetture più potenti. In N4 iscritto il nisseno Fabrizio La Rocca in coppia con Donato Turra su Mitsubishi Lancer Evo X, la grinta di La Rocca dovette piegarsi la passata edizione a causa della rottura del sedile della propria vettura, problema che gli ha impedito di duellare al meglio con Lombardo, stessa vettura per il corleonese Francesco Vindaloro che sarà navigato da Pai Riggio, anche Vindaloro, si dimostrò nell’edizione 2009 pilota veloce e temibile, sempre a suo agio tra i tornanti nisseni.
Spettacolare la Subaru Impreza del calatino, ma nisseno di adozione Maurizio Ciffo, in coppia con Bruna Petrocitto. Tra le “moderne” a completare un parco macchine di prim’ordine al Rally di Caltanissetta anche le spettacolari Super 1600 e le R3C, gruppo del quale farà parte l’equipaggio che arriva da Pordenone Doretto-Adriomi su Renault Clio oltre che i siciliani Lo Porto-Anicito con medesima vettura,al debutto in sicilia la prima c2 a 6 direttamente dalla factory citroen italia guidata da Damiani in coppia con Cefaludese Fiduccia cercheranno di fare esperienza in vista del prossimo anno dove si prospettano molti appuntamenti. Infine 7 le auto storiche che partiranno in coda alle moderne, di cui 3 equipaggi nisseni. La manifestazione prenderà il via ufficiale Sabato mattina con le verifiche sportive e tecniche ante-gara che si svolgeranno dalle ore 10.00 alle ore 16.30 presso l’officina Scara Revisioni alla Zona Industriale di Contrada Calderaro. L’8° Rally di Caltanissetta è valido per il Challenge Nazionale di 8^ Zona e per l’accesso alle finali di Coppa Italia, oltre che per il Campionato Siciliano, ed il Campionato Sociale A.C. Caltanissetta. L’elenco completo degli iscritti sarà reso noto nelle prossime ore, dopo l’approvazione da parte della CSAI. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito internet della manifestazione all’indirizzo
www.rallydicaltanissetta.it   
 L’ufficio stampa della Scuderia Caltanissetta Corse

79. 29/09/10. Al via il Rally ecologico Targa Florio Green Prix
Si svolgerà nelle Madonie la 4^ edizione della Eco Targa Florio Green Prix, la prova valida per il Campionato del Mondo FIA Energies Alternative Cup, divenuta in soli tre anni il riferimento per lo sviluppo sul campo, delle energie alternative legate alla mobilità sostenibile.
La competizione voluta dalla Fondazione Targa Florio e dall′Automobile Club Palermo, in collaborazione con ACI-CSAI ed ACI Sport, nelle prime tre edizioni ha riscosso un successo crescente che la ha proiettata al centro dell′attenzione delle case automobilistiche e di quanti orbitano nel settore della mobilità sostenibile con energia alternativa, per la straordinaria valenza ed efficacia di laboratorio di sviluppo e collaudo diretto, che le è stato riconosciuto da ogni parte. La Eco Targa Florio Green Prix ha attirato anche l′attenzione dell′assessore Regionale dei Beni Culturali e dell′Identità Siciliana Gaetano Armao, il quale ha voluto schierarsi al fianco degli organizzatori a partire dall′edizione 2010, per continuare opportunamente la tradizione del′automobilismo siciliano che affonda le proprie radici nello sport motoristico, visto come volano di innovazione e sviluppo. Venerdì 8 ottobre a Cefalù si terrà il Forum Internazionale sulle energie alternative, appuntamento annuale fisso nell′evento motoristico, dove studiosi, ricercatori, costruttori ed esponenti politici attenti alla questione, intervengono per spiegare gli obiettivi raggiunti e tracciare le linee future della mobilità sostenibile.
La Eco Targa Florio Green Prix entrerà nel vivo venerdì 8 ottobre a Cefalù, con le operazioni di verifica e l′esposizione delle vetture nella cittadina Normanna, dove alle 15 avrà inizio il Forum Internazionale sulle Energie sostenibili, nell′elegante cornice del Teatro Comunale appena restaurato.
Sabato 9 Ottobre le innovative vetture compiranno il giro del "Grande Circuito delle Madonie", entrando nel tempio dell′Automobilismo alla scoperta di alcuni dei luoghi e dei paesaggi Montani tra i più suggestivi della Sicilia. Il giro si completerà a Gratteri, caratteristico centro incastonato nelle Madonie. Dalle 20 al Teatro Comunale di Cefalù, Porsche Hybrid Night, serata di spettacolo a tema condotta da Guido Schittone con ospiti a sorpresa. Domenica la giornata conclusiva sul "Piccolo Circuito della Madonie" ed arrivo a Scillato, centro famoso per le sue fonti. (repubblica.it)

78. 14/09/10. Tavano si aggiudica la Coppa Monti Iblei
Una splendida giornata estiva ed un pubblico delle grandi occasioni hanno accompagnato gli oltre 150 piloti che hanno disputato la 53^ edizione della Coppa Monti Iblei, gara di velocità in salita, valida per il Trofeo Italiano Velocità della Montagna. La manifestazione, organizzata dall’Asd Tecno Racing Service, in collaborazione con l’Automobile Club di Ragusa, con il patrocinio della Provincia Regionale di Ragusa e del Comune di Chiaramente Gulfi, ha visto prevalere, con il tempo totale di 5’05”,045, su una Formula Master, Salvatore Tavano. Il pilota siracusano si è imposto grazie ad una seconda manche encomiabile, nella prima salita infatti aveva concluso al terzo posto. La piazza d’onore è andata a Gianni Cassibba su Osella Pa 20 S che ha fermato le lancette su 5’06”,912. Il plurivincitore della manifestazione iblea ha interpretato al meglio le due salite, ma si è dovuto inclinare all’impeto della gioventù che ha trascinato Tavano. Molto da recriminare per Vincenzo Conticelli, giunto con la sua Osella Pa 20 S sul terzo gradino del podio, dopo essersi imposto nelle prima salita cronometrata. Bellissimo il risultato del giovane Orazio Marinelli, piazzatosi al quarto posto con una Breda Bmw. La “top five” è stata completata dal trapanese Rocco Aiuto. Il canicattinese Francesco Di Natali ha vinto il Gruppo E1 Italia. Il chiaramontano Vito Lucenti Enzo Sgarlata ha fatto suo il Gruppo E3. Tra le minicar la vittoria è andata a Marco Monaco. Le autostoriche hanno visto prevalere la Porsche 911 di Gino Di Natali.
Classifica
1)    Tavano Salvatore Formula Master in 5’05”,045
2)    Cassibba Giovanni Osella Pa 20 S a 1”,867
3)    Conticelli Vincenzo Osella Pa 20 S a 2”,759
4)    Marinelli Orazio Breda Bmw a 16”,242
5)    Aiuto Rocco Osella Pa 20 S a 20”,264
6)    Presti Giuseppe Lucchini Bmw a 22”,417
7)    Gullotta Giuseppe Formula Master a 22”,540
8)    Bruccoleri Luigi Radical a 23”,265
9)    Fazzino Giampaolo Osella Pa 21 S a 24”,551
10)  Cubeda Domenico Radical a 26”,217 

77. 08/09/10. Coppa Monti Iblei: Circa 180 iscritti
Saranno circa 180 i piloti che dal 10 al 12 settembre prossimi, a Chiaramonte Gulfi, in provincia di Ragusa, si sfideranno lungo i tornanti della 53^ edizione della Coppa Monti Iblei, gara di velocità in salita, valevole per il Trofeo Italiano Velocità della Montagna. Domani la presentazione alla stampa.
Lascia presagire un'edizione di successo il numero di 180 iscritti alla 53^ Coppa Monti Iblei. La gara di velocità in salita, valevole per il  per il Trofeo Italiano Velocità della Montagna, si disputerà a Chiaramonte Gulfi, in provincia di Ragusa, dal 10 al 12 settembre ed avrà ai nastri di partenza i migliori cronoman del centro sud. La manifestazione è organizzata in collaborazione dall’Automobile Club Ragusa e dall’Associazione Sportiva Tecno Racing Service, con il patrocinio della Provincia Regionale di Ragusa e del Comune di Chiaramonte Gulfi. Si preannunciano tre giorni infuocati dove sarà il cronometro ad emettere in maniera inappellabile i suoi verdetti. Due le manche cronometrate in programma. Gli spettatori, potranno seguire i 180 che si sfideranno nelle diverse categorie e, come di consueto, accompagneranno l'incedere delle vetture da corsa lungo gli insidiosissimi 5 chilometri e 350 del tracciato, ricavato sulla Sp 7 Roccazzo-Chiaramonte. Difficile azzardare un pronostico, naturalmente il siracusano Salvatore Tavano, con la sua Formula Master, proverà a bissare il successo della passata edizione. A rendergli la vita difficile ci saranno, su una vettura gemella, il giovane comisano Samuele Cassibba ed il re e plurivincitore della gara Giovanni Cassibba, che disporrà della solita Osella Pa 20 S. Sempre su Osella saranno della partita Pietro Conticelli e Franco Corallo. Il giovane Orazio Marinelli ed il veterano Angelo Palazzo saranno invece ai nastri di partenza rispettivamente con una Breda ed una Gisa Bmw. Da tenere d'occhio anche due nomi che hanno impresso il proprio sigillo sulla classica ragusana, il giovane Luigi Bruccoleri ed Andrea Raiti che pagheranno, nei confronti del resto del gruppo, il gap di potenza delle loro vetture. Tra le autostoriche molti sono i driver siciliani che hanno annunciato la loro presenza. La gara verrà presentata alla stampa domani, Giovedì 9 settembre alle 11,30 presso il Palazzo della provincia regionale di Ragusa

76. 06/09/10. Al 20° slalom città di Polizzi Generosa muore un pilota, Vincenzo Macaluso. Corsa sospesa per lutto
Il cinquantaduenne imprenditore madonita è stato colpito da un infarto nel corso della “salita” di ricognizione, mentre stava saggiando il percorso alla guida della sua Citroen Saxo Vts di gruppo N. Immediatamente soccorso dagli ufficiali di gara, è stato accompagnato in ambulanza al vicino ospedale di Petralia Sottana, ma i medici nulla hanno potuto per salvargli la vita. Il sindaco Patrizio David ha quindi deciso di sospendere la gara, decretando l’immediato lutto cittadino.
Doveva essere una giornata di festa, vissuta unicamente all’insegna dello sport, dello spettacolo e dei motori. Si è invece tramutata in una giornata velata di malinconia e di dolore. Il 20° Slalom Città di Polizzi Generosa – “Trofeo Madonie” (alla manifestazione era altresì abbinato il ‘Memorial Calogero David’) non si è disputato. La kermesse si sarebbe fregiata della validità quale dodicesima prova del Campionato siciliano Acsi 2010 della specialità.
Il pilota Vincenzo Macaluso, 52 anni, imprenditore originario proprio di Polizzi Generosa e pilota ‘gentleman’ per passione (non ha infatti mai mancato un appuntamento in passato con l’amata gara di casa), è deceduto oggi a seguito di un improvviso malore che lo ha colto nelle fasi preliminari della corsa, durante la cosiddetta “salita” di ricognizione, che solitamente precede le manche cronometrate tra i birilli vere e proprie. In quei frangenti, Macaluso stava saggiando il percorso di gara alla guida della sua Citroen Saxo Vts 1.6 di gruppo N e classe N4, con il numero 18 sulle fiancate. A poche centinaia di metri dalla conclusione della predetta fase di ricognizione (tra le postazioni di controllo numero 10 ed 11, sulle 14 previste dagli organizzatori), il pilota madonita è stato colto da un infarto. Nonostante l’evidente stato di prostrazione, Vincenzo Macaluso ha avuto la forza di rallentare e di accostare poco dopo la vettura ai margini della carreggiata stradale, senza ulteriori danni, proprio nei pressi della postazione di transito numero 11, prima di accasciarsi senza forze al posto di guida.
L’imprenditore-pilota di Polizzi Generosa è stato immediatamente soccorso da tre ufficiali di gara presenti in postazione, ai quali è parsa subito chiara la gravità della situazione. E’ stato richiesto il tempestivo intervento dell’ambulanza con medico e personale specializzato regolarmente presenti sul tracciato. Vincenzo Macaluso è stato estratto dall’abitacolo della sua Citroen Saxo dai sanitari, i quali gli hanno praticato le cure preliminari del caso. Il pilota polizzano è stato così caricato nell’autolettiga e trasferito d’urgenza al vicino nosocomio di Petralia Sottana, sempre nel Palermitano. Qui, nonostante le pronte cure somministrategli dai medici, Vincenzo Macaluso è deceduto per le conseguenze del malore.
La ferale notizia è immediatamente rimbalzata sul percorso di gara, gettando nello sconforto organizzatori e addetti ai lavori, non ultimi i piloti, molti dei quali conoscevano bene Vincenzo Macaluso. Il sindaco di Polizzi Generosa, Patrizio David, presente tra le autorità, ha stabilito a quel punto di non far disputare più la corsa, decretandone la sospensione immediata. Lo stesso primo cittadino di Polizzi Generosa ha anche proclamato il lutto cittadino, per oggi e domani. Nonostante si fosse tecnicamente in grado di disputare in condizioni di sicurezza ottimali lo slalom, la decisione finale di sospendere lo stesso è stata ovviamente avallata anche dagli organizzatori, l’Asd Palatinus Motorsport di Capo d’Orlando (presieduto da Calogero Mangano) e il Comitato regionale Acsi Sicilia, i quali si sono stretti attorno alla moglie, alla figlia ed ai parenti più stretti di Macaluso, presenti sul tracciato.  
Fonte: [canicattiweb.com]

75. 04/09/10. Coppa Monti Iblei, iscrizioni fino a lunedì
Si chiuderanno Lunedì le iscrizioni alla 53^ edizione della Coppa Monti Iblei, gara di velocità in salita, valevole per il Trofeo Italiano Velocità della Montagna, in programma a Chiaramonte Gulfi dal 10 al 12 settembre prossimi.
Si chiuderanno Lunedì 6 settembre le iscrizioni alla Coppa Monti Iblei.
  La gara di velocità in salita giunta alla 53^ edizione si disputerà a Chiaramonte Gulfi, in provincia di Ragusa, dal 10 al 12 settembre e sarà valevole per il  per il Trofeo Italiano Velocità della Montagna. La manifestazione è organizzata in collaborazione dall’Automobile Club Ragusa e dall’Associazione Sportiva Tecno Racing Service, con il patrocinio della Provincia Regionale di Ragusa e del Comune di Chiaramonte Gulfi. La provincia iblea ospiterà, nella tre giorni dedicata ai motori,  i  migliori interpreti delle cronoscalate del sud dello stivale e come di consueto, calamiterà l'attenzione degli appassionati d'automobilismo dell'isola. Nessuna novità nel tracciato che si presenterà ai paladini del volante invariato nella distanza con i suoi tortuosi e tecnici 5 chilometri e 350 metri. La competizione, che si svolgerà in due manches, interesserà la strada provinciale n°7 Roccazzo – Chiaramonte. Nonostante manchino ancora un paio di giorni alla chiusura ufficiale delle iscrizione sono già molti i big che hanno già sottoscritto la propria adesione. Sarà sicuramente presente Salvatore Tavano, vincitore della scorsa edizione, al dirver siracusano faranno compagnia il giovane Samuele Cassibba e d il plurivincitoire della gara Giovanni Cassibba. Incerte ancora le presenze di Carmelo Scaramozzino e Luigi Bruccoleri.Numerose le presenze di vetture storiche che partecipano per acquisire punti pesanti nel campionato siciliano di specialità. Il programma prevede le verifiche tecnico sportive Venerdi 10 settembre, presso la Piazza Duomo di Chiaramonte, dalle 10,00 alle 19,00, le prove ufficiali, Sabato 11 settembre alle ore 10,00 e le due manches di gara che avranno invece inizio Domenica 12 settembre alle ore 9.00. Ulteriori informazioni sulla manifestazione si potranno ottenere consultando il sito della gara: www.coppamontiblei.it

74. 25/08/10. Aperte le iscrizioni alla 53^ edizione della Coppa Monti Iblei
Aperte le iscrizioni alla 53^ edizione della Coppa Monti Iblei, gara di velocità in salita, valevole per il Trofeo Italiano Velocità della Montagna, in programma a Chiaramonte Gulfi dal 10 al 12 settembre prossimi.
Aperte le iscrizioni alla 53^ edizione della Coppa Monti Iblei, una delle cronoscalate più longeve dell'isola di Sicilia. La manifestazione, che si disputerà a Chiaramonte Gulfi, in provincia di Ragusa, dal 10 al 12 settembre, sarà valevole per il
 per il Trofeo Italiano Velocità della Montagna e, come di consueto, calamiterà l'attenzione degli appassionati d'automobilismo dell'isola.  Invariato il percorso che misura 5 chilometri e 350 metri. La gara, che si svolgerà in due manches, interesserà la strada provinciale n°7 Roccazzo – Chiaramonte. Saranno ancora una volta le vetture Formula a ruote scoperte che reciteranno la parte del leone, la partecipazione è aperta anche alle autostoriche che aggiungeranno motivi di interesse all'evento motoristico, organizzato in collaborazione dall’Automobile Club Ragusa e dall’Associazione Sportiva Tecno Racing Service, con il patrocinio della Provincia Regionale di Ragusa e del Comune di Chiaramonte Gulfi. Non trapelano ancora i nomi dei primi iscritti, ma gli organizzatori auspicano di poter raggiungere numeri da record. In sintesi il programma prevede le verifiche tecnico sportive Venerdi 10 settembre, presso la Piazza Duomo di Chiaramonte, dalle 10,00 alle 19,00, le prove ufficiali, Sabato 11 settembre alle ore 10,00 e le due manches di gara che avranno invece inizio Domenica 12 settembre alle ore 9.00. Ulteriori informazioni sulla manifestazione si potranno ottenere consultando il sito della gara: www.coppamontiblei.it
Nella
foto: Salvatore Tavano, vincitore della scorsa edizione 

73. 14/08/10. Il Goli…sano Village si conclude regalando emozioni
Al “Goli…sano Village” spazio anche ai motori con la presenza del mitico Nino Vaccarella e diversi piloti di Rally impegnati in uno show con le proprie auto da gara nell’iniziativa solidale per regalare un sorriso.
Un successo promosso dal numeroso pubblico e dalle decine di fortunati “copiloti per una notte
 
Dopo il “Rally Show” di ieri sera, il “Goli…sano Village - Comunità del cibo delle montagne”si è concluso all’insegna dei motori.
Un percorso accuratamente allestito, arricchito da un’invidiabile cornice di pubblico e colorato dalle potenti fanaliere.
Il vasto pubblico accorso ai bordi delle caratteristiche vie del centro di Collesano, ha potuto vivere per l’intera sera sino a mezza notte l’esperienza dei rallies sia come spettatori che a bordo delle auto da gara.
Auto importanti come le Renault New Clio R3C di Filippo Vara, Marco Runfola (nella foto) e Mario La Barbera, o come le più “classiche” Porsche 911 di Mimmo Guagliardo e Natale Mannino, l’Opel Kadet di Totò Riolo e le Ferrari condotte da Pino Sicilia e Giosuè Rizzuto.
Al fianco dei famosi piloti, tanti “copiloti per una notte” (questo lo slogan degli organizzatori) che hanno acquistato i tagliandi vincenti tra i tanti ticket venduti, facendo raccogliere
all’associazione culturale “Golisano Village” e alla Onlus “Frate Gabriele Allegra”, i fondi necessari a sostenere i disabili di Collesano ed il “Baby Parking” delle suore.
I motori e la beneficienza, un connubio che
si è materializzato nel “Rally Show”, patrocinato dal Comune di Collesano, dal Gal Isc Madonie, dall’Assessorato regionale delle risorse agricole e alimentari, dall’Assessorato regionale del turismo dello sport e dello spettacolo.
La manifestazione solidale si è arricchita di storia grazie alla presenza del mitico pilota Ferrari Nino Vaccarella (idolo locale nonché cittadino onorario di Collesano) ed ha potuto mettere in luce la grande passione dei rallisti locali, presenti anche con svariate auto storiche.
Un successo confermato anche dagli stessi piloti che hanno gradito la formula ma soprattutto il fine benefico.L’esperienza è stata inoltre importante dal punto di vista educativo, perché gli esperti driver hanno offerto tanta adrenalina al fine di poter far comprendere la differenza tra una guida sportiva in sicurezza e la guida quotidiana ricca di insidie e pericoli.

72. 13/08/10. Il Goli…sano Village accende i motori
Al “Goli…sano Village” spazio anche ai motori con la presenza del mitico Nino Vaccarella e diversi piloti di Rally impegnati in uno show con le proprie auto da gara nell’iniziativa solidale per regalare un sorriso.
I fortunati del pubblico che acquisteranno i biglietti vincenti, diventeranno copiloti per una notte!

Oggi pomeriggio con il "Rally Show" si accenderanno i motori a Collesano nell'ultimo atto del “Goli…sano Village - Comunità del cibo delle montagne”.
L’evento, organizzato dall’associazione culturale “Golisano Village” in collaborazione con la Onlus “Frate Gabriele Allegra”, sarà patrocinato dal Comune di Collesano, dal Gal Isc Madonie, dall’Assessorato regionale delle risorse agricole e alimentari, dall’Assessorato regionale del turismo dello sport e dello spettacolo, e vedrà sfilare per tutta la serata tra le caratteristiche stradine del centro madonita, le celebri Porsche del Team Guagliardo con a capo il patron “Mimmo” Guagliardo ed il compagno di avventure Giosuè Rizzuto, insieme alle più moderne auto da rally guidate da Filippo Vara, Totò Riolo, Pino Sicilia, Marco Runfola e Mario La Barbera.
Oltre al Team Guagliardo, sarà presente all’evento anche la struttura di Mario La Barbera, l’ennese LB Tecnorally, con i propri mezzi e le gloriose auto che dominano tutt’oggi i rallies siciliani.
Alla guida delle potenti auto da rally, un gentlemen driver d’eccezione aprirà le danze: il preside volante Nino Vaccarella. Sarà infatti il mitico pilota Ferrari Nino Vaccarella (idolo locale nonché cittadino onorario di Collesano) a fare compagnia ai sette paladini del volante, attori principali del rallysmo isolano
, che nel pomeriggio saranno preceduti da uno show di Kart presso la centralissima Piazza Mazzini.
In serata le auto da rally si esibiranno in un percorso cittadino per fare un piccolo briefing prima di far provare l’ebbrezza della disciplina (con le dovute precauzioni e l’immancabile prudenza) ai fortunati estratti del pubblico che a partire dalle 18:00 potranno acquistare i biglietti. Biglietti che serviranno a raccogliere i fondi necessari per sostenere i disabili di Collesano ed il “Baby Parking” delle suore.
I motori e la beneficienza, un connubio che farà diventare “Copilota per una notte” (questo lo slogan degli organizzatori) i fortunati possessori dei biglietti estratti.
I tagliandi saranno disponibili presso la sede di via Roma ed attraverso la capillare distribuzione sul percorso da parte dei ragazzi dell’
associazione culturale “Golisano Village”. L’esperienza sarà importante anche dal punto di vista educativo, perché gli esperti piloti offriranno tanta adrenalina al fine di poter far comprendere la differenza tra una guida sportiva in sicurezza e la guida quotidiana ricca di insidie e pericoli.
Per chi invece non potrà essere presente all'evento, sarà disponibile la WebTV di "Madonieventilive" che trasmetterà tutto in diretta attraverso l'indirizzo
http://www.livestream.com/collesanolive 

71. 11/08/10. Il Golisano Village 2010 non chiude! Anzi…rilancia!
Infatti…dopo la suggestiva rassegna/vetrina del 7 e 8 agosto - rispettivamente dedicate allo sport ed alla gastronomia dei Comuni Montani, svoltesi in una emozionante cornice di pubblico, di sapori e note popolari e conclusesi con l’elezione, nell’ambito del Teatro del Gusto e da parte di una quotata giuria di giornalisti enogastronomici, della cuoca siciliana 2010, ossia la signora Lina D'Agostaro autrice di un piatto tipico della tradizione siciliana, la lingua in agrodolce – l’adrenalina e le emozioni raggiungeranno l’apice la sera di venerdì 13 agosto 2010 con la manifestazione “Copilota per una notte” in occasione della quale – in un circuito cittadino disegnato nel suggestivo e incantevole centro storico di Collesano - vedrà sfilare per tutta la serata tra le caratteristiche stradine del centro maronita e in prove spettacolo mozzafiato, le gloriose Porsche del Team Guagliardo con a capo “Mimmo”, insieme alle più moderne auto da rally guidate da Filippo Vara, Totò Riolo, Pino Sicilia, Marco Runfola, Giosuè Rizzuto e Mario La Barbera.
I sette paladini del volante, attori principali del rallysmo isolano, nel pomeriggio saranno preceduti da uno show di Kart presso la centralissima Piazza Mazzini, mentre in serata si esibiranno in un percorso cittadino per fare un piccolo briefing prima di far provare l’ebbrezza dei rally ai fortunati estratti che a partire dalle 18:00 acquisteranno i biglietti.
Un occasione – per gli appassionasti dei rally e per il pubblico in generale, sia per mettere alla prova il proprio coraggio che per fare beneficenza!
Infatti i biglietti che serviranno a raccogliere i fondi necessari per sostenere i disabili di Collesano e le suore, costrette a sostituirsi alla mancante scuola materna.
I motori e la beneficienza, un connubio che farà diventare “Copilota per una notte” (questo lo slogan degli organizzatori) i fortunati possessori dei biglietti estratti.
L’esperienza sarà importante anche dal punto di vista educativo, perché gli esperti piloti offriranno tanta adrenalina al fine di poter far comprendere la differenza tra una guida sportiva in sicurezza e la guida quotidiana ricca di insidie e pericoli.

70. 09/08/10. Runfola-Pollicino secondi al 7° rally del Tirreno
Osman Caristi e Francesco Gismondo su Renault Clio R3 – Ferrara Motors hanno vinto il 7° Rally del Tirreno. L’equipaggio della Sunbeam Motorsport ha preso il comando sin dal primo crono, vincendone in tutto sette sui nove in programma. Secondi sul podio i cefaludesi dell’Island Motorsport Marco Runfola e Marco Pollicino anche loro su Renault Clio R3, come i trapanesi di Partanna Bartolomeo Mistretta ed Andrea Cangemi, portacolori dello Sport Club Partanna. Runfola e Mistretta hanno lottato anche per i punti del monomarca Renault.
Il 7° Rally del Tirreno è stata una gara selettiva, dai ritmi assai sostenuti con duelli serrati in ogni gruppo e classe.
-“Tutto è andato per il meglio – ha dichiarato il felice vincitore al traguardo – la vettura ha funzionato sempre al meglio e noi abbiamo potuto attuare la strategia di gara che ci eravamo prefissati. Sulla P.S. 4 un’indecisione per via di un animale che ha attraversato la strada, ci è costata il successo in prova”- Francesco Gismondo ha festeggiato con la bella vittoria la sua gara numero 199.
-“Per l’intera gara abbiamo cercato il set up ideale – ha commentato Runfola – il risultato è ottimo in prospettiva Trofeo anche se è stata una gara davvero combattuta e difficile”-.
-“E’ stata la mia prima volta al Tirreno – ha detto Mistretta – ed avevo regolato la macchina in modo non ottimale per questo fondo, ho dovuto rivedere tutto dopo le prime prove. Ottimo il bottino per il Campionato Siciliano e per il Trofeo”-.
A ridosso del podio un altro equipaggio messinese della Sunbeam formato da Antonino Armaleo e Graziano Leardi, più veloci nell’ultimo crono della gara sulla Renault Clio R3, con la quale hanno pagato un inconveniente all’elettronica verificatosi a metà nottata. Quinta piazza per i peloritani del Messina Racing Team Giuseppe Alioto e Giovanni Perrone sulla Fiat Punto S1600, con la quale hanno vinto la categoria, anche se limitati dall’errata pressione di gomme sulle prime due prove e poi costretti alla rimonta, centrando un risultato che li avvicina al leader D’Izzia leader del Chasllenge. Partiti in attacco il torrese Mario Lisa e Massimo Cambria di San Pier Niceto, che hanno concluso sesti assoluti e secondi tra le S1600, dopo che una foratura sulla P.S. 3 ha vanificato ogni sforzo. Ottimo settimo posto assoluto per il palermitano del team Phoenix Giancarlo Sabatino che ha portato la Peugeot 106 1.6 16V al primo posto di gruppo A e di classe A6, alla fine di una gara strepitosa e tutta in attacco. Corsa particolarmente ardua per i messinesi de La Martina Rally Team Adriano Urdì e Rosario Lucà, rallentati da una penalità dovuta all’uscita in ritardo dal primo parco assistenza dopo la sostituzione del ponte posteriore danneggiato in prova. Secondo posto in gruppo A e nona piazza assoluta per Salvatore Armaleo, il pilota peloritano per l’occasione navigato da Ivan Vercelli sulla Peugeot 106 1.6 16V. Il giovane sanateteresino portacolori Phoenix Giuseppe Nucita ha portato nella top ten la Ford Fiesta in configurazione R2B, con la quale è stato il migliore tra i pretendenti al Fiesta Sport Trohpy. Con il 12° posto assoluto i messinesi Maurizio Rizzo e Massimo D’Angelo hanno avuto la meglio in gruppo N e classe N3 al volante della Renault Clio RS, precedendo la gemella del ragusano portacolori Aretusa Rally Francesco D’Izzia navigato dal palermitano Mario Ravetto Antinori, che hanno rafforzato la leadership del Challenge di 8^ Zona. In classe N2 successo per il pattese Giovanni Catania su Peugeot 106 1.6 16V che ha preceduto la gemella del trapanese leader di categoria di zona, Francesco Tamburello.
Sfortuna per l’equipaggio jonico formato da Giuseppe La Torre ed Agatino Cafeo sulla Peugeot 207 S2000, primi nella P.S.5, mentre occupavano la seconda posizione assoluta e prendevano sempre più confidenza con la 4x4 aspirata, hanno vanificato ogni sforzo danneggiando un cerchio contro una cunetta. Sulla P.S. 1 ritiro per Luigi Guidara a causa della rottura del cambio sulla Renault Clio S1600. Per problemi alla pompa del carburante della Mitsubishi Lancer EVO X non è uscito dal primo parco assistenza il corleonese Cristoforo Di Miceli. Ritiro anche per il messinese Antonino Cannavò tradito dalla frizione della Reanutl Clio R3 sul 7° crono mentre era non assoluto. Costretti alla bandiera bianca anche il nisseno Roberto Lombardo con il motore della Renault Clio Williams danneggiato ed il messinese Marcello Parnasso che non ha trovato le giuste regolazioni per la sua Renault Clio R3.
Classifica dei primi 10 equipaggi: Assoluta: 1. Osman Caristi- Francesco Gismondo (Renault New Clio) in 48’12”; 2. Runfola-Pollicino (Renault New Clio) a 26”4; 3. Mistretta-Cangemi (Renault New Clio) a 41”1; 4. Armaleo A.-Leardi (Renault New Clio) a 48”5; 5. Alioto-Perrone (Fiat Punto S1600) a 1’32”3; 6. Lisa-Cambria (Renault Clio S1600) a 1’38”3; 7. Sabatino-Canalella (Peugeot 106 rally) a 1’56”3; 8. Urdì-Lucà (Renault Clio S1600) a 2’16”4;  9. Armaleo S.-Vercelli a Peugeot 106 Rally) a 2’25”2;  10. Nucita-Abbate (Ford Fiesta) a 2’33”7

69. 07/08/10. Al Goli…sano Village diventa “Copilota per una Notte”
Al “Goli…sano Village” spazio anche ai motori con diversi piloti di Rally impegnati
in uno show con le proprie auto da gara nell’iniziativa solidale per regalare un sorriso.
I fortunati del pubblico che acquisteranno i biglietti vincenti, saliranno sul sedile di destra!
Collesano (Pa), 6 agosto 2010 – Manca una settimana all’ultimo atto del Goli…sano Village: il Rally Show.
Il “Goli…sano Village - Comunità del cibo delle montagne” si terrà il 7, l’8 e il 13 agosto prossimi nel cuore del parco delle Madonie con l’intento di valorizzare e promuovere la dimensione gastronomica dell’identità e dell’offerta turistica siciliana connessa ai comuni montani.
Il Comune di Collesano sia per via della sua collocazione geografica sia per la sua storia ne diviene la location naturale in quanto esempio vivente delle fusioni sincretiche che caratterizzano la cultura delle popolazioni che si sono via via succedute nella sua terra costituendone l’identità.
Commistioni di culture, dunque, che hanno generato nel tempo nuove culture e modi di concepire il mondo e la vita, in cui è però possibile rintracciare sempre l’elemento propulsore che ha scatenato e continua a scatenare questo fenomeno: l’uomo e le sue passioni.
Tra le passioni del popolo collesanese vi è senza dubbio quella per l’automobilismo, legata saldamente alla mitica Targa Florio e alla storica Collesano-Piano Zucchi, e per questo all’interno della manifestazione e precisamente venerdì prossimo 13 agosto, andrà in scena il Rally Show.
L’evento, organizzato dall’associazione culturale “Golisano Village” in collaborazione con la Onlus “Frate Gabriele Allegra”, sarà patrocinato dal Comune di Collesano, dal Gal Isc Madonie, dall’
Assessorato regionale delle risorse agricole e alimentari, dall’Assessorato regionale del turismo dello sport e dello spettacolo, e vedrà sfilare per tutta la serata tra le caratteristiche stradine del centro madonita, le celebri Porsche del Team Guagliardo con a capo il patron “Mimmo” Guagliardo ed il compagno di avventure Giosuè Rizzuto, insieme alle più moderne auto da rally guidate da Filippo Vara, Totò Riolo, Pino Sicilia, Marco Runfola e Mario La Barbera.
Oltre al Team Guagliardo, sarà presente all’evento anche la struttura di Mario La Barbera, l’ennese LB Tecnorally, con i propri mezzi e le gloriose auto che dominano tutt’oggi i rallies siciliani.
Alla guida delle potenti auto da rally, un gentlemen driver d’eccezione aprirà le danze: il preside volante Nino Vaccarella. Sarà infatti il mitico pilota Ferrari Nino Vaccarella (idolo locale nonché cittadino onorario di Collesano) a fare compagnia ai sette paladini del volante, attori principali del rallysmo isolano
, che nel pomeriggio saranno preceduti da uno show di Kart presso la centralissima Piazza Mazzini.
In serata le auto da rally si esibiranno in un percorso cittadino per fare un piccolo briefing prima di far provare l’ebbrezza della disciplina (con le dovute precauzioni e l’immancabile prudenza) ai fortunati estratti del pubblico che a partire dalle 18:00 potranno acquistare i biglietti. Biglietti che serviranno a raccogliere i fondi necessari per sostenere i disabili di Collesano ed il “Baby Parking” delle suore.
I motori e la beneficienza, un connubio che farà diventare “Copilota per una notte” (questo lo slogan degli organizzatori) i fortunati possessori dei biglietti estratti.
I tagliandi saranno disponibili presso la sede di via Roma ed attraverso la capillare distribuzione sul percorso da parte dei ragazzi dell’
associazione culturale “Golisano Village”. L’esperienza sarà importante anche dal punto di vista educativo, perché gli esperti piloti offriranno tanta adrenalina al fine di poter far comprendere la differenza tra una guida sportiva in sicurezza e la guida quotidiana ricca di insidie e pericoli.
Nella foto: Ninni Vaccarella

68. 01/08/10. Di Fulvio il più veloce alla Collesano-Piano Zucchi
La storica salita Collesano-Piano Zucchi con la sua rievocazione promossa nel Campionato Italiano Montagna Autostoriche, vede Stefano Di Fulvio far registrare il miglior tempo.
Natale Mannino vince il secondo gruppo come Maurizio Arnone il primo raggruppamento

Si è conclusa tra due ali di folla la quarta rievocazione storica della mitica Collesano-Piano Zucchi (la prima si è corsa nel 2007 dopo 20 anni di silenzio dei motori), valida per il Campionato Italiano Montagna Autostoriche, per il Trofeo Italia, per il Campionato Siciliano della specialità.
Svolta per la prima volta l’11 luglio 1976, vide la vittoria della Lola 2000 di “Bitter” e, dopo 34 anni, la gara è stata valida come nona delle dodici prove del tricolore 2010 grazie alla tenacia dell’associazione locale “Sicilia Racing” che ha organizzato l’evento grazie anche al patrocinio della Provincia Regionale di Palermo, della Regione Siciliana, dell’Assessorato regionale allo sport e dell’Amministrazione comunale di Collesano.
Le 90 auto delle 111 iscritte, dopo le due salite di prove ufficiali disputate ieri, oggi per definire la classifica finale hanno effettuato altrettante salite partendo puntualmente nel percorso lungo 4800 metri, difficili ma completi, meravigliosamente incastonati tra i monti più alti delle Madonie. Il tracciato, accuratamente allestito dal team di Simone Li Fonti, è stato verificato da due apripista d’eccezione come Filippo Vara (con la propria Renault New Clio R3C) e Giovanni Chinnici (su Ferrari) a partire dalla partenza di Collesano sulla S.P.19 poco dopo la fine del centro abitato “Puntalazzo” (500m slm) sino all’arrivo 300 metri più su, poco dopo il bivio di Munciarrati (800m slm) al km. 0+200 della S.P.54.
Tra gli 83 classificati, Stefano Di Fulvio (nella foto di Claudia Colombo) ha fatto registrare il miglior tempo a bordo dell’impeccabile Osella PA9 che appena una settimana fa lo ha visto trionfare alla Termini-Caccamo.
Alle spalle del toscano del Team Di Fulvio, il podio di terzo raggruppamento è stato completato dal palermitano Mimmo Guagliardo sulla sua potente Porsche 911 Silhouette e Ciro Barbaccia con la consueta Osella PA9/90. Il podio del secondo gruppo è stato monopolizzato dalle Porsche 911, a partire dal più lesto Natale Mannino, autore di una gara perfetta grazie al potente mezzo offerto dal Guagliardo Historic Porsche Team. Dietro il palermitano i due concittadini Giuseppe Trinca (rallentato da problemi al cambio) ed Alberto Billa. Il primo raggruppamento è andato appannaggio della Lotus Elan S
  di Maurizio Arnone, a poco più di un secondo dalla Porsche 911 S di Salvatore Battaglia, fortunato nell’avere la meglio (per appena 16 centesimi) sull’altra 911 del veloce Gaetano Gioè.
Grande novità della quarta rievocazione è stata la possibilità di poter seguire in diretta video, attraverso lo streaming via internet, tutte le fasi di gara dalle prove sino alle due salite odierne, tutto questo attraverso il sito
www.collesanopianozucchi.it che insieme alla WebTV gestita da “Collesano Eventi Live” ha potuto offrire ai suoi visitatori un servizio unico nel suo genere.
In presenza delle autorità locali, degli organizzatori e dell’instancabile direttore di gara Francesco Tartamella, la manifestazione si è conclusa nella centralissima Piazza Mazzini di Collesano, proprio su quel tratto di strada reso famoso dalla mitica Targa Florio, dove sono stati premiati i piloti ed è stato celebrato il Memorial intitolato al magistrato Rocco Chinnici ucciso dalla mafia il 29 luglio 1983. 

67. 31/07/10. La classifica delle prove
In gara nella Collesano-Piano Zucchi anche i cefaludesi Vaccaro e Gemello

67. 31/07/10. La Collesano-Piano Zucchi accende i motori
La storica salita Collesano-Piano Zucchi con la sua rievocazione promossa nel Campionato Italiano Montagna Autostoriche, insieme ai suoi 90 piloti, parte con due salite di prove ufficiali.
Domani le due manche cronometrate.

E’ scattata stamattina con due manche di prove ufficiali la quarta rievocazione storica della mitica cronoscalata Collesano-Piano Zucchi (la prima si è corsa nel 2007 dopo 20 anni di silenzio dei motori), valida per il Campionato Italiano Montagna Autostoriche, per il Trofeo Italia, per il Campionato Siciliano della specialità.
Svolta per la prima volta l’11 luglio 1976, vide la vittoria della Lola 2000 di “Bitter” e, dopo 34 anni, la gara vive ancora oggi come nona delle dodici prove del tricolore 2010 grazie alla tenacia dell’associazione locale “Sicilia Racing” che organizza l’evento grazie anche al patrocinio della Provincia Regionale di Palermo, della Regione Siciliana, dell’Assessorato regionale allo sport e dell’Amministrazione comunale di Collesano.
La gara nella giornata di ieri ha visto verificare ben 90 auto delle 111 iscritte, partite puntualmente stamattina nel percorso lungo 4800 metri, difficili ma completi, meravigliosamente incastonati tra i monti più alti delle Madonie. Il tracciato ricalca parzialmente quello originale con partenza da Collesano sulla S.P.19 poco dopo la fine del centro abitato “Puntalazzo” (500m slm) ed arrivo 300 metri più su, poco dopo il bivio di Munciarrati (800m slm) al km. 0+200 della S.P.54.
I primi chilometri cronometrati destinati alle prove ufficiali, oggi hanno evidenziato la superiorità di Mimmo Guagliardo e Stefano Di Fulvio (nella foto Colombo), il primo più veloce di tutti nella prima salita a bordo della sua potente Porsche 911 Silhouette, il secondo autore del miglior tempo della giornata su quell’Osella PA9 che meno di una settimana fa lo ha visto trionfare alla Termini-Caccamo.
Dietro i leader del terzo raggruppamento, altre due Porsche 911 del Team Guagliardo hanno dominato il secondo ed il primo gruppo, rispettivamente Giuseppe Trinca e Salvatore Battaglia.
Domani, dopo la sfilata degli apripista Totò Riolo (a bordo di un prototipo Gisa), Filippo Vara (con la propria Renault New Clio R3C) e Giovanni Chinnici (su Ferrari), le due cronometrate stabiliranno il più veloce e soprattutto i vincitori dei tre raggruppamenti alla luce della regolamentazione per le auto storiche che prevede tre gruppi distinti definiti in funzione dell’anno di produzione del mezzo.
Intanto stasera spazio al divertimento con “l’aperitipico”, un aperitivo offerto dal comitato organizzatore che farà gustare ai presenti di piazza Mazzini le bontà che solo le Madonie sanno offrire; tutto naturalmente accompagnato da buona musica Jazz e Blues rigorosamente dal vivo.
La premiazione si svolgerà a fine gara a Collesano in Piazza Mazzini, proprio su quel tratto di strada reso famoso dalla mitica Targa Florio. Nella premiazione verrà inoltre celebrato il Memorial intitolato al magistrato Rocco Chinnici ucciso dalla mafia il
29 luglio 1983.
Ulteriori informazioni possono essere consultate attraverso il sito
www.collesanopianozucchi.it dove sarà possibile seguire la manifestazione attraverso le dirette della WebTV gestita da “Collesano Eventi Live”

66. 30/07/10. Ben 111 iscritti alla Collesano-Piano Zucchi
La rievocazione storica della mitica cronoscalata Collesano-Piano Zucchi raccoglie i primi frutti degli incessanti sforzi fatti dall’associazione collesanese “Sicilia Racing”, organizzatore unico della manifestazione.
Sono ben 111 gli iscritti alla gara in programma da venerdì 30 luglio a domenica 1 agosto, patrocinata dalla Provincia Regionale di Palermo, dalla Regione Siciliana, dall’Assessorato regionale allo sport e dall’Amministrazione comunale di Collesano e valida per il Campionato Italiano Montagna Autostoriche, per il Trofeo Italia, per il Campionato Siciliano della specialità.
Svolta per la prima volta l’11 luglio 1976, vide la vittoria della Lola 2000 di “Bitter” e, dopo 34 anni, la gara vive ancora oggi come nona delle dodici prove del tricolore 2010 grazie alla tenacia dell’associazione locale “Sicilia Racing” e si disputerà sul classico percorso lungo 4800 metri difficili ma completi, meravigliosamente incastonati tra i monti più alti delle Madonie. Il tracciato ricalca parzialmente quello originale con partenza da Collesano sulla S.P.19 poco dopo la fine del centro abitato “Puntalazzo” (500m slm) ed arrivo 300 metri più su, poco dopo il bivio di Munciarrati (800m slm) al km. 0+200 della S.P.54.
Lo scorso anno la vettura più veloce è risultata la Osella Pa 9-90 di terzo raggruppamento condotta dal pilota di Marineo, Ciro Barbaccia in 5’38”487, mentre Raffaele Picciurro (con una Porsche 911 Rs) e Franco Massimo (Bmw 2002 Ti) i rispettivi vincitori del secondo e del primo raggruppamento.
Nella sua quarta rievocazione, la gara madonita ha rispettato le previsioni dei suoi organizzatori e da domani vedrà i protagonisti del Campionato Italiano della specialità grazie alle “Sport” del Team Di Fulvio, Angelo De Angelis, Giampaolo Ceraolo, Mario Rotolo, Roberto Turriziani e Ciro Barbaccia.
Ai prototipi si aggiungeranno diverse auto del marchio di Stoccarda, come le sette Porsche del Team Guagliardo con a capo “Mimmo” a bordo di una potente Silhouette e Natale Mannino sulla vincente 911. A fare gli onori di casa ci saranno tanti piloti locali, pronti a ben figurare tra le strade amiche davanti al proprio pubblico.
Il programma di questa rievocazione per auto storiche (la prima si è corsa nel 2007 dopo 20 anni di silenzio dei motori) prevede lo svolgimento delle verifiche sportive e tecniche domani venerdì 30 luglio in via Roma a Collesano davanti il Museo della Targa Florio, prima delle due salite di prove ufficiali previste sabato 31 luglio. Sabato sera spazio al divertimento con “l’aperitipico”, un aperitivo offerto dal comitato organizzatore che farà gustare ai presenti di piazza Mazzini le bontà che solo le Madonie sanno offrire; tutto naturalmente accompagnato da buona musica Jazz e Blues rigorosamente dal vivo. Domenica 1 agosto il direttore di gara Francesco Tartamella, darà il via alla gara che si disputerà su due manche e che vedrà al via degli apripista d’eccezione come Totò Riolo (a bordo di un prototipo Gisa), Filippo Vara (con la propria Renault New Clio R3C) e Giovanni Chinnici (su Ferrari 348).
La premiazione si svolgerà a fine gara a Collesano in Piazza Mazzini, proprio su quel tratto di strada reso famoso dalla mitica Targa Florio. Nella premiazione verrà inoltre celebrato il Memorial intitolato al magistrato Rocco Chinnici ucciso dalla mafia il
29 luglio 1983.

65. 29/07/10. Il team Guagliardo si sposta per la Collesano-Piano Zucchi
Il Guagliardo Historic Porsche Team dopo la Termini-Caccamo si sposta sull’impegnativa Collesano-Piano Zucchi per seguire “Mimmo” ed i suoi clienti Bellomare, Li Calsi, Trinca, Battaglia e Mannino.
Collesano (Pa), 28 luglio 2010 – Dopo le brillanti prestazioni dello scorso week end alla Termini-Caccamo, il team Guagliardo si sposta dal Golfo Imerese alle Madonie per la quarta rievocazione storica della Collesano-Piano Zucchi.
A Termini Imerese il team ha raccolto ottimi risultati, come la vittoria sfiorata (per appena 1”72) dalla potente Porsche Silhouette preparata dallo stesso Mimmo Guagliardo (la vettura che divide con Rizzuto nel campionato in pista) ed il successo nel secondo raggruppamento dell’altra 911 di Natale Mannino (come avvenne anche nel 2008)
A Collesano saranno al via sei Porsche 911 del Guagliardo Historic Porsche Team: Salvatore Battaglia, Pino Bellomare, Salvo Li Calsi, Giuseppe Trinca, Natale Mannino e Mimmo Guagliardo.
In programma da venerdì 30 luglio a domenica 1 agosto e valida per il Campionato Italiano Montagna Auto Storiche, per il Trofeo Italia e per il Campionato Siciliano della specialità, la gara vive ancora oggi come nona delle dodici prove del tricolore 2010 grazie alla tenacia dell’associazione locale “Sicilia Racing” e si disputerà sul classico percorso lungo 4800 metri difficili ma completi, meravigliosamente incastonati tra i monti più alti delle Madonie. Il tracciato ricalca parzialmente quello originale con partenza da Collesano sulla S.P.19 poco dopo la fine del centro abitato “Puntalazzo” (500m slm) ed arrivo 300 metri più su, poco dopo il bivio di Munciarrati (800m slm) al km. 0+200 della S.P.54.
Il programma di questa rievocazione per autostoriche (la prima si è corsa nel 2007 dopo 20 anni di silenzio dei motori) prevede lo svolgimento delle verifiche sportive e tecniche nella giornata di venerdì 30 luglio in via Roma a Collesano davanti il Museo della Targa Florio, prima delle due salite di prove ufficiali previste sabato 31 luglio. Domenica 1 agosto il via della gara che si disputerà su due manche.
Nella foto di Mario Gallà:la macchina di Mimmo Guagliardo

64. 27/07/10. Tutto pronto per la Collesano-Piano Zucchi
La storica salita Collesano-Piano Zucchi con la sua rievocazione promossa nel Campionato Italiano Montagna Autostoriche, entra nella decisiva settimana di gara insieme ai suoi numerosi iscritti.
Domani si chiudono le iscrizioni e già si supera quota 90
 La rievocazione storica della mitica cronoscalata Collesano-Piano Zucchi entra nella decisiva settimana di gara insieme agli incessanti sforzi dell’associazione collesanese “Sicilia Racing”, organizzatore unico della manifestazione.
In programma da venerdì 30 luglio a domenica 1 agosto e valida per il Campionato Italiano Montagna Autostoriche, per il Trofeo Italia e per il Campionato Siciliano della specialità, la gara sarà patrocinata dalla Provincia Regionale di Palermo, dalla Regione Siciliana, dall’Assessorato regionale allo sport e dall’Amministrazione comunale di Collesano.
Svolta per la prima volta l’11 luglio 1976, vide la vittoria della Lola 2000 di “Bitter” e, dopo 34 anni, la gara vive ancora oggi come nona delle dodici prove del tricolore 2010 grazie alla tenacia dell’associazione locale “Sicilia Racing” e si disputerà sul classico percorso lungo 4800 metri difficili ma completi, meravigliosamente incastonati tra i monti più alti delle Madonie. Il tracciato ricalca parzialmente quello originale con partenza da Collesano sulla S.P.19 poco dopo la fine del centro abitato “Puntalazzo” (500m slm) ed arrivo 300 metri più su, poco dopo il bivio di Munciarrati (800m slm) al km. 0+200 della S.P.54.
Lo scorso anno la vettura più veloce è risultata la Osella Pa 9-90 di terzo raggruppamento condotta dal pilota di Marineo, Ciro Barbaccia in 5’38”487, mentre Raffaele Picciurro (con una Porsche 911 Rs) e Franco Massimo (Bmw 2002 Ti) i rispettivi vincitori del secondo e del primo raggruppamento.
Nella sua quarta rievocazione, la gara madonita a poco meno di 48 ore dalla chiusura delle sue iscrizioni, ha superato già quota 90 con le “Sport” del Team Di Fulvio, Roberto Turriziani, Uberto Bonucci, Paolo Cantarella, Massimo Vezzosi,
  Giampaolo Ceraolo e Giovanni Pagliarello, leader del 1° Raggruppamento. Oltre ai numerosi prototipi, non mancheranno le Porsche del Team Guagliardo con a capo “Mimmo” e Natale Mannino. A fare gli onori di casa ci saranno invece ben 15 piloti collesanesi, pronti a ben figurare tra le strade amiche davanti al proprio pubblico.
Della partita sarà anche il veloce Pippo Savoca, a bordo della sua consueta BMW 635, rimessa appositamente in sesto dopo la piccola “toccata” della Termini-Caccamo. Il programma di questa rievocazione per autostoriche (la prima si è corsa nel 2007 dopo 20 anni di silenzio dei motori) prevede lo svolgimento delle verifiche sportive e tecniche nella giornata di venerdì 30 luglio in via Roma a Collesano davanti il Museo della Targa Florio, prima delle due salite di prove ufficiali previste sabato 31 luglio. Sabato sera spazio al divertimento con “l’aperitipico”, un aperitivo offerto dal comitato organizzatore che farà gustare ai presenti di piazza Mazzini le bontà che solo le Madonie sanno offrire; tutto naturalmente accompagnato da buona musica Jazz e Blues rigorosamente dal vivo. Domenica 1 agosto il direttore di gara Francesco Tartamella, darà il via alla gara che si disputerà su due manche. La premiazione si svolgerà a fine gara a Collesano in Piazza Mazzini, proprio su quel tratto di strada reso famoso dalla mitica Targa Florio. Nella premiazione verrà inoltre celebrato il Memorial intitolato al magistrato Rocco Chinnici ucciso dalla mafia il
29 luglio 1983.
Gli organizzatori in questi ultimi giorni, per incrementare il numero degli iscritti, hanno inoltre realizzato degli incentivi per agevolare le iscrizioni di gruppo fatte dalle scuderie e le iscrizioni fatte dai piloti locali.
Ulteriori informazioni possono essere consultate attraverso il sito internet
www.collesanopianozucchi.it
Le iscrizioni si chiuderanno mercoledì 28 luglio e vanno inviate a:
Sicilia Racing - via Umberto I, 72 - 90016 Collesano (Pa) - Tel. 339.6575680 Fax 0921.664221

63. 26/07/10. Di Benedetto e Giordano vincono la prima edizione del Ronde Alte Madonie.


Nella foto di Mario Gallà:
Di Benedetto-Giordano Peugeot 207 Super 2000
La coppia di Canicattì è stata accolta da un tripudio di spettatori che hanno assistito ai quattro passaggi della speciale di “Bompietro”.

Pienamente rispettato il pronostico della vigilia che vedeva Davide Di Benedetto e Lorenzo Giordano favoriti. I due portacolori della Scuderia Island Motorsport hanno vinto la prima edizione del Ronde Alte Madonie, a bordo della loro Peugeot 207 Super 2000, preparata da Terrosi, imponendosi in tutti e quattro i tratti cronometrati della gara. Un successo a mani basse quello dei due ragazzi di Canicattì. Per la vittoria non c’è stata storia. << Un risultato che fa morale -ha detto il pilota all’arrivo- ho disputato questa gara per effettuare un test in vista dei miei prossimi impegni nel Campionato Italiano. Soddisfazione anche per Roberto Lombardo ed Alessio Spiteri giunti secondi al traguardo. I due nisseni, portacolori della Caltanissetta Corse, hanno sempre gestito ottimamente il proprio vantaggio accumulato nei confronti degli altri inseguitori ed hanno cercato di tenere testa alla coppia vincitrice, nonostante il gap di potenza della loro Clio Williams di ex Gruppo A nei confronti della vettura dei vincitori. Sul gradino più basso del podio hanno trovato posto i messinesi Osman Caristi e Francesco Gismondo, al via con una Renault New Clio di Gruppo R, della Ferrara Motors, nonostante una “toccata” sull’ultimo tratto cronometrato. Ricca di colpi di scena la gara disputata sulla catena montuosa delle Madonie ed organizzata dalla Scuderia Ps Start di Montelepre. Numeroso l’afflusso di pubblico che ha applaudito i paladini del volante, assiepandosi lungo le spettacolari curve del tracciato. Hanno completato la “top five” gli equipaggi Trupiano-Turra e Alito-Anastasi.
Classifica Generale
1)     Di Benedetto-Giordano Peugeot 207 Super 2000 in 15’28”,6
2)     Lombardo-Spiteri Renault Clio Williams Fuori Omologazione Gr. A a 15”,7
3)     Caristi-Gismondo Renault New Clio Gruppo R a 27”,0
4)     Trupiano-Turra Renault New Clio Gruppo R a 34”,5
5)     Alito-Anastasi Fiat Punto Super 1600 a 40”,8
6)     Nucci-Gelardi Renault Clio Super 1600 a 43”,5
7)     Di sclafani-Portera Renault New Clio Gruppo R a 47”,3
8)     Leo-Duro Peugeot 106 Gruppo A a 52”,3
9)     Di Lorenzo-Cardella Mitsubishi Lancer Evo 7 Gruppo N a 54”,8
10)  Mirabile-Catalano Renault Clio Light Gruppo N a 1’5”,1

62. 26/07/10. L’Osella di Di Fulvio è la più veloce nella 3a Termini-Caccamo
A poco meno
di 2” la Porsche di Guagliardo – Nel primo Raggruppamento vittoria della Lotus dell’agrigentino Arnone e nel 2° della Porsche di Natale Mannino
PALERMO, 25 luglio 2010 – L’Osella PA9 del giovane Stefano Di Fulvio ha realizzato il miglior tempo in 4’03”96 alla media di 109,20 km/h nella terza edizione per autostoriche della Cronoscalata TERMINI-CACCAMO, ottava delle 12 prove del Campionato Italiano Autostoriche della Montagna. Il pilota abruzzese ha festeggiato nel migliore dei modi il suo 24mo compleanno, vincendo il terzo raggruppamento davanti ad un più che coriaceo Mimmo Guagliardo, staccato di appena 1”72 alla guida della Porsche Silhouette autopreparata.
“Dopo il forfeit di Barbaccia – ha dichiarato il riccioluto pilota della Promotor – sono salito abbastanza in scioltezza cercando di non fare errori su un percorso molto scivoloso, nonostante oggi non facesse troppo caldo. Il campionato ? Non abbiamo mire particolari, andiamo avanti continuando i test con diversi propulsori”.
Fuori fin dalla seconda salita di prova per problemi meccanici l’Osella del palermitano Ciro Barbaccia, le Porsche si sono brillantemente inserite sull’ipotetico podio della cronoscalata organizzata dall’Automobile Club Palermo e dal Gruppo Trinacria Corse con il patrocinio delle Amministrazioni Comunali
di Termini Imerese e Caccamo.
Detto di Guagliardo, autore di una prestazione maiuscola con la vettura che divide con Rizzuto nel campionato in pista, bisogna citare la terza prestazione di Natale Mannino, che ha così anche ripetuto la vittoria del 2008 nel Secondo Raggruppamento, precedendo questa volta l’ottimo Alberto Billa, il locale Sunzeri, Palermo, “Rocco” e La Franca, primo tra le GT
Nel Primo Raggruppamento la Lotus Elan dell’agrigentino Maurizio Arnone (Aspas) ha dato un dispiacere alla Porsche di Totò Battaglia, promotore della gara staccato di appena 72 centesimi, con Gioè, la spettacolare Abarth 1000 di Musumeci, Ferrarella e Fullone in scia.
Nel 3° dietro a Di Fulfio e Guagliardo si sono inseriti il madonita Mazzola, l’Osella di Turriziani e l’X 1/9 del termitano Cristadoro che ha avuto la meglio sul secondo dei Di Fulvio, Simone.
1° RAGGRUPPAMENTO: 1. Maurizio Arnone (Lotus Elan) in 4’46”04; 2. Battaglia (Porsche 911) 4’46”76; 3. Gioè (Porsche 911) 4’57”63.
2° RAGGRUPPAMENTO: 1. Natale Mannino (Porsche 911) in 4’16”87; 2. Billa (Porsche 911) 4’20”84; 3. Sunzeri (Porsche 911) 4’26”58.
3° RAGGRUPPAMENTO: 1. Stefano Di Fulvio (Osella PA9) in 4’03”96; 2. Guagliardo (Porsche 911) 4’05”68; 3. Mazzola (Porsche 911) 4’23”08.

  
Nelle foto: Stefano Di Fulvio, autore della migliore prestazione in gara 

61. 24/07/10. 94 i piloti iscritti alla 3a Cronoscalata Termini-Caccamo per Autostoriche
Sono ben 94 i piloti e le vetture iscritte alla terza edizione per autostoriche della Cronoscalata TERMINI-CACCAMO in programma sabato e domenica prossimi in provincia di Palermo. E’ stato quindi sfiorato l’obiettivo dei 100 iscritti che si erano prefissati gli organizzatori dell’Automobile Club Palermo e del Gruppo Trinacria Corse per l’ottava delle dodici prove del Campionato Italiano Montagna Autostoriche. “Siamo ampiamente soddisfatti per quest’ulteriore balzo in avanti della manifestazione – ha commentato Salvatore Battaglia, pilota e promoter della manifestazione – merito certamente della validità per il tricolore, per il Trofeo Italia e per il Campionato Siciliano, ma anche della validità tecnica del tracciato e della proverbiale ospitalità delle cittadine che l’hanno fortemente voluta”.
A ranghi completi i protagonisti del tricolore, che sfideranno gli specialisti siciliani dei vari Raggruppamenti. Nel 3° Raggruppamento, quello che per intenderci vedrà l’autore della migliore prestazione assoluta, ci saranno le Osella 2000 di Di Fulvio e Turriziani opposte alla vettura gemella del marinese Ciro Barbaccia (nella foto), terzo lo scorso anno,  mentre subito in scia si preannunciano la Porsche di Mimmo Guagliardo, le X 1/9 Dallara di Simone Di Fulvio e Giannantonio, la Porsche di Mazzola, l’Ascona 400 di Altopiano, la BMW 635 di Pippo Savoca, la BMW 320 di Diana e la X 1/9 GTS di Reale (Publimotor), primo di classe nel tricolore.
Nel 2° Raggruppamento scontato il monopolio Porsche con le 911 di Mannino, Billa, Picciurro, del rientrante “Giartuas”, Dolce, Palermo, del locale Sunzeri  e di La Franca. Nelle altre classi in evidenza le Alfa Romeo di Munafò, La Rocca, Vinciguerra e Culcasi e le BMW di Vittorio Gianni. Nel 1°, infine, Battaglia cercherà di ripetere l’exploit dello scorso anno tra la Lotus di Arnone, la Pilbeam di De Angelis, l’Abarth di Rosario Musumeci e con la Fiat Siata 508 Mille Miglia di Gianni Pagliarello, protagonista del tricolore e vettura più “anziana” al via. Tra le Scuderie spiccano le 21 iscrizioni dell’Aspas, le 16 del Class Driver Club, le 11 del Gruppo Trinacria Corse e le 6 dell’Erice Historic Car.
La gara patrocinata dalle Amministrazioni comunali
di Termini e Caccamo si disputerà sul classico percorso di 7400 metri ricavato  sulla S.S. 285 con partenza da Termini, nei pressi dello svincolo autostradale, ed arrivo a Caccamo al km. 9+100 con un dislivello tra partenza ed arrivo di 361metri. La prima edizione si svolse nel lontano 1965 e vide la vittoria della Ferrari GTO di Ferdinando Latteri, mentre lo scorso anno la vettura più veloce è risultata la Bogani Sport di Totò Riolo.
Il programma di questa terza edizione prevede lo svolgimento delle verifiche sportive e tecniche nella giornata  di sabato 24 luglio (10,30-13 e 15-18) in piazza Marina a Termini Imerese. Domenica 25 luglio con inizio alle ore 8,30 si svolgeranno le prove ufficiali e subito dopo sarà dato il via alla gara che si disputerà su un’unica manche. La premiazione si svolgerà a fine gara presso il Castello di Caccamo. Tutte le informazioni sono reperibili sul nuovo sito della manifestazione: www.gruppotrinacriacorse.it  Ufficio Stampa Cronoscalata Termini-Caccamo

60. 24/07/10. Pronostico difficile al 1° Rally Ronde Alte Madonie
Sono settanta gli equipaggi iscritti alla prima edizione del Ronde Alte Madonie che si disputerà questo fine settimana sulle strade della catena montuosa della provincia di Palermo. Si preannuncia una gara combattuta, con almeno cinque equipaggi in lizza per la vittoria finale.
Gangi – Difficile azzardare un pronostico per il 1° Rally Ronde Alte Madonie. La gara rallystica, organizzata dalla scuderia P.S. Start di Montelepre, si disputerà sulla catena montuosa delle Madonie, Domenica 25 luglio. Domani, a Gangi,
  presso la scuola elementare Don Bosco, nella mattinata, avranno luogo le verifiche tecnico sportive. Ben settanta sono gli equipaggi che si apprestano a tagliare il nastro dell'edizione d'esordio della manifestazione madonita, un numero che fa ben sperare per il futuro. Il via ufficiale della competizione sarà dato Domenica alle 8,15, dal centro madonita di Geraci Siculo, da dove le vetture si muoveranno alla volta della prova speciale denominata “Bompietro”, che dovrà essere disputata per quattro volte. Riordini e parchi assistenza troveranno sede presso la zona commerciale di bivio Madonnuzza. Il primo equipaggio sarà invece atteso all'arrivo, a Bompietro, in piazza Rimembranza, alle 18,00 di Domenica. Saranno almeno cinque gli equipaggi pronti a sfidarsi per la vittoria assoluta. Il ruolo di favoriti d'obbligo spetta ai fratelli  Davide e Fofò Di Benedetto, al via, rispettivamente in coppia, con Lorenzo Giordano e Rino Muratore. Differenti le vetture utilizzate per il confronto; Davide sarà ai nastri di partenza con una Peugeot 207 Super 2000, Fofò invece salirà a bordo di una Ford Escort Cosworth. Sempre pronti ad inserirsi nella mischia ci saranno i nisseni Fabrizio La Rocca ed Eros Di Prima con una Mitsubishi Lancer Evo X, i loro concittadini Roberto Lombardo ed Alessio Spiteri con la consueta Renault Clio Williams ed i messinesi Osman Caristi e Francesco Gismondo a bordo di una Renault New Clio di Gruppo  R. Ruolo di outsider spetterà ai cefaludesi Provenza-Glorioso e Giardina-Saja, della partita rispettivamente con una Mitsubishi Lancer Evo 9 ed una Renault Clio Williams. A questi si aggiungerà uno stuolo di Renault New Clio di Gruppo R, capitanate dai veloci Trupiano-Turra e Di Sclafani-Portera. In Gruppo A sarà da seguire la lotta tra Leo-Duro e Sabatino-Canalella. Anche la categoria due ruote motrici di Gruppo N e le classi minori sapranno regalare agli spettatori forti emozioni. Ufficio Stampa Ronde Alte Madonie  (Nella foto l'equipaggio Lombardo-Spiteri - foto Di Vincenzo)

59. 23/07/10. La Collesano-Piano Zucchi attende i suoi protagonisti
La storica salita Collesano-Piano Zucchi con la sua rievocazione promossa nel Campionato Italiano Montagna Autostoriche, torna ai fasti degli anni ottanta grazie alle prestigiose presenze.
Continuano incessanti gli sforzi dell'associazione collesanese
"Sicilia Racing", organizzatore unico della
Cronoscalata Autostoriche "Collesano-Piano Zucchi. Memorial Rocco Chinnici" in programma da venerdì 30 luglio a domenica 1 agosto e valida per il Campionato Italiano Montagna Autostoriche, per il Trofeo Italia e per il Campionato Siciliano della specialità. La gara, patrocinata dalla Provincia Regionale di Palermo, dalla Regione Siciliana, dall'Assessorato regionale allo sport e dall'Amministrazione comunale di Collesano, si svolse per la prima volta l'11 luglio 1976 e vide la vittoria della Lola 2000 di "Bitter".
Dopo 34 anni, la gara ha mantenuto intatto il suo fascino: la nona delle dodici prove del tricolore 2010 si disputerà sul classico percorso lungo 4800 metri difficili ma completi, meravigliosamente incastonati tra i monti più alti delle Madonie. Il tracciato ricalca parzialmente quello originale con partenza da Collesano sulla strada provinciale 19 poco dopo la fine del centro abitato
"Puntalazzo" (500m slm) ed arrivo 300 metri più su, poco dopo il bivio di Munciarrati (800m slm) al km. 0+200 della SP 54.
Lo scorso anno la vettura più veloce è risultata la Osella Pa 9-90 di terzo raggruppamento condotta dal pilota di Marineo, Ciro
Barbaccia in 5'38"487, mentre Raffaele Picciurro (con una Porsche 911 Rs) e Franco Massimo (Bmw 2002 Ti) sono stati i vincitori del secondo e del primo raggruppamento.
Nella sua quarta rievocazione la gara madonita sta ricevendo diversi consensi, molti eccellenti come le "Sport" del Team Di Fulvio: Roberto
Turriziani, Uberto Bonucci, Paolo Cantarella, Massimo Vezzosi, Giampaolo Ceraolo e Giovanni Pagliarello, leader del 1° Raggruppamento hanno assicurato la loro presenza. Oltre ai numerosi prototipi, non mancheranno le Porsche del Team Guagliardo con a capo "Mimmo" e Natale Mannino. A fare gli onori di casa ci saranno invece ben quindici piloti collesanesi, pronti a ben figurare tra le strade amiche davanti al proprio pubblico.
Il programma di questa rievocazione per autostoriche (la prima si è corsa nel 2007 dopo 20 anni di silenzio dei motori) prevede lo svolgimento delle verifiche sportive e tecniche nella giornata di venerdì 30 luglio in via Roma a Collesano davanti il Museo della Targa Florio, prima delle due salite di prove ufficiali previste sabato 31 luglio.
Sabato sera spazio al divertimento con
"l'aperitipico", un aperitivo offerto dal comitato organizzatore che farà gustare ai presenti di piazza "quattro cannoli" le bontà che solo le Madonie sanno offrire; tutto naturalmente accompagnato da buona musica Jazz e Blues rigorosamente dal vivo.
Domenica 1 agosto il direttore di gara Francesco
Tartamella, darà il via alla gara che si disputerà su due manche. La premiazione si svolgerà a fine gara a Collesano in Piazza Mazzini, proprio su quel tratto di strada reso famoso dalla mitica Targa Florio. Nella premiazione verrà inoltre celebrato il Memorial intitolato al magistrato Rocco Chinnici ucciso dalla mafia il 29 luglio 1983.
Gli organizzatori in questa ultima settimana, per incrementare il numero degli iscritti, hanno inoltre realizzato degli incentivi per agevolare le iscrizioni di gruppo fatte dalle scuderie e le iscrizioni fatte dai piloti locali.
Ulteriori informazioni possono essere consultate attraverso il sito internet della manifestazione,
www.collesanopianozucchi.it.

58. 23/07/10.Chiuse le iscrizioni per la Termini-Caccamo
Si sono chiuse ieri le iscrizioni alla Cronoscalata Autostoriche TERMINI-CACCAMO in programma sabato e domenica prossimi (24-25 luglio) in provincia di Palermo.
Ottava delle dodici prove del Campionato Italiano Montagna Autostoriche, la gara sarà anche valida per il Trofeo Italia Autostoriche e per il Campionato Siciliano della specialità.
La gara patrocinata dalle Amministrazioni comunali di Termini e Caccamo con in testa i rispettivi Sindaci Antonino Burrafato e Desiderio Capitano, si disputerà sul classico percorso di 7400 metri ricavato sulla S.S. 285 con partenza da Termini, nei pressi dello svincolo autostradale, ed arrivo a Caccamo al km. 9+100 con un dislivello tra partenza ed arrivo di 361metri.
Il programma di questa terza edizione per autostoriche (la prima si è corsa nel 2008 dopo 11 anni di pausa) prevede lo svolgimento delle verifiche sportive e tecniche nella giornata di sabato 24 luglio (10,30-13 e 15-18) in piazza Marina a Termini Imerese.
Domenica 25 luglio con inizio alle ore 8,30 si svolgeranno le prove ufficiali e subito dopo sarà dato il via alla gara che si disputerà su un’unica manche. La premiazione si svolgerà a fine gara presso il Castello di Caccamo

57. 23/07/10. Al via il Rally Ronde Alte Madonie
Prossimo al via il 1° Rally Ronde Alte Madonie. L’edizione d’esordio della gara, che si disputerà in provincia di Palermo Sabato 24 e Domenica 25 luglio, è organizzata dalla scuderia P.S. Start di Montelepre. Cospicuo il numero degli iscritti per una manifestazione che si appresta a muovere i suoi primi passi. Sono circa settanta gli equipaggi, suddivisi tra vetture moderne e storiche, che Sabato mattina si avvicenderanno nelle operazioni di verifica tecnico-sportiva a Gangi, presso la scuola elementare Don Bosco. Il via ufficiale della gara sarà dato Domenica alle 8,15, dal centro madonita di Geraci Siculo, da dove le vetture si muoveranno alla volta della prova speciale denominata “Bompietro”, che dovrà essere disputata per quattro volte. Il parco assistenza e riordini troveranno sede presso la zona commerciale di “Madonnuzza”. L'arrivo è invece previsto nella centrale piazza Rimembranza di Bompietro, dove il primo concorrente salirà sul palco alle 18,00 di Domenica. Difficile azzardare un pronostico con diversi equipaggi che potrebbero cingersi il capo con la corona d'alloro. A fronteggiarsi nel ruolo di favoriti i fratelli di Canicattì, Davide e Fofò Di Benedetto, al via, rispettivamente in coppia, con Lorenzo Giordano e Rino Muratore. Differenti le vetture utilizzate per il confronto; Davide sarà ai nastri di partenza con una Peugeot 207 Super 2000, Fofò invece salirà a bordo di una Ford Escort Cosworth. A rendere la vita difficile ai due rampolli della famiglia Di Benedetto ci saranno i nisseni Fabrizio La Rocca ed Eros Di Prima con una Mitsubishi Lancer Evo X ed i loro concittadini Roberto Lombardo ed Alessio Spiteri con la consueta Renault Clio Williams. Proveranno ad inserirsi nelle zone nobili della classifica i cefaludesi Provenza-Glorioso e Giardina-Saja, della partita rispettivamente con una Mitsubishi Lancer Evo 9 ed una Renault Clio Williams a questi si aggiungerà uno stuolo di Renault New Clio di Gruppo R, capitanate dai veloci Trupiano-Turra e Di Sclafani-Portera. Anche nelle classi minori si preannuncia battaglia con molteplici equipaggi madoniti che proveranno a far prevalere il fattore campo.

56. 12/07/10. Dominio di Parisi al Rally del Sosio. Sfortunato Runfola.
Migliala di spettatori nelle strade tra Chiusa e Prizzi.

II pilota di Chiusa Sclafani Totò Parisi con la sua Peugeot 207 ha vinto in coppia con Mario Tumminello il 7° Rally della Valle del Sosio con il tempo di 45' 19",9;  al secondo posto con la Mitsu­bishi Evo IX, Renato Di Miceli in coppia con Vincenzo Verga con il tempo di 46'11",3; al terzo posto sempre con una Mitsubishi Evo IX Giovanni Cutrera e Valentina Di Palermo 57'1",4. Due quindi gli equipaggi corleonesi classifìcatisi alle spalle di Totò Parisi del­la scuderia messinese New Turbomark che ha dominato. Nel prologo di sabato era stato un al­tro corleonese: Franco Vintaloro a dare spettacolo nella prova di contrada Rizza entusiasmando gli appassionati. Ottima la gara di Renato Di Miceli che in coppia con Vincenzo Verga è stato staccato di un minuto e di una man­ciata di secondi. Il 7° Rally della Valle del Sosio è valido per il tro­feo Challenge dell'ottava zona. È stato organizzato dall'Unione dei Comuni della Valle del Sosio (Chiusa Sclafani, Palazzo Adriano, Giuliana, Bisacquino, Prizzi), dal Coni Sicilia, dall'assessorato regionale allo Sport, dall'Aci, dal­la Provincia di Palermo, con la su­pervisione di Italia Grandi Eventi.

95 gli equipaggi iscritti, 15 le au­to storiche. 72 i chilometri di ga­ra. 11 le prove speciali. La parten­za, dopo le verifiche ufficiali è av­venuta da Bisacquino alle 18,24 di sabato 10 giugno con la prima miniprova ufficiale. Ieri il via alla gara vera e propria con le prove: Prizzi-Santa Venera (ripetuta due volte) Sant'Anna San Carlo (ripetuta 3 volte). Bilancio più che positivo per la Island Motorsport che, al termine della gara, è stata insignita della Coppa Scude­rie. Il sodalizio siciliano, infatti, festeggia il terzo gradino del po­dio ottenuto dal giovane bino­mio composto dai corleonesi Gio­vanni Cutrera e Valentina Di Pa­lermo (Mitsubishi Lancer Evo IX di Bernini), autori di una perfor­mance pulita e regolare. Da regi­strare anche la quinta posizione assoluta dei compagni di squa­dra Placido Palazzo e Antonio Pa­tella.

E’ finita male all’equipaggio cefaludese Runfola-Pollicino, su Renault Clio,  che dopo essere stati nelle prime posizioni della classifica, hanno dovuto abbandonare alla 7^ prova speciale

Classifica finale. 1. Parisi-Tumminello (Peugeot 207 S2000) in 45'19"9; 2. Di Mice­li-Verga (Mitsubishi Lancer Evo 9) a 51"3; 3. Cutrera-Di Palermo (id.) a57" 1; 4. Mistretta-Cangemi (Renault NewClio R3) a 1' 10" 1; 5. Palazzo-Patella (id.) a T32"2; 6. Callivà-Troia (Ford Escort Co-sworth) a l'48"l; 7. Sicilia-Cambria (Peugeot 207 S2000) a l'50"3; 8. Lunardi-Ranno (Suba­ru Impreza) a 2'42"9; 9. Di Gior­gio-Di Giorgio (Renault New Clio R3) a2'57"9; 10. "Oettinger"-Valmossoi (Skoda Fabia S2000) a 3'55n9

55. 09/07/10. Il Rally Valle del Sosio sorprende con 95 iscritti
A pochi giorni dalla partenza della gara, grande soddisfazione per l’Italia Grandi Eventi per i sorprendenti numeri ottenuti e per la qualità dell’elenco iscritti, che vanta ben 80 auto moderne e 15 auto storiche.
Sabato mattina le verifiche a Giuliana prima del prologo pomeridiano a Chiusa Sclafani sulla “Rizza”
Chiusa Sclafani (Pa), 8 luglio 2010 – Manca poco all’avvio della settima edizione del Rally Valle del Sosio e del suo primo Historic Rally, in programma questo week end a partire da sabato 10 luglio, quando gli equipaggi effettueranno le verifiche sportive e la punzonatura delle proprie auto a Giuliana. Dopo le verifiche sportive e tecniche, la partenza pomeridiana di Bisacquino precederà la mini prova speciale “Rizza” che alle 18:24 si svolgerà presso la zona industriale di Chiusa Sclafani e potrà essere seguita in diretta da tutti gli “internauti” attraverso la WebTV del portale motoristico www.siciliarally.com
I giochi però si faranno domenica 11 luglio nei 72 chilometri che comporranno le restanti 10 prove speciali in cartello “Prizzi” e “Santa Venera” (da ripetersi due volte), “Sant’Anna”e “San Carlo” (da ripetersi tre volte). L’arrivo è previsto alle 18:00 a Chiusa Scalfani in piazza Santa Rosalia.
Conclusa già la prima fase dedicata alle iscrizioni, gli sforzi dell’Italia Grandi Eventi sono stati ripagati con 95 iscrizioni suddivise in 80 auto moderne e 15 auto storiche. Un risultato sorprendente che mette in evidenza l’amore per questa gara, valida per lo Challenge Abarth
BFGoodrich e come sesto appuntamento dello challenge di ottava zona.
Con la pubblicazione dell’elenco iscritti, spiccano nomi importanti come il saccense Pino Sicilia (Peugeot 207), il locale Totò Parisi (Peugeot 207) ed il ligure “Ottinger” (Skoda Fabia) in classe Super 2000, Bartolo Mistretta, Pierluigi Trupiano, Marco Runfola in classe R3C con le Renault New Clio, Mario La Barbera (Mitsubishi Lancer Evo X), Renato Di Miceli (Mitsubishi Lancer Evo 9), Giovanni Cutrera (Mitsubishi Lancer Evo 9) e Giuseppe Tripolino (Mitsubishi Lancer Evo X) in classe N4.
Anche tra le auto storiche che parteciperanno al 1° Historic Rally Valle del Sosio, sono di spessore i nomi che sono giunti nella sede dell’Italia Grandi Eventi: Ospedale su Volkswagen Golf, Altopiano su Opel Ascona oltre ai porschisti La Franca e Gordon.
Il Rally Valle del Sosio verrà supportato da Campione Gomme e da Radio Italia Anni 60 e sarà patrocinato dall’Unione dei Comuni della Valle del Sosio, dall’Assessorato Regionale al Turismo, dalla provincia regionale di Palermo, dalla Presidenza dell’Assemblea della Regionale Siciliana e dal Comitato Regionale del Coni.
Tante sorprese riservate ai concorrenti e al pubblico come la lotteria a premi, che regalerà al primo estratto uno scooter Piaggio Fly 2 tempi, al secondo un i
phone, al terzo un pc portatile, al quarto una fotocamera digitale, al quinto un navigatore satellitare ed al sesto un paio di pneumatici stradali.
Un’altra importante novità della settima edizione sarà il “Sosio Village”, un villaggio tematico che a Chiusa Sclafani presso Stazziò (sede anche della direzione gara) allieterà il pubblico per tutto il week end della gara con buona musica, stand espositivi, degustazioni di vario genere ed un innovativo Virtual Rally a bordo di un vero simulatore. Tutto documentato dalle telecamere della trasmissione “Feel Rouge”, compresa la presentazione ufficiale dei concorrenti che avverrà sempre al “Sosio Village” venerdì 9 luglio alle ore 22:00. (Comunicato stampa)

54. 05/07/10. Il 7°Rally Valle del Sosio attende i suoi paladini
Ad una settimana dal via, la gara della Valle del Sosio promette tanto spettacolo ed un parco partenti di qualità, sia tra le moderne che nella gara riservata alle auto storiche.
Ultimi tre giorni per effettuare le iscrizioni.
Chiusa Sclafani (Pa), 3 luglio 2010 – Continuano spediti i lavori per la realizzazione della settima edizione del Rally Valle del Sosio e del primo Historic Rally. A meno di una settimana dallo start di Bisacquino rimangono gli ultimi tre giorni per regolarizzare le iscrizioni. Sono già tante le auto che presenzieranno il 10 e l’11 luglio al sesto appuntamento dello challenge di ottava zona. La manifestazione, valida anche per lo Challenge Abarth BF Goodrich, sarà sponsorizzata da Campione Gomme e da Radio Italia Anni 60 e sarà patrocinata dall’Unione dei Comuni della Valle del Sosio, dall’Assessorato Regionale al Turismo, dalla provincia regionale di Palermo, dalla Presidenza dell’Assemblea della Regionale Siciliana e dal Comitato Regionale del Coni. Dopo le verifiche sportive e tecniche di sabato 10 luglio a Giuliana, le ostilità si apriranno subito dopo le 18:24 con lo svolgimento della mini prova speciale “Rizza” presso la zona industriale di Chiusa Sclafani. I giochi però si faranno domenica 11 luglio nei 72 chilometri che comporranno le restanti 10 prove speciali in cartello “Prizzi” e “Santa Venera” (da ripetersi due volte), “Sant’Anna”e “San Carlo” (da ripetersi tre volte). L’arrivo è previsto alle 18:00 a Chiusa Scalfani in piazza Santa Rosalia.
Tra le 80 schede d'iscrizione giunte sino ad oggi, spiccano nomi importanti come il saccense Pino Sicilia (Peugeot 207), il locale Totò Parisi (Peugeot 207) ed il ligure “Ottinger” (Skoda Fabia) in classe Super 2000, Bartolo Mistretta, Pierluigi Trupiano,
Marco Runfola (nella foto) in classe R3C con le Renault New Clio, Mario La Barbera (Mitsubishi Lancer Evo X), Renato Di Miceli (Mitsubishi Lancer Evo 9), Giovanni Cutrera (Mitsubishi Lancer Evo 9) e Giuseppe Tripolino (Mitsubishi Lancer Evo X) in classe N4.
Anche tra le auto storiche che parteciperanno al 1° Historic Rally Valle del Sosio, sono di spessore i primi nomi che sono giunti nella sede dell’Italia Grandi Eventi: Ospedale su Volkswagen Golf, Altopiano su Opel Ascona oltre ai porschisti Billa, La Franca e Gordon.
Il comitato organizzatore, con a capo i poliedrici Marcus Salemi e Leo di Puma, ha previsto degli incentivi riducendo ed uniformando la tassa di iscrizione prevista per il 1° Historic Rally Valle del Sosio, al fine di poter far conoscere ai gentlemen driver le bellezze che solo le strade della Valle del Sosio sanno regalare.
E’ stato ampliato inoltre il numero delle coppe, grazie alla premiazione dei primi cinque di ogni classe moderna e storica. Tra le iniziative ci sarà anche una lotteria a premi, che regalerà al primo estratto uno scooter Piaggio Fly 2 tempi, al secondo un i
phone, al terzo un pc portatile, al quarto una fotocamera digitale, al quinto un navigatore satellitare ed al sesto un paio di pneumatici stradali.
Importante novità della settima edizione sarà il “Sosio Village”, un villaggio tematico che a Chiusa Sclafani presso Stazziò (sede anche della direzione gara) allieterà il pubblico per tutto il week end della gara con buona musica, stand espositivi, degustazioni di vario genere ed un innovativo Virtual Rally a bordo di un vero simulatore. Tutto documentato dalle telecamere della trasmissione “Feel Rouge”, compresa la presentazione ufficiale dei concorrenti che avverrà sempre al “Sosio Village” venerdì 9 luglio alle ore 22:00.

53. 23/06/10. Si correrà il 25 luglio la Cronoscalata Termini-Caccamo per Autostoriche
Si aprono giovedì le iscrizioni alla Cronoscalata Autostoriche TERMINI-CACCAMO in programma sabato 24 e domenica 25 luglio per il Campionato Italiano Montagna Autostoriche, per il Trofeo Italia e per il Campionato Siciliano della specialità. La gara patrocinata dalle Amministrazioni comunali di Termini e Caccamo con in testa i rispettivi Sindaci Antonino Burrafato e Desiderio Capitano si svolse per la prima volta nel lontano 1965 e vide la vittoria della Ferrari GTO di Ferdinando Latteri.
Ottava delle dodici prove del tricolore 2010 la gara indetta dall’Automobile Club Palermo e tecnicamente allestita dal Gruppo Trinacria Corse di Termini Imerese si disputerà sul classico percorso di 7400 metri ricavato  sulla S.S. 285 con partenza da Termini, nei pressi dello svincolo autostradale, ed arrivo a Caccamo al km. 9 + 100 con un dislivello tra partenza ed arrivo di 361metri.
Lo scorso anno la vettura più veloce è risultata la Bogani Sport di Totò Riolo, vincitore ad oltre 120 km/h di media del 3° Raggruppamento davanti alle Osella di Bonucci, Barbaccia e Corallo, primo nel 2008. Negli altri raggruppamenti vittorie delle Porsche 911 di Mimmo Guagliardo nel 2° e del pilota di casa Totò Battaglia nel 1°.
Attualmente dopo la disputa delle prime sei gare del tricolore e prima dello svolgimento della Cesana-Sestriere in programma ai primi di luglio, si trova al comando la Lotus Cortina di Vezzosi.
Il programma di questa terza edizione per autostoriche (la prima si è corsa nel 2008 dopo 11 anni di silenzio dei motori) prevede lo svolgimento delle verifiche sportive e tecniche nella giornata di sabato 24 luglio (10,30-13 e 15-18) in piazza Marina a Termini Imerese.
Domenica 25 luglio con inizio alle ore 8,30 si svolgeranno le prove ufficiali e subito dopo sarà dato il via alla gara che si disputerà su un’unica manche. La premiazione si svolgerà a fine gara presso il
Castello di Caccamo
Le iscrizioni si chiuderanno il 19 luglio e vanno inviate al Gruppo Trinacria Corse, via Garibaldi, 1 – 90018 Termini Imerese – tel 091.8143786 fax 091.8143706. Tutte le informazioni sono reperibili sul nuovo sito della manifestazione: www.gruppotrinacriacorse.it

 

Ufficio Stampa Cronoscalata Termini-Caccamo

52. 21/06/10. 2° Slalom Città di Castelbuono, Raiti in trionfo. Gulotta domina tra le 'formula'
Una sfida “d’altri tempi”, nella splendida cornice delle Madonie. Alle spalle dell’Osella del vincitore si è piazzato l’adranita Salvatore Caruso (Elia Avrio). A completare il podio il messinese Francesco Schillace (Fiat 126 Suzuki).

E’ finita come forse ci si sarebbe potuto aspettare alla vigilia della corsa. Ossia, con la vittoria assoluta colta nel 2° Slalom Città di Castelbuono dal trapanese Andrea Raiti e dalla sua fedele Osella PA 21S Honda color arancio, la quarta quest’anno, dopo le due precedenti affermazioni conquistate dall’esperto pilota di Buseto Palizzolo in altrettanti distinti slalom sulla pista Concordia, ad Agrigento ed in occasione del più recente 10° Slalom Città dei Musei a Chiaramonte Gulgi (RG).

L’ennesima impresa di Andrea Raiti è comunque giunta al culmine di una gara altamente spettacolare e tecnica, ospite su un tracciato lodato da tutti i piloti per le sue caratteristiche peculiari (nonostante in qualche “sezione” l’asfalto si presentasse leggermente scivoloso), seguita con il fiato sospeso sino all’ultima delle tre manche da un pubblico appassionato e numeroso come non mai. Raiti, portacolori della Diemme Racing, ha “marcato” il tempo risultato vincente nell’ultima salita, attestandosi su un ottimo parziale di 145,11 “punti-secondi”. Alle sue spalle, staccato di 6”1, con 151,21 “punti-secondi”, si è classificato l’adranita Salvatore Caruso, al rientro a tempo pieno nelle competizioni e finalmente apparso competitivo al volante della nuova e agile Elia Avrio ST09 Suzuki. Caruso, autore della migliore prestazione anch’egli al culmine della terza manche, sarà un “osso duro” per tutti, da ora in poi. A completare il podio è stato inoltre il messinese “doc” Francesco Schillace (secondo classificato nell’edizione del debutto dello Slalom Città di Castelbuono, nel 2009, alle spalle del calabrese Piria, assente qui sulle Madonie), al volante di una “funambolica” Fiat 126 Suzuki applaudita a scena aperta da tutti i presenti. Schillace, alfiere della Tm Racing Messina, ha chiuso lo slalom con il parziale di 152,39 “punti-secondi”, a 7”3 dalla vetta. “Sono ampiamente soddisfatto per la mia vittoria – è il commento di Andrea Raiti in dirittura d’arrivo – che cosa posso aggiungere? Abbiamo gareggiato su un tracciato davvero splendido, in un contesto paesaggistico unico e suggestivo. Nessun problema particolare sulla mia Osella versione CN, che peraltro non utilizzavo dalla fine del 2009. Una bella giornata di sport”.

Il 2° Slalom Città di Castelbuono, kermesse valevole per il campionato siciliano Aci Csai, nonché quale seconda prova del Challenge Palikè 2010 (la serie automobilistica regionale promossa dal Team Palikè di Palermo, con al timone Annamaria Lanzarone, Nicola e Dario Cirrito), ha in realtà un altro vincitore, “virtuale” per la classifica ufficiale Aci Csai, ma comunque reale per chi ama addentrarsi nel campo delle statistiche. Il busetano Giuseppe Gulotta, 21 anni, già due volte campione italiano Slalom Under 23, ha infatti dominato tra le vetture Formula, categoria, lo ricordiamo, ammessa con speciale deroga della Csai per la prima volta a partecipare ad una prova di slalom sul territorio nazionale proprio alla vigilia dello Slalom di Castelbuono. Monoposto ammesse sì al via, ma in via sperimentale e con classifica separata. Una novità importante per questa disciplina automobilistica, destinata inevitabilmente a far discutere in un senso o nell’altro.

Al volante della sua ammiratissima Tatuus Formula Master (al suo debutto con i colori della scuderia catanese Camporotondo Corse), Giuseppe Gulotta ha “firmato” un parziale pari a 138,72 “punti-secondi”. Uno “scratch” di assoluto rilievo, più basso di oltre 6” rispetto a quello segnato da Andrea Raiti, che lo porrebbe teoricamente al primo posto assoluto in cima ad un’ipotetica classifica complessiva nello Slalom Città di Castelbuono. Alle spalle di Gulotta, tuttavia ben più staccati, il trapanese Salvatore Poma (Ghipard) ed il locale Simone Arena, su Dallara F304.
Tornando alla competizione Csai, al quarto posto troviamo il veloce specialista catanese (originario di Adrano) Salvatore Lo Re, il quale ha saputo ancora una volta “prendere per mano” e condurre a ridosso del podio la sua fedele Fiat 126 Suzuki (in 154,54) in netto debito di gomme “fresche”. Il ventenne ex kartista brolese Francesco Lombardo, al volante di un’altra Fiat 126 (ma questa volta motorizzata Kawasaki) ha “arpionato” il quinto posto (a meno di 1” da Lo Re), al culmine di un’ennesima gara di apprendistato, mentre il più esperto trapanese (nato a Custonaci) Nicolò Incammisa ha “prenotato” la sesta posizione alla guida della sua Osella PA 21S Honda della Diemme Racing. Un altro “veterano” di numerose battaglie dal sapore sportivo, il messinese di Novara di Sicilia Alfredo Giamboi, è invece settimo assoluto, con l’immancabile Fiat X1/9. Completano la “top ten” i catanesi di Camporotondo Etneo Luigi Santonocito e Carmelo Rapisarda, rispettivamente 8° e 9° assoluto, sempre costanti nel rendimento su altrettante Elia Avrio ST09 “griffate” Camporotondo Corse, nonché il busetano Pietro Raiti (è il fratello di Andrea), su Fiat X1/9 Diemme Racing.
Per quanto concerne i gruppi, vittorie per i già citati Giamboi (Speciale), Schillace (Prototipi), Andrea Raiti (Sport Prototipi), quindi del giarrese Giuseppe Messina (Renault Clio Rs K, nel gruppo GTI), dell’agrigentino Salvatore Burgio (Peugeot 106 Gti 16v, in gruppo A), del saccense Ignazio Bonavires (pure lui su Peugeot 106, nel gruppo N), del vittoriese Salvatore Licitra (Renault Clio Williams, in Vso A), del locale Salvatore D’Anna (Renault 5 Gt Turbo, in Vso N), del nebroideo Carlo Cammarata (Citroen Saxo Vts, in Racing Start).

La classifica assoluta: 1) Andrea Raiti (Osella PA 21S Honda), in 145,11 2) Salvatore Caruso (Elia Avrio ST09 Suzuki), in 151,21 3) Francesco Schillace (Fiat 126 Suzuki), in 152,39 4) Salvatore Lo Re (Fiat 126 Suzuki), in 154,54 5) Francesco Lombardo (Fiat 126 Kawasaki), in 155,42 6) Nicolò Incammisa (Osella PA 21S Honda), in 156,93 7) Alfredo Giamboi (Fiat X1/9), in 157,53 8) Luigi Santonocito (Elia Avrio ST09 Suzuki), in 157,68 9) Carmelo Rapisarda (Elia Avrio ST09 Suzuki), in 158,19 10) Pietro Raiti (Fiat X1/9), in 159,13 11) Giuseppe Messina (Renault Clio Rs K), in 160,55 12) Giuseppe Pandolfo (Fiat 126 Suzuki), in 161,27 13) Salvatore Scibilia (Fiat Uno Turbo i.e.), in 161,42 14) Salvatore Candela (Osella PA 21J Honda), in 161,54 15) Giuseppe Galioto (Elia Avrio ST09 Honda), in 162,15 16) Maurizio Anzalone (Renault Clio Rs K), in 163,37.

La classifica vetture Formula: 1) Giuseppe Gulotta (Tatuus F. Master), in 138,72 2) Salvatore Poma (Ghipard), in 167,44 3) Simone Arena (Dallara F304), in 206,62   Team Palikè

51. 17/06/10. Attesa a Castelbuono per il 2° Slalom
GHIOTTA NOVITA’ IN OCCASIONE DELLA SECONDA PROVA DEL CHALLENGE PALIKE’, IN PROGRAMMA DOMENICA SULLE MADONIE
Attesa e gradita deroga dell’ultima ora da parte della Csai, che ha deciso di consentire alle monoposto, fino a 2000 c.c., pur se in via sperimentale e con classifica separata, di schierarsi ai nastri di partenza della sfida tra i birilli ospite alle porte del comune del Palermitano. Tassa d’iscrizione omaggio per i piloti delle vetture Formula

Cresce costantemente l’attesa da parte degli appassionati in vista del 2° Slalom Città di Castelbuono, kermesse valevole per il campionato siciliano Aci Csai, nonché seconda prova per il Challenge Palikè 2010, la serie automobilistica regionale promozionata dal Team Palikè Palermo, con al timone Annamaria Lanzarone, Nicola e Dario Cirrito. La gara è in programma domenica lungo un percorso giudicato molto selettivo ricavato nel verde delle Madonie.
La novità dell’ultima ora, clamorosa fino ad un certo punto, sebbene attesa da tempo e gradita a piloti e addetti ai lavori, è però un’altra. La Csai, Commissione sportiva automobilistica italiana, ha infatti disposto, con deroga ai propri regolamenti in materia, di ammettere al via del 2° Slalom Città di Castelbuono, in via sperimentale e con classifica separata, anche tutte le vetture formula con cilindrata fino a 2000 c.c., per la prima volta in una prova di slalom organizzata sul territorio italiano sotto il proprio coordinamento sportivo. Tutte le altre vetture normalmente già ammesse dalle norme disposte sulla specialità, potranno ovviamente essere regolarmente al via dello slalom madonita. Si tratta di una notizia destinata probabilmente a rivoluzionare il mondo degli slalom italiani, se questa nuova disposizione dovesse essere resa ufficiale per il futuro. “E’ lampante – conferma Nicola Cirrito, presidente del Team Palikè – come si tratti di una decisione importante, da parte di Aci Csai. La nostra organizzazione, nella speranza di “spingere” la Federazione a ratificare in maniera definitiva e regolamentare l’ammissione delle vetture Formula magari già dal prossimo anno agonistico, o comunque al più presto, farà di tutto per agevolare il dispiegarsi di questa nuova disposizione in occasione del 2° Slalom Città di Castelbuono. In ossequio alla recentissima novità ed in deroga al regolamento stiamo continuando ad accettare in queste ore le adesioni dei piloti alla guida di vetture Formula, a ruote scoperte, che potranno beneficiare, in virtù dell’eccezionalità dell’evento, della tassa d’iscrizione interamente gratuita”.
Una sessantina, sinora, gli iscritti alla manifestazione. Tra i più solleciti ad inviare la propria adesione, figurano il novarese di Sicilia Alfredo Giamboi (Fiat X1/9), vincitore del Challenge Palikè 2009, quindi il messinese Giuseppe Pandolfo, l’adranita Salvatore Lo Re (entrambi su Fiat 126 Suzuki) ed il giovane brolese Francesco Lombardo (su Fiat 126 Kawasaki. Lo Slalom Città di Castelbuono seconda edizione (che si avvale inoltre della collaborazione tecnica e logistica offerta dal locale Motor Sport Club presieduto da Santino Fiasconaro, nonché del patrocinio assicurato dal Comune di Castelbuono) si svolgerà lungo la strada statale 286, su un tratto della lunghezza di 3,5 km, con “start” localizzato all’altezza di contrada Fiumara, alle porte di Castelbuono ed arrivo nei pressi di via Mazzini, alla periferia del paese.
Tre le manches in programma, oltre alla ricognizione ufficiale del percorso, ricavato alle porte del caratteristico centro madonita conosciuto in tutta Italia per le sue bellezze storiche e architettoniche (ad esempio il Castello di Ventimiglia), nonché culinarie (caratteristica di queste zone montane è la manna).
Per info e iscrizioni: www.palike.it - tel./fax 091/546261 – cell. 337/866777 o 329/1083326
Il 2° Slalom Città di Castelbuono entrerà nel vivo nel pomeriggio di sabato 19 giugno, con le verifiche tecniche e sportive in programma dalle 15 alle 20 in via Mazzini. La partenza resta invece fissata per domenica 20 giugno, alle 9, con il coordinamento del direttore di gara Graziano Basile. La premiazione, gestita dal Team Palikè e dallo staff organizzatore al completo, si terrà alle 16, nell’incantevole scenario offerto dalle “vestigia” del Castello di Ventimiglia.
Ad imporsi nella prima prova del Challenge Palikè 2010, il recente 10° Slalom Città dei Musei Chiaramonte Gulfi, è stato il trapanese di Buseto Palizzolo Andrea Raiti, su Osella PA 21S Honda. Alle sue spalle, staccato di appena 4 decimi di secondo, l’altro trapanese (ma originario di Custonaci) Alberto Santoro, anch’egli su Osella, quindi il catanese di Misterbianco Titta Motta, a completare il podio al volante della sua Gisa equipaggiata da un motore Renault duemila.
Team Palikè

50. 14/06/10. Caffi e Peroglio vincono il Circuito del Mugello
Il Campionato Italiano Rally Auto Storiche si conferma vario ed imprevedibile ad ogni appuntamento....
Il Campionato Italiano Rally Auto Storiche si conferma vario ed imprevedibile ad ogni appuntamento. Il quinto round che chiude la prima parte delle dieci prove della serie Tricolore ACI Csai, si segnala con il quinto vincitore differente in altrettante prove disputate. Sono Alex Caffi e Roberto Peroglio ad aggiudicarsi il Circuito Stradale del Mugello, rally organizzato dalla Scuderia Biondetti nel quale non c’è stata praticamente storia. Dopo aver dominato la prima giornata di gara, chiudendo al primo posto la prima tappa, il pilota bresciano si conferma al volante della Porsche 911 RS ZF Motorsport Gruppo 4 anche nella successiva seconda giornata di gara, disputata oggi sui quattro tecnici e veloci tratti cronometrati a ripercorrere parte dello storico Circuito del Mugello. “Mi sono proprio divertito e sono proprio contento di aver fatto un bel esordio nei rally per auto storiche. Una bella serie combattuta e vivace alla quale sono arrivato un po’ tardi ma conto di  tornarci al più presto. Questo percorso di gara è veramente impegnativo e l’ho affrontato con la dovuta concentrazione” Caffi è stato sufficientemente veloce anche questa mattina, aggiudicandosi il miglior tempo in due prove portando così a nove il suo bottino di scratch in gara, mantenendo il primato sino alla bandiera a scacchi. Secondi al traguardo di Firenzuola sono i siciliani Marco Savioli e Alessandro Failla, cogliendo un risultato che gli permette di allungare al vertice della graduatoria generale di campionato. I portacolori dell’ASPAS hanno tenuto testa ai vincitori per quanto concessogli da una Porsche 911 Rs con non risolti problemi d’assetto, solo migliorati nel finale. Savioli si è evidenziato tra i più veloci oggi, con il miglior tempo nella prova numero nove e controllando il ritorno di Andrea Stefanacci e Andrea Bon. Tornati alla guida della Porsche 911 SC Gruppo 4 dopo l’uscita di strada al precedente Sanremo, i toscani del R.C. Sandro Munari hanno ritrovato ritmo e competitività assoluta, superando la penalità di dieci secondi per una partenza anticipata, vincendo la penultima piesse ed il 3. Raggruppamento, scavalcando i conterranei Maraldi e Banchetti, quarti alla fine con la Porsche 911 RS Gruppo e terzi del 3. Raggruppamento della Scuderia Biondetti. Hanno chiuso al quinto posto assoluto i siciliani della Erice Historic Car, Alfonzo e Giannone, dopo una prima tappa che li aveva anche visti al secondo posto assoluto, ma poi sofferta per problemi tecnici al volante della Porsche 911 Sc Gruppo 4.
Gara conclusa al quinto posto del 3. Raggruppamento per Carissimi e Cecchi, dando spettacolo con la Opel Kadett GTe della Tricolore Rally Team, aggiudicandosi la classe 2000, piazzandosi all’ottavo posto assoluto. Quindicesimo assoluto, ma primo del 1. Raggruppamento e della classe 1300 si piazza l’alessandrino Luigi Capsoni, in coppia con lombardo Riccardo Ronzoni al termine di una gara con qualche problema di carburazione alla Renault Alpine A 110. Al secondo posto del 1. Raggruppamento si piazza il siciliano Mario De Luca, navigato da Roberto Consiglio sulla Porsche 911 2000 S nei colori ASPAS
Classifica dopo 12 prove Speciali: 1. Caffi - Peroglio (Porsche 911 Rs) in 1h07’09”4; 2. Savioli - Failla (Porsche 911 Rs) a 1’15”6; 3. Stefanacci - Bon (Porsche 911 Sc) a 1’35”7; 4. Maraldi - Banchetti (Porsche 911 Rs) a 1’47”5; 5. Alfonzo - Giannone (Porsche 911 Sc) a 3’09”6; 6. Patuzzo - Martini (Porsche 911 Sc) a 4’01”7; 7. Pedro – Mattanza (Ferrari 308 GTB) a 4’06”7; 8. Carissimi – Cecchi (Opel Kadett GTE) a 5’56”3; 9. Muccioli - Iacolutti (Porsche 911 2.4 S) a 6’12”2; 10. Bussotti – Vallini (Opel Ascona SR) a 6’23”4.
C
alendario gare: 25-28 marzo 25° Sanremo Rally Storico; 16-18 aprile 6° Rally Storico Campagnolo; 7-8-9 maggio Targa Florio Historic Rally 2010; 5-6 giugno 4° Rally Del Corallo; 12-13 giugno Circuito Stradale Del Mugello 2010; 10-11 luglio 11° Circuito Di Cremona; 4-5 settembre 15° Rally Alpi Orientali Historic; 18–19 settembre 22° Rally Elba Storico; 1-2 ottobre 3° Rally Città Di Brescia; 15-17 ottobre 5° Rally Due Valli Historic (Fonte: adrenalinik.com)

Vazzana Genovese al 14° posto al rally del Mugello
L’equipaggio cefaludese, composto da Vazzana e Genovese, ha partecipato al Rally storico del Mugello Stradale che si è svolto dall’11 al 14 giugno in Toscana. A bordo dell’Opel Kadet GTE hanno concluso la gara che prevedeva 4 prove speciali ripetute due volte. Tracciato impegnativo e faticoso per piloti ed auto ed al termine i due cefaludesi si sono classificati al 14° posto nella classifica assoluta e 4° di gruppo e di classe. La gara è inserita nel calendario del Campionato Italiano Rally Storici. (cefalunews.net)

49. 09/06/10. La premiazione di Runfola-Lo Neri
Dalla pagina di facebook di Giovanni Lo Neri, il navigatore di Marco Runfola, vincitori del 6°
Rally Città di Sirakusay Mare Monti abbiamo trovato una foto molto bella della premiazione con i piloti sul podio. L'abbiamo presa per farvela vedere e per continuare a fare gli auguri al nostro compaesano Marco Runfola ed al suo bravissimo navigatore. Ringraziamo Lo Neri per questo "prestito fotogrfaico"


 

48. 08/06/10.  Vazzana e Genovese al prossimo Rally del Mugello

L'equipaggio cefaludese formato da Piero Vazzana e Roberto Genovese parteciperanno al prossimo Rally del Mugello che si terrà nei giorni 11,12 e 13 giugno 2010. I due piloti correranno sempre con la Opel Kadett GT/E Gruppo 2 preparata dalla Racing Garage di Bassano del Grappa.
La gara è valida per il campionato Italiano Rally Autostoriche

 

 

 

47. 07/06/10. Marco Runfola ringrazia i suoi fans - camera car
Dopa tanta sfortuna e grandi delusioni ecco finalmente una Bellissima Vittoria!
Che dire...consentitemi innanzitutto di ringraziare tutta l'organizzazione, veramente Bravi, il mio Navigatore Giovanni Lo Neri sempre professionale e sempre al 100%, e credetemi in un rally così non è facile...e poi per ultimi ma non per importanza, tutti i ragazzi del Fans Club sempre numerosissimi e pronti a sostenerci in ogni momento e luogo...grazie di Cuore!
Detto questo spero di deliziarvi con il nostro camera car della
mitica PS. CASECUGNI prova che ci ha consentito passaggio su passaggio di costruirci la meritata VITTORIA!  Buona visione e buon divertimento!
Marco Runfola

Nella foto Marco Runfola tratta da facebook dall'album: 6° RALLY CITTA' DI SIRACUSA MAREMONTI di Michael Ruscica.

46. 07/06/10. Marco Runfola vince il 6° Rally Città di Sirakusay Mare Monti
II cefaludese Marco Runfola, navigato da Giovanni Lo Neri, ha vinto la sesta edizione del rally «Città di Siracusa-Mare-monti» che si è disputato ieri e sabato a Siracusa e provincia. Alle sue spalle distanziato di soli 13 secondi si è classificato l'equipaggio del trapanese Mistretta collaborato da Galvano. Sul gradino più basso del podio La Barbera ih coppia con Bonsignore. «Sono molto contento per questo importante successo - ha spiegato il ventisettenne pilota palermitano - sono stato aiutato dalla rottura della leva del cambio di Calogero Sicilia che si trovava al comando; le tre prove speciali «Case Cugni», «Gastelluccio» e «Monte Renna» erano davvero selettive perché le vetture erano molto sollecitate, lo dimostra anche il grande numero dei ritirati». Nelle auto moderne 62 sono state le vetture che hanno superato le verifiche, all'arrivo sono transitati 34 equipaggi. Su 9 prove speciali 3 se le è aggiudicate Sicilia, 2 La Barbera e 4 Runfola.
Tra le auto storiche il successo è andato a all'equipaggio formato da Francesco Ospedale e Sergio Raccuia su Volkswagen Golf.
Classifica: 1) Runfola-Lo Neri, Renault New Clio, tempo: 53'20"5;
2) Mistretta-Galvano, Renault New Clio, a 13"8;
3) La Barbera-Bonsignore, Mitsubishi, a 29"3;
4) Sicilia-Cambria, Peugeot 207, a 29"8;
5) Oieni-Maurotto, Peugeot 207, a 59"4;
6) Trupiano-Pendolino, Renault New Clio, a 1'21"7;
7) Ciffo-Petrocitto, Subaru Impreza, a 1'30"2;
8) Armaleo-Cannuni, Renault NewClio, a 1'45"5;
9) Imbrò-Giannone, Renault Clio, a 1’59"4;
10) Lo Porto-Anicito, Renault New Clio, a 2'32"8.

45. 06/06/2010. Raduno auto d'epoca
Il Circolo Auto e Moto d’Epoca Vincenzo Florio ha organizzato sul Lungomare (di fronte l’hotel Riva del Sole), sabato 5/06/2010 dalle ore 17,30 alle ore 18,30, un' esposizione auto d'epoca, in occasione della XVII Rievocazione Storica della Coppa Vincenzo Florio. LE FOTO

44. 06/06/10. Runfola al 6° Rally Città di Sirakusay Mare Monti
Totò Riolo Grande Ospite al 6° Rally Città di Sirakusay Mare Monti
Chiuse le iscrizioni del 6° Rally Città di Sirakusay Mare Monti, superati i 70 iscritti e grande soddisfazione della Imbrò Sport Racing, organizzatrice dell’evento. Tragli iscritti col n. 15 la coppia Runfola - Lo Neri su Renault Clio. ELENCO degli ISCRITTI
Apertura della Manifestazione con un ospite d’eccezione sulla vettura apripista infatti, Totò Riolo, pluri vincitore della gara piu antica del Mondo La ” Targa Florio” ( 2002-2005-2010 ). Pilota idolo degli sportivi Siciliani, un nome che risuona ovunque, una carriera di record. La sua presenza voluta dalla Scuderia, anche per il grande rapporto di amicizia con i fratelli Imbrò e con tutti i Siracusani.
Lo stesso, accompagnato da Alessandro Gambino Presidente della Imbrò Sport Racing, solcherà i tracciati di questa edizione del Rally Sirakusay Mare Monti, su una splendida Mitsubischi Evo VIII, regalando certamente, tanto spettacolo.

43. 03/06/10. Kart: Gaspare Pollicino si prepara per "4 Prova Trofeo Rotax Max 125"
Gaspare Pollicino si prepara per la "4 Prova Trofeo Rotax Max 125" che si terrà sabato 19 giugno alle ore 8.30 sul circuito di Minoa di Cattolica Eraclea. La manifestazione sportiva inizierà la mattina e si protrarrà per tutta la giornata.

42. 19/05/10.  Ferrari Tribute to 1000 Miglia, vince Leonardo Giardina
  
Un cefaludese purosangue, residente a Roma, ha vinto la classifica delle “rosse” nella mitica 1000 Miglia, che continua a svolgersi con la formula della regolarità turistica. Si tratta dell’ingegnere Leonardo Giardina, la cui passione per le quattro ruote è nata nel segno della Targa Florio, per svilupparsi felicemente nell’universo del “cavallino rampante”.
  E’ stato lui ad imporsi nel “Tributo Ferrari”, fra le 130 creature di Maranello che hanno preceduto i gioielli classici partecipanti alla gara. Con questo successo Giardina scrive il suo nome nell’albo d’oro di un evento unico e inimitabile. Il rombo melodico della sua 360 Modena F1 ha incantato il pubblico presente lungo il percorso, rapito dalle note esclusive degli scarichi, la cui musica si è espressa al massimo nella sfida sul circuito di Fiorano.
 Un bel successo per il siciliano, nella rievocazione di una corsa che Enzo Ferrari aveva definito come “la più bella del mondo”. Ogni anno gli appassionati di tutti i continenti subiscono la magia dell’evento che, in forma diversa, continua una tradizione nobile dell’automobilismo sportivo. Impossibile narrare i fatti storici che ne hanno sancito la gloria: il rischio sarebbe quello di dimenticarne alcuni, facendo torto a tanti altri. Meglio allora tornare all’attualità per sintetizzare il successo della commemorazione.
  La Freccia Rossa del 2010 ha portato in giro per l’Italia un lungo corteo di capolavori, attraversando città come Bologna, Ravenna, Urbino, Rieti, Viterbo, Siena, Firenze, Maranello e Cremona, per poi fare ritorno a Brescia, teatro della cerimonia di partenza. Al via 375 auto, scelte tra 1400 candidate di lusso provenienti da tutti gli angoli del mondo. Molti i vip ai nastri di partenza, tra cui Nick Mason, batterista dei Pink Floyd, e Jay Kay, cantante dei Jamiroquai. Presenti diversi imprenditori di grande fama, come Jim Gianopulos, Chairman della 20th Century Fox
(Rosario Scelsi Fonte:
deluxeblog)

Ecco il resoconto del protagonista:

“Appassionato da sempre del mondo dei motori, da quando, piccino, andavo con mio padre ad assistere alla Targa Florio, nello splendido circuito delle Madonie, quest’anno ho avuto la possibilità di coronare un sogno: quello di prendere parte alla 1000 Miglia, la corsa più bella del mondo, come amava definirla Enzo Ferrari.
La partecipazione al Ferrari Tribute to 1000 Miglia si è potuta concretizzare per i proprietari di 130 vetture del Cavallino Rampante, selezionate su più di 400. E’ la prima volta che la Freccia Rossa si apre ad auto costruite dal 1958 ai nostri giorni e non solo a quelle nate prima del 1957 e con la storica sfida nel curriculum.
In realtà non è stato semplicissimo poter prendere il via da Brescia insieme ad altre 129 splendide Ferrari provenienti da ogni parte del mondo. All’atto dell’iscrizione risultavo, infatti, in lista d’attesa, ma ad aprile la riserva era sciolta: si parte!!!
Non so se in queste poche righe saprò trasmettere la carica emotiva che ho provato attraversando le gloriose strade del percorso, nell’abbraccio della gente che, al passaggio delle auto, riusciva a partecipare calore e passione. Persone di ogni età che ti chiedevano: “dai gas, accelera, facci sognare!”.
Solo in quei momenti riesci a sentirti consapevole di prendere parte ad un grande evento, un evento che ha scritto pagine memorabili della storia dell’automobilismo italiano e mondiale e che ancora oggi suscita tanto entusiasmo.
La gara vera e propria è molto impegnativa, circa 1600 chilometri percorsi in strade fantastiche che attraversano regioni, città e passi. Fra tutti quelli della Futa e della Raticosa, sugli Appennini, dove mi sento un tutt’uno con la mia 360 Modena F1, che riesco a “domare” nonostante i suoi tanti “cavalli”.
Era lì che si misuravano i campioni del passato e, solo percorrendo quelle strade, tra due ali di folla festante, si comprende ancor più il valore del mito ed il perchè questa gara era e continua a rimanere tra le più belle del mondo!
Le prove speciali, con 21 rilievi cronometrici, comprendono anche gli autodromi di Imola e Fiorano dove riesco a raggiungere la quasi perfezione: due centesimi di secondo di scarto!
Non riuscirò mai a raccontare adeguatamente l’incrocio di emozioni che all’interno della vettura ci scambiavamo, condividendo con il copilota gioie e fatiche che andavano ad incrementare quell’affiatamento indispensabile al raggiungimento di tali risultati.
Arriviamo quindi a Maranello, nella pista di casa, ed è lì, con tempi appositamente ridottissimi e giustamente voluti dall’organizzazione nello spirito Ferrari, che recupero posizioni in classifica.
Il piacere più grande e forse un po’ inatteso, anche se fortemente voluto, arriva quindi a Brescia, alla fine della gara, quando ci viene comunicato che al sogno di aver partecipato alla 1000 Miglia, si aggiunge quello ancor più grande di aver vinto la prima edizione del Ferrari Tribute to Mille Miglia.
Un equipaggio italiano non credo potesse celebrare meglio la sua passione per il Cavallino Rampante”
Leonardo Giardina
(Rosario Scelsi Fonte: deluxeblog; Foto: deluxeblog) 

41. 19/05/10. Irda: Ranking Rally Terra - I migliori Piloti
IRDA – International Rally Drivers Association comunica i piloti, italiani e sammarinesi che nei rally Terra disputati in Italia e nel mondo hanno ottenuto più punti nel ranking sono:
Ranking Assoluto Piloti nelle gare su Terra 2010 (Ultimi 365 Giorni)
1 Paolo ANDREUCCI 1.124,0
2 Mauro TRENTIN 1.040,0
3 Alessandro BRUSCHETTA 1.022,0
4 Luca ROSSETTI 945,0
5 "DEDO" 936,0
6 Gianluca LINARI 872,0
7 Simone CAMPEDELLI 852,0
8 Andrea Giancarlo PEREGO 831,0
9 Renato TRAVAGLIA 819,0
10 Daniele BATISTINI 808,0
Ranking Assoluto Piloti nelle gare su Terra dal 1° Gennaio al 18 Maggio 2010
1 Gianluca LINARI 464,0
2 Alessandro BRUSCHETTA 450,0
3 Mauro TRENTIN 392,0
4 "DEDO" 384,0
5 Alessandro BROCCOLI 380,0
6 Gavino CARTA 376,0
7 Daniele CECCOLI 348,0
8 Daniele BATISTINI 328,0
9 Loris BALDACCI 282,0
10 Moreno CENEDESE 240,0
Riccardo SCANDOLA 240,0
Dopo i primi cinque mesi di rally disputati in Italia e nel Mondo del 2010, ai quali hanno partecipato piloti o copiloti con Licenza Italiana o di San Marino, al primo posto del Ranking Assoluto Piloti c’è Luca Rossetti (3376 pt), al secondo posto Giandomenico Basso (2855 pt), al terzo Paolo Andreucci ( 2393 pt); tra i copiloti risulta primo Matteo Chiarcossi (3256 pt), secondo Mitia Dotta (2855 pt) e terzo Danilo Fappani (2524 pt).
Nel database IRDA sono già stati inseriti tutti i risultati dal 2009 ad oggi dei piloti e copiloti italiani e sammarinesi in tutte le gare del mondo. Per sapere chi sono tutti i piloti e copiloti italiani e sammarinesi, con le loro posizioni in classifica del Ranking IRDA, basta visitare il sito www.irdassociation.com

40. 09/05/10. Per Marco Runfola il sostegno del Fan Club
Su Facebook c'è un Fan Club di Marco Runfola, il pilota cefaludese che non ha avuto molta fortuna nell'ulòtima Targa Florio ed hanno cercato bene di tirargli su il morale: 
"
Fine settimana sfortunato per il nostro "runrun"...in occasione della 94 Targa Florio.
Noie meccaniche hanno assillato Marco sin dai test pre-gara del giovedi con una turbina a pezzi. Stesso problema ripetutosi nello shakedown e poi alla super prova spettacolo. Peccato davvero visto che avrebbe potuto inserirsi senza problemi nella lotta al vertice... Marcuccio su col morale.........sicuramente ti rifarai alla prossima. IL FANS CLUB è con te!!!!!"
A
uguri Marco, anche noi ti aspettiamo presto di vederti di nuovo sul podio

9. 08/05/10. La TARGA FLORIO HISTORIC RALLY alla Porsche 911 di Savioli-Failla
Dominano le Porsche, che si aggiudicano con Savioli,  Alfonzo e De Luca i tre Raggruppamenti.
La manifestazione riservata alle auto storiche, valida per il Campionato Italiano Rally Autostoriche si è corsa in concomitanza con la 94° Targa Florio
Palermo, 8 maggioLa Porsche 911 di Marco Savioli ed Alessandro Failla è stata la più veloce fra le auto storiche in gara nella Targa Florio Historic Rally, disputatasi venerdì e sabato sullo stesso percorso della 94° Targa Florio. L’equipaggio dell’ASPAS ha recuperato lo svantaggio accumulato nel corso della Prova Spettacolo, passando al definitivamente al comando dopo la quinta delle otto prove speciali disputate.
Il primo leader era stato infatti Diana (BMW 320), superato dalle Porsche non appena si è giunti sulle prove delle Madonie, sulle prime delle quali Savioli iniziava la rimonta, superando dapprima Trinca e poi respingendo gli attacchi di Rizzuto, costretto al ritiro proprio negli ultimi chilometri di gara. Nella teorica classifica assoluta al secondo posto si è classificata la 911SC di Alfonzo, vincitore del Terzo Raggruppamento, seguito da Billa, Mazzola e dalla Opel Kadett GTE di Vazzana. La Porsche 911 S di De Luca si è poi aggiudicata il Primo Raggruppamento.
La gara è stata portata a termine da 36 dei 51 equipaggi partiti ieri da Palermo.
Le classifiche:
1° RAGGRUPPAMENTO: 1. De Luca-Di Prima (Porsche 911 S), 2. Salerno-Fecarotta (Porsche 911 S) a 4’04”7; 3. “Oiram”-Muglia (Porsche 911 S) a 8’00”2.
2° RAGGRUPPAMENTO: 1. Savioli-Failla (Porsche 911); 2. Billa-Picciotto (Porsche 911 RSR) a 2’24”2; 3. Li Calzi-Panno (Porsche 911) a 4’46”.
3° RAGGRUPPAMENTO: 1. Alfonzo-Lo Neri (Prsche 911 SC) ; 2. Mazzola-Polizzi (Porsche 911) a 2’21”; 3. Vazzana-Genovese (Opel Kadett GT/E) a 3’01”7.
Ufficio Stampa - Targa Florio
Nella foto: La Porsche di Savioli-Failla LE FOTO DEI PROTAGONISTI 

38. 08/05/10. Per  Riolo su Citroen Xsara WRC arriva la terza vittoria alla Targa
Conclusa sulle strade delle Madonie la corsa più antica del mondo
Il pilota di Cerda precede Re e Pedersoli, protagonisti del Trofeo Rally Asfalto, di cui la Targa Florio costituiva il terzo appuntamento.
Palermo, 8 maggio – Fra i due “litiganti” del Trofeo Rally Asfalto, ovvero i lombardi Re e Pedersoli, nella 94° edizione della Targa Florio ha prevalso il pilota di casa Totò Riolo, che in coppia con Canova ha sfruttato al meglio il potenziale della Citroen Xsara WRC ex Sebastian Loeb, cogliendo un incredibile tris nella corsa più antica del mondo, che aveva già vinto nel 2002 e 2005, sempre al volante di vetture transalpine: Peugeot e Renault. Riolo ha anche regalato alla Citroen il primo alloro nella prestigiosa gara siciliana
L’equipaggio della scuderia Ateneo si è portato al comando alla terza delle 10 prove in programma ed ha progressivamente incrementato il proprio vantaggio sull’altra Xsara della coppia Re-Bariani, alla prima uscita sulle impegnative strade della Targa. Re è riuscito a conservare il secondo posto per un solo decimo di secondo, resistendo all’attacco dei rivali Pedersoli-Romano (Ford Focus), in difficoltà nelle prime battute di gara per una non ottimale scelta delle gomme, e poi in gran rimonta nel finale, tanto da vincere 4 prove speciali, così come Riolo. Grazie a questo secondo posto Re-Bariani balzano al comando del Trofeo Rally Asfalto, di cui la Targa Florio era la terza prova, con due punti di vantaggio su Pedersoli.
Alle spalle delle più potenti WRC si è piazzata a Peugeot 207 S2000 di un costante e brillante Alfonso Di Benedetto, che pur rallentato dalla rottura della leva del cambio ha preceduto la vettura gemella del ligure Pisi e la Fiat Punto Abarth del toscano Ciuffi. Per il settimo posto solo all’ultima prova la Peugeot 207 S2000 di Sicilia ha avuto la meglio sulla Renaul Clio di Vara, dominatore del Gruppo R, seguito dal toscano Vita che ha avuto vita facile in Gruppo N dopo l’immediato abbandono di Laganà.
Nel corso della gara un incidente ha visto coinvolti due spettatori, investiti da una vettura uscita di strada nella prova di Lascari. Prontamente soccorsi i due se la sono cavata con contusioni ed una sospetta frattura di un polso.
La gara è stata portata a termine da 53 degli 84 equipaggi partiti ieri da Palermo.
La classifica: 1. Riolo-Canova (Citroen Xsara) in 1h02’42”6; 2. 2. Re-Bariani (Citroen Xsara) a 21”9; 3. 3. Pedersoli-Romano (Ford Focus) a 22”; 4. Di Benedetto-Siragusano (Peugeot 207) a 2’54”7; 5. Pisi-Costantini (Peugeot 207 S2000) a 3’23”6; 6. Ciuffi-Messina (Fiat Punto Abarth) a 4’48”2; 7. Sicilia-Cambria (Peugeot 207 S2000) a 5’10”7; 8. Vara-Rappa (Renault Clio R3C) a 5’14”0; 9. Vita-Girelli (Mitsubishi Lancer) a 5’35”6; 10. Lunardi-Palmisano (Subaru Impreza) a 6’12”5. Ufficio Stampa - Targa Florio
Nella foto: la Citroen di Re-Bariani LE FOTO DEI PROTAGONISTI 

37. 08/05/10. Non destano preoccupazioni le condizioni dei due spettatori investiti
Nel corso della 6^ Prova Speciale della 94° Targa Florio, denominata “Lascari”, la vettura n° 29, la Renault Clio RS dell’equipaggio Spagnolatti-Fomiatti, usciva di strada poco dopo metà percorso nell’affrontare una curva a destra.
Nell’uscita la vettura urtava contro il guar-rail, investendo tre giovani spettatori di Collesano che vi sostavano dietro, in  zona pericolosa, come chiaramente indicato dai cartelli apposti dall’Organizzatore.
I tre spettatori venivano prontamente soccorsi dai medici situati nelle vicinanze del luogo dell’incidente ed inviati dalla Direzione Gara. Per due di loro si rendeva necessario, per gli opportuni accertamenti, il trasporto in ambulanza all’Ospedale di Cefalù, dove le loro condizioni non venivano giudicate gravi, presentando escoriazioni, lievi traumi e, per uno di loro, la sospetta frattura di un polso.
 Il terzo spettatore non riteneva necessario farsi ricoverare.
La gara è proseguita con la disputa delle ultime prove in programma.
Ufficio Stampa - 94° Targa Florio

36. 08/05/10. Il cerdese Totò Riolo domina la 94 Targa Florio
Ha vinto il pilota di casa. Totò Riolo, cerdese purosangue, in coppia con Carlo Canova si è aggiudicato la 94^ edizione della Targa Florio. Una vittoria strameritata visto che Riolo al volante della sua CITROEN Xsara ha vinto ben 4 P.S. con un buon distacco e poi ha saputo amministrare il vantaggio sugli avversari che non hanno mai mollato. Al secondo posto Re-Bariani su CITROEN Xsara con un ritardo di 21"9, al terzo posto la coppia Pedersoli-Romano su FORD Focus con un ritardo di 22"0.
Il distacco tra Re e Pedersoli è solo di 1 decimo di secondo, una lotta davvero fino all'ultimo secondo. Bisogna aspettare il comunicato ufficiale.
Sfortunati i cefaludesi costretti a numerosi ritiri, come Runfola, Giardina, Provenza, Fiduccia.

Le ultime P.S.
7 P.S.
Targa 3
1
° PEDERSOLI Luca - ROMANO Matteo FORD Focus
RE Felice - BARIANI Mara CITROEN Xsara
RIOLO Salvatore - CANOVA Carlo CITROEN Xsara

8 P.S. Lascari 3
ANNULLATA

9 P.S. Campella 3
1° PEDERSOLI Luca - ROMANO Matteo FORD Focus
RE Felice - BARIANI Mara CITROEN Xsara
RIOLO Salvatore - CANOVA Carlo CITROEN Xsara

La CLASSIFICA GENERALE UFFICIOSA
RIOLO Salvatore - CANOVA Carlo CITROEN Xsara  tempo 1h 02' 42" 6
RE Felice - BARIANI Mara CITROEN Xsara  a 21" 9
PEDERSOLI Luca - ROMANO Matteo FORD Focus a 22" 0
DI BENEDETTO Alfonso - SIRAGUSANO PEUGEOT 207 a 2'54" 7
PISI Alessio - COSTANTINI Luca PEUGEOT 207 a 3'23" 6
LE FOTO DEI PROTAGONISTI 

35. 08/05/10. Incidente alla P.S. di Lascari
Oggi alle 14.30 circa, in Collesano sulla S.P. 128, località “Bosco”, km.9+500, durante la prova speciale “Lascari”, relativa alla manifestazione automobilistica denominata “94° targa Florio rally internazionale di Sicilia e tappa Florio historic rally”, un’autovettura in gara, per causa in corso di accertamento, fuoriusciva dalla sede stradale, investendo alcuni spettatori posti sul ciglio sinistro della carreggiata, dietro il guardrail.
I soggetti sono stati prontamente soccorsi da personale del servizio “118”, mentre i componenti dell’equipaggio sono rimasti illesi. Due dei soggetti investiti dall’auto sono stati trasportati presso l’ospedale “San Raffaele – G. Giglio” di Cefalu’, dove ad uno è stata riscontrata una frattura del radio destro e giudicato guaribile in gg 30 s.c. l’altro, giudicato privo di lesioni, è stato trattenuto in osservazione. La prova speciale è stata sospesa. I rilievi sono stati eseguiti dai Carabinieri della Stazione di Collesano intervenuti sul posto. Fonte madonielive.com

34. 08/05/10. 94^ Targa Florio. Le foto dei partecipanti
Tutti i parteciopanti della Targa fotografati al passaggio del 1° controllo a timbro a Campofelice di Roccella, proprio davanti al Museo Vincenzo Florio del sig. Venturella.
LE FOTO DEI PROTAGONISTI

33. 08/05/10. Totò Riolo protagonista nelle prime prove della Targa
Dopo le prime 6 P.S. Totò Riolo si trova in testa alla classifica della 94^ Targa Florio che si sta disputando sulle strade della vechhia e gloriosa corsa madonita. Finora su 6 prove speciali il bravo pilota cerdese ne ha vinto ben 4 lasciandone solo una a Pedersoli che era considerato uno dei favoriti della corsa. Nella classifica generale per ora Riolo si trova davanti a Felice Re ed a Pedersoli. Ecco I piazzamenti nelle pime & P.S.
1 P.S.

RIOLO Salvatore - CANOVA Carlo CITROEN Xsara
RE Felice - BARIANI Mara CITROEN Xsara
PEDERSOLI Luca - ROMANO Matteo FORD Focus

2 P.S. Lascari 1
RIOLO Salvatore - CANOVA Carlo CITROEN Xsara
2
° PEDERSOLI Luca - ROMANO Matteo FORD Focus
RE Felice - BARIANI Mara CITROEN Xsara

3 P.S. Campella 1
RIOLO Salvatore - CANOVA Carlo CITROEN Xsara
RE Felice - BARIANI Mara CITROEN Xsara
PEDERSOLI Luca - ROMANO Matteo FORD Focus

4 P.S. Targa 2
1
° PEDERSOLI Luca - ROMANO Matteo FORD Focus
RE Felice - BARIANI Mara CITROEN Xsara
RIOLO Salvatore - CANOVA Carlo CITROEN Xsara

5 P.S. Lascari 2
RIOLO Salvatore - CANOVA Carlo CITROEN Xsara
2
° PEDERSOLI Luca - ROMANO Matteo FORD Focus
RE Felice - BARIANI Mara CITROEN Xsara

6 P.S. Campella 2
1
° PEDERSOLI Luca - ROMANO Matteo FORD Focus
RIOLO Salvatore - CANOVA Carlo CITROEN Xsara
RE Felice - BARIANI Mara CITROEN Xsara

CLASSIFICA GEBERALE dopo 6 P.S.
RIOLO Salvatore - CANOVA Carlo CITROEN Xsara
RE Felice - BARIANI Mara CITROEN Xsara  a 29" 6
PEDERSOLI Luca - ROMANO Matteo FORD Focus a 35" 9
DI BENEDETTO Alfonso - SIRAGUSANO PEUGEOT 207 a 2'11"0
PISI Alessio - COSTANTINI Luca PEUGEOT 207 a 2'35"2
Nelle foto: in alto Totò Riolo, in basso il Museo Vincenzo Florio di Campofelice di Roccella

32. 07/05/10. 94ª Targa Florio: Re (Citroën Xsara) al comando dopo la Super Prova in Fiera.
La Bmw di Diana prima fra le Autostoriche. Runfola in ritardo
Palermo, 7 maggio 2010 - La 94^ Targa Florio è scattata con la disputa della Super Prova all’interno della Fiera del Mediterraneo a Palermo, dove le 135 vetture verificate hanno dato spettacolo su un tortuoso circuito di 550 metri da ripetere tre volte. Grande lo spettacolo offerto dalle WRC e dalle auto storiche e grandissima l’affluenza del pubblico sulle tribunette del Palermo Motor Show.
E’ iniziata nel migliore dei modi la gara di Felice Re, che ha staccato con la sua Citroen Xsara di ben 5”3 il rivale di campionato Luca Pedersoli (Ford Focus), preceduto a sorpresa dalla Punto Abarth S2000 di Ciuffi e dalla Mitsubishi di Gianluca Vita e seguito ad un solo decimo di secondo dall’altra Xsara di Totò Riolo. Seguono in classifica gli altri siciliani Di Benedetto (Peugeot 207) e Mogavero (Skoda Fabia WRC), mentre in è ritardo Runfola , staccato di ben 22”, con problemi alla sua Peugeot 307.
Nell’Historic Rally la sorpresa è giunta dalle BMW, con la 320 di Diana davanti a tutte le Porsche, seguita ad 1” dalla “635” di Savoca.
Incidente per Rizzuto,(Porsche) che non ha concluso la prova.
Dopo la Super Prova e la Cerimonia di Partenza dal centro di Palermo le vetture hanno raggiunto il Parco Assistenza di Termini Imerese, da dove ripartiranno domani mattina alle 7.31 per affrontare la frazione conclusiva, che prevede la disputa delle 9 prove speciali. Arrivo domani sera a Termini Imerese alle ore 20.
La classifica: 1. Re-Bariani (Ford Focus) in 2’00”9; 2. Ciuffi-Messina (Fiat Punto Abarth) a 3”9; 3. Vita-Girelli (Mitsubishi Lancer) a 5”; 4. Pedersoli-Romano (Ford Focus) a 5”3; 5. Riolo-Canova (Citroen Xsara) a 5”4; 6. Di Benedetto-Siragusano (Peugeot 207) a 5”8; 7. Mogavero-Caprì (Skoda Fabia) a 6”9; 8. Pisi-Costantini (Peugeot 207) a 7”5; 9. D’Arrigo-Di Giacomo (Renault Clio S1600) a 11”9; 10. Laganà-Guzzardi (Mitsubishi Lancer) a 13”1. Ufficio Stampa - Targa Florio

31. 07/05/10. 94^ Targa Florio e Historic Rally: domani al via con 136 equipaggi
Domani si corre sulle strade delle Madonie la corsa più antica del mondo 
Dopo la Prova Spettacolo di oggi, domani sono in programma le nove prove speciali che decideranno chi fra Predersoli, Re, Riolo e Runfola si aggiudicherà l’ambita targa in bronzo.
Sono 52 gli equipaggi in gara nella
 terza prova del Trofeo Rally Asfalto, cui si aggiungono xx auto storiche impegnate nell’Historic Rally. Partenza ed arrivo saranno a Termini Imerese.
Palermo, 7 maggio – Dopo la prova spettacolo del pomeriggio e la successiva Cerimonia di Partenza dal centro di Palermo, scatta domani mattina da Termini Imerese la 94^ Targa Florio, terza gara del Trofeo Rally Asfalto. Sulle celebri ed impegnative strade delle Madonie sono in programma, subito dopo la partenza da Termini Imesere, nove prove speciali distribuite nei tre giri del percorso. Saranno questi 120 chilometri, sui 440 totali della gara, a determinare il vincitore della gara fra un ristretto lotto, nel quale si scontrano gli attuali leaders del campionato, il comasco Felice Re (Citroen Xsara) ed il bresciano Luca Pedersoli (Ford Focus), con i locali Riolo, anch’egli su Xsara WRC, e Runfola (Peugeot 307.  Re, al debutto sulle strade della Targa, si è dimostrato piuttosto prudente alla vigilia: “E’ un percorso molto tecnico, che richiede precisione nella guida e perfetta conoscenza delle prove. Dovrò  correre pensando al campionato”. Il cerdese Riolo, già vincitore di due edizioni della Targa Florio, non nasconde le sue ambizioni:”Ho trovato una vettura veramente incredibile, guidata anche dal campione del mondo Loeb, come non ne ho mai guidate. Il tris non è impresa impossibile anche se Pedersoli e Re hanno più dimestichezza con queste vetture così potenti e performanti”. Con altre due World Rally Car saranno in gara anche il pescarese Petrocco (Subaru Impreza) ed il locale Mogavero (Skoda Fabia), mentre fra le Super 2000 spiccano le Peugeot 207 di Pisi, Di Benedetto e Sicilia e la Punto Abarth del toscano Ciuffi ed in Gruppo N le Mitsubishi del pugliese Laganà e del toscano Vita. Combattuta anche la classe R3C, con Vara, Colombini, Bosca, Di Sclafani e Terranova. Nella classe R2B sarà in gara anche Alessandro Re, figlio del pilota comasco in gara col n° 2.
            Cinquantadue saranno invece le auto storiche impegnate nella Targa Florio Historic Rally e sulle stesse prove delle vetture moderne. Sarà un festival Porsche, vincitrici delle ultime edizioni, con le 911 di Savioli, De Luca, Patuzzo, Rizzuto, Billa ed altre tredici vetture di Stoccarda, insieme all indimenticabili Lancia Stratos (La Barbera) e Ferrari 308 GTB di “Pedro”
            Il programma di domani prevede, dopo la partenza dal porto Termini Imerese (ore 7.31) la disputa della prima prova speciale “Targa” (km 12,3) in parte sul “piccolo circuito” fra Cerda, Sclafani Bagni e Caltavuturo, seguita dalla “Lascari” fra Collesano e Lascari e quindi dalla “Campella” fra Cefalù e Gibilmanna. Al termine di questo giro le vetture faranno sosta nella vasta area dedicata al Parco Assistenza nel Porto di Termini Imerese, per poi proseguire ed affrontare le restanti 6 prove speciali. Complessivamente il percorso misura 444 km, 116 dei quali rappresentati dai tratti cronometrati.
            L’arrivo della 94^ Targa Florio, organizzata dall’Automobile Club Palermo con la sponsorizzazione del Banco di Sicilia ed il patrocinio della Regione Sicilia (Assessorati ai Beni Culturali e Turismo), della provincia Regionale di Palermo, dell’Assessorato allo Sport del Comune di Palermo, e dei Comuni di Termini Imerese, Campofelice di Roccella, è previsto domani sera alle ore 20 al belvedere di Termini Imerese.
Il programma, gli orari e le classifiche in diretta sono disponibili sul sito www.targa-florio.it  (Ufficio Stampa - Targa Florio)
Nella
foto: la Citroen Xsara WRC di Totò Riolo, ripresa durante lo shake down di stamattina nei pressi di Trabia (PA).

GLI ORARI DELLE PROVE SPECIALI

PROVA SPECIALE

1° PASSAGGIO

2° PASSAGGIO

3° PASSAGGIO

 

 

 

 

TARGA

8.20

12.36

16.52

LASCARI

9.13

13.29

17.45

CAMPELLA

9.47

14.03

18.19

30. 06/05/10.  Targa Florio: si inizia domani con un'inedita prova in Fiera 
Domani pomeriggio a Palermo si avvia l’edizione n. 94 della corsa più antica del mondo 
La terza prova del Trofeo Rally Asfalto vivrà sullo scontro fra le WRC dei lombardi Re e Pedersoli e dei siciliani Riolo e Runfola. Fra i 139 iscritti ben 53 le autostoriche in gara nell'Historic Rally  - Domani mattina  si svolgerà  a Trabia il il test con le vetture da gara - Per tutti domani pomeriggio appuntamento con la prima Prova Speciale, disegnata all'interno della Fiera del Mediterraneo a Palermo - Subito dopo alle 21 la spettacolare cerimonia di partenza nel cuore di Palermo
Sabato mattina il via alla tappa sulle Madonie, che si concluderà in serata a Termini Imerese
Palermo, 6 maggio – Già da domani, a conclusione delle “punzonature” delle 139 vetture iscritte,  in programma nella mattinata a Termini Imerese, la 94^ Targa Florio e l'Historic Rally Targa Florio, faranno sentire il rombo dei motori. Si inizierà infatti col test delle vetture da gara, lo “shakedown”, su un breve percorso nei pressi di Trabia, Qui, fra le 9 e le 17.30 tutti i concorrenti potranno effettuare più passaggi, con lo scopo di testare le gomme e gli assetti più adatti all'asfalto siciliano. 
 
Subito dopo la gara entrerà nel vivo con la novità rappresentata dalla Super Prova Speciale “Città di Palermo” ricavata all'interno della Fiera del Mediterraneo, che verrà affrontata a partire dalle ore 16,00 prima dalle autostoriche e quindi dalle moderne vetture rally partecipanti alla terza prova del Trofeo Rally Asfalto.
   Dalla Fiera i concorrenti si trasferiranno nel centro di Palermo, in piazza Politeama, da dove a partire dalle ore 21.01 inizieranno a scendere dalla pedana per l’ormai tradizionale e spettacolare cerimonia di partenza, aperta dalle vetture dei due leaders del T.R.A.: la  Ford Focus WRC di Luca Pedersoli e Matteo Romano e la Citroen Xsara WRC di Felice Re e Mara Bariani. Dal capoluogo le vetture raggiungeranno il Porto di Termini Imerese, dove resteranno in “sosta notturna” sino a sabato mattina, quando alle ore 7.31 si avvieranno verso le strade delle Madonie per affrontare le 9 “vere”  prove speciali. Lì si potranno misurare le ambizioni dei piloti siciliani, ed in particolar modo di Totò Riolo (Ateneo) e Marco Runfola (Island Motorsport), il primo alla guida di una Xsara che fu anche del campione del Mondo Loeb, ed il giovane cefaludese con la Peugeot 307 WRC. L'esperienza con le WRC di Re, pluricampione del TRA, e Pedersoli, si misurerà con l'abilità e la conoscenza delle strade dei piloti locali. Le prime due WRC saranno seguite nell'ordine di partenza dalla Peugeot 207 S2000 del ligure Pisi (New Turbomark), quindi da Runfola, Laganà (Mitsubishi), Riolo, Mogavero (Skoda Fabia S2000), dalla Subaru WRC di Petrocco e quindi dalle Super 2000 di Di Benedetto, Ciuffi, Sicilia e Caranna. Per la vittoria in Gruppo N si batterà anche il toscano Gianluca Vita, che torna alla Targa dopo la vittoria assoluta del 2001.  
  
Uno spettacolo nello spettacolo sarà rappresentato dalla Targa Florio Historic Rally, i cui partecipanti affronteranno lo stesso percorso della Targa Rally i cui concorrenti seguiranno nell'ordine di partenza. Nella gara valida per il Campionato Italiano in evidenza le agguerrite Porsche 911 .di Marco Savioli, De Luca,  Patuzzo, Rizzuto, Trinca e Billa.
     
Nei vari Raggruppamenti occhi puntati anche sulle altre Porsche di Alfonzo, Russo, Battaglia, Bellomare, Mazzola e Palermo e sulle BMW dei redditizi Savoca (635) e Diana (320).
    La giornata di sabato vedrà i concorrenti impegnati nelle 9 prove speciali (tre da ripetersi tre volte) sulle classiche strade delle Madonie: Targa (km 12,3) in parte sul “piccolo circuito”, Lascari e la “Campella” sulle alture che sovrastano Cefalù. Fra un giro ed il successivo le vetture faranno tappa al Parco Assistenza, nuovamente ubicato all'interno del Porto di Termini Imerese. Complessivamente il percorso misura 444 km, 116 dei quali rappresentati dai tratti cronometrati.
   L’arrivo della 94^ Targa Florio, organizzata dall’Automobile Club Palermo con la sponsorizzazione del Banco di Sicilia ed il patrocinio della Regione Sicilia (Assessorati ai Beni Culturali e Turismo), della provincia Regionale di Palermo, dell’Assessorato allo Sport del Comune di Palermo, e dei Comuni di Termini Imerese, Campofelice di Roccella, è previsto alle ore 20 di sabato al belvedere di Termini Imerese.
LE DICHIARAZIONI DI RE E RIOLO
Felice Re
: “ Devo dire che questo è un vero rally, veramente duro ed impegnativo, in cui sono tante le variabili da affrontare”.
Totò Riolo: “Non posso negare che un pensierino al “tris” l'ho fatto e la Xsara che guiderò è una delle più aggiornate che ci siano in giro. E' stata una delle ultime condotte da Sebastien Loeb ed è reduce da una vittoria all'estero. Ovviamente paghiamo rispetto agli avversari la conoscenza del mezzo e dei suoi limiti, ma ci proveremo lo stesso, come negli anni passati, dove gli avversari erano le Case ufficiali. Per questa partecipazione devo tanto alla Scuderia Ateneo”. (Ufficio Stampa - Targa Florio)
 
Nelle foto: in alto la Citroen Xsara WRC di Felice Re, leader, ex aequo con Pedersoli, del Trofeo Rally Asfalto; in basso la Porsche 911 di Savioli-Failla, primi a partire nell’Historic Rally Targa Florio (Foto M.Bianchi).

 

29. 04/05/10. Island Motorsport in forze alla Targa Florio 
Ranghi completati per la scuderia palermitana Island Motorsport che, nel prossimo fine settimana, si presenterà in forze al via della 94° Targa Florio e dell’Historic Rally Targa Florio, entrambe terzo appuntamento stagionale, rispettivamente, del Trofeo Rally Asfalto (TRA) e del Campionato italiano Autostoriche di specialità, in programma in provincia di Palermo.
Il sodalizio siculo affiderà la propria livrea, innanzitutto, al giovane Marco Runfola che, al volante della Peugeot 307 WRC (World Rally Car) del team G.M.A., sarà navigato dal concittadino Marco Pollicino. Il talentuoso driver di Cefalù punterà, indiscutibilmente, ad un risultato di prestigio - dopo l’amaro ritiro patito lo scorso anno per noie meccaniche - pur dovendosi confrontare anche con il compagno di squadra Gabriele Mogavero. Il pilota madonita, affiancato da Manfredi Ciprì, potrà contare infatti sulla performante Skoda Fabia WRC di Colombi e sull’esperienza maturata in più edizioni disputate della “corsa più antica del mondo”. Un ulteriore valore aggiunto per la squadra capitanata da Fulvio Garajo sarà data dall’altro equipaggio portacolori formato dagli agrigentini Davide Di Benedetto e Lorenzo Giordano, su Peugeot 207 S2000, reduci dall’ottima ma sfortunata performance al “1000 Miglia”, di due settimane addietro.
Alla guida delle Renault New Clio R3 saranno della partita anche Vara-Rappa, Tripolino-Salemi, Di Sclafani-Portera e “Luiss”-Favata, oltre Terracchio-Giannone (Renault Clio S1600).
Nella serie tricolore riservata alle vetture di una volta, invece, riflettori puntati sulle Porsche 911 di Trinca-Di Sano e Rizzuto-Rizzuto.
La manifestazione aprirà i battenti venerdì pomeriggio con una novità assoluta: la disputa di una prova spettacolo su un tracciato ricavato all’interno della Fiera del Mediterraneo, che proprio in quei giorni sarà teatro del Palermo Motor Show. Sabato, invece, i rimanenti nove tratti cronometrati per un totale di 131,73 chilometri (trasferimenti esclusi) - Comunicato

28. 04/05/10. L'Elenco degli iscritti della 94^ Targa Florio Rally Asfalto
 
Elenco iscritti all'Historic Rally Targa Florio

27. 04/05/10. Targa Florio e Historic Rally Targa Florio venerdì al via con 139 iscritti
Presentate oggi a Palermo le due gare valide rispettivamente per il Trofeo Rally Asfalto e per il Tricolore Autostoriche – Contro i favoriti Pedersoli (Focus) e Re (Citroen) , vincitori delle prime due gare del T.R.A., la grinta dei siciliani  Riolo (Xsara), Runfola (Peugeot 307) e Mogavero (Skoda WRC) -  Porsche, Lancia, Ferrari, Opel e BMW  garantiscono lotta e spettacolo nell’Historic Rally - Fra tre giorni il via con la novità della prova spettacolo in Fiera prima del  consueto bagno di folla nella centralissima piazza Politeama a Palermo
  
Palermo, 4 maggio 2010 – Presentate oggi a Palermo, presso la sede del Banco di Sicilia, la 94a Targa Florio e l'Historic Rally Targa Florio, partono già con un bilancio positivo in termini di adesioni, che hanno raggiunto quota 137 equipaggi, 86 dei quali in lizza per la conquista della 94a Targa Florio, terza prova del Trofeo rally Asfalto, e ben 53 autostoriche nell'Historic Rally, gara titolata per il Campionato Italiano.
  A tre giorni dal via il quadro dei protagonisti è ben delineato, con i lombardi Felice Re (Citroen Xsara WRC) e Luca Pedersoli (Ford Focus WRC), attuali leaders della serie tricolore ed esperti interpreti delle potenti vetture WRC, che dovranno vedersela con la concorrenza locale -sempre capace di esprimersi ad alti livelli nella gara di casa - rappresentata dal cerdese Totò Riolo, che di “Targhe” ne ha già vinte due ed avrà anch'egli una Citroen Xsara, e dal giovane cefaludese Marco Runfola, per l'occasione al volante di una Peugeot 307 WRC. Altre due vetture WRC, una Skoda Fabia ed una Subaru Impreza, saranno condotte rispettivamente dal locale Gabriele Mogavero e dal pescarese Petrocco.
  Il lotto di coloro che puntano alle prime posizioni è completato dalla Punto Abarth S200 del toscano Paolo Ciuffi, dalle Peugeot 207 S2000 del ligure Pisi e degli agrigentini Alfonso Di Benedetto e Sicilia, mentre nel Gruppo N si prevede battaglia fra il toscano Gianluca Vita, vincitore della Targa nel 2001, ed il barese Francesco Laganà, entrambi con le Mitsubishi Lancer Evo. Si annuncia agguerrita anche la gara fra le Renault Clio R3C, dove spiccano i nomi di Vara, Bosca, Di Sclafani e Terranova.
  Oltre che per il Trofeo Rally Asfalto, la 94a Targa Florio sarà valida per il Challenge 8^ Zona, che vede nelle prime posizioni Lunardi (Subaru) e D'Izzia (Renault Clio Rs), entrambi al via.
  In questa edizione della Targa le vetture moderne saranno seguite, su un percorso identico, dalle autostoriche che si cimenteranno nella Targa Florio Historic Rally, terza delle dieci prove del Campionato Italiano Rally Autostoriche, dove fra le tante Porsche spiccano quelle di Savioli e De Luca, protagonisti del Campionato, di Patuzzo, Rizzuto, Trinca e Billa, cui si aggiungono per gli occhi degli appassionati la Lancia Stratos di La Barbera e la Ferrari 308GTB di “Pedro”, vetture che insieme all’Ascona 400, qui con Altopiano, sono state tra le protagoniste della Targa Rally degli anni ’80.
  Nei vari Raggruppamenti occhi puntati anche sulle altre Porsche di Alfonzo, Russo, Battaglia, Bellomare, Mazzola e Palermo e sulle BMW degli spettacolari e redditizi Savoca (635) e Diana (320) che si esaltano sulle strade della Targa e non solo su quelle.
  
Per tutti l'appuntamento è fra tre giorni. La 94a Targa Florio, organizzata dall’Automobile Club Palermo con il patrocinio della Regione Sicilia (Assessorati ai Beni Culturali e Turismo), della provincia Regionale di Palermo e dei Comuni di Termini Imerese e Campofelice di Roccella,  scatterà infatti venerdì 7 maggio con in programma 9 prove speciali ed una Super Prova Spettacolo, che si svolgerà venerdì alle ore 17,30 su tre giri di un tracciato lungo poco più di 500 metri ricavato per la prima volta all’interno della Fiera del Mediterraneo, che proprio in questi giorni sarà teatro del Palermo Motor Show.
  La Super Prova Spettacolo, aprirà di fatto le ostilità, precedendo di qualche ora la classica cerimonia di partenza da
Piazza Politeama (ore 21,00).
  Sede dell'arrivo sarà
Termini Imerese, dove i concorrenti concluderanno la gara a partire dalle ore 20,00 di sabato 8 maggio, dopo aver affrontato
  9 Prove Speciali, tre da ripetersi tre volte: “Targa” (12,30 km), “Lascari”, (14 km), e “Campella” (12 km). In totale i chilometri di Prove Speciali ammontano a 131,73 su 444 km di percorso totale.
  Venerdì mattina, nei pressi di Trabia, si svolgerà invece lo “shake down”, ovvero il test con le vetture da gara,  Notizie ed aggiornamenti sul sito www.targa-florio.it.
  
Al primo equipaggio classificato della Targa Florio oltre alla celebre riproduzione in bronzo andrà in premio un’opera 90x70 dell’artista Salvo Manuli raffigurante un' Alfa e una Bugatti che si inseguono nella Targa del 1928  (Chiron e Campari).
  
Al primo equipaggio siciliano, invece, sarà assegnato il Trofeo Clementino Ravetto, il gentleman driver protagonista di tante Targhe Florio e Consigliere dell’A.C. Palermo, recentemente scomparso. All’equipaggio dell’Historic Rally autore della migliore prestazione, sarà invece assegnata la Targa Florio Storica in bronzo, riproduzione della prima Targa disegnata da Lalique.
I primi equipaggi alla partenza
1 Pedersoli-Romano                 Ford Focus WRC
2
Re- Bariani                          Citroen Xsara WRC
3
 Pisi-Costantini                     Peugeot 207 S2000
4
 Runfola-Pollicino                  Peugeot 207 S2000
5
 Laganà-Guzzardi                Mitsubishi Lancer Evo X
6
 Riolo-Canova                      Citroen Xsara WRC
7
Mogavero-Caprì                  Skoda Fabia WRC
8 Petrocco-Dalbard
               Subaru Impreza WRC
9
 Di Benedetto-Siragusano     Peugeot 207 S2000
10
 Ciuffi-Messina                  Fiat Abarth Punto S2000

Nele foto: In alto la Ford Focus WRC di Luca Pedersoli, in basso la Citroen di Felice Re, i due leaders, ex aequo, del Trofeo Rally Asfalto
Ufficio Stampa

26. 03/05/10. Ben 9 equipaggi cefaludesi alla 94.Traga Florio
Saranno ben 9 gli equipaggi cefaludesi che prenderanno parte alla 94^ targa Florio tra partecipanti sia al Trofeo Rally Asfalto 2010 e al Campionato Italiano Rally Autostoriche. Ecco di chi si tratta:
R
unfola-Pollicino su 307 wrc
P
rovenza-Glorioso mitshubishi evo 9
G
iardina-Saia clio super 1600
G
iardina-Ilardo clio rs
D
amiani-Fiduccia peugeto 205 gruppo a
P
iraino-Glorioso peugeot 106
G
ordon-Cicero porsche
V
azzana-Genovese opel kadett
V
accaro-Rizzo opel kadett
Nella foto d'archivio: Piero Vazzana

25. 02/05/10. Targa Florio e Historic Rally Targa Florio: verso i 140 iscritti
Si chiudono domani, lunedì 3 maggio le iscrizioni alla 94a Targa Florio ed all’Historic Rally Targa Florio, entrambe terza prova, rispettivamente, del Trofeo Rally Asfalto 2010 e del Campionato Italiano Rally Autostoriche, che saranno presentate martedì presso la sede del Banco di Sicilia ed in programma dal 7 all’8 maggio in Sicilia.  
A poche ore dalla chiusura facce abbastanza soddisfatte tra gli organizzatori dell’A.C. Palermo e dell’A.C.S. per un elenco che di ora in ora cresce e che potrebbe anche raggiungere la quota record di 140 equipaggi (110 lo scorso anno), più di 80 dei quali per il T.R.A. ed i restanti per l’Historic.
Tra i sicuri partenti di venerdì 7 maggio ci saranno i due leader del T.R.A., il bresciano Luca Pedersoli (Ford Focus) ed il comasco Felice Re (Citroen Xsara) che si scontreranno con la Xsara WRC di Totò Riolo (Ateneo) e la Peugeot 307 WRC del giovane Marco Runfola (Island Motorsport). Completano il lotto delle WRC la Skoda Fabia di Gabriele Mogavero e la Subaru del pescarese Petrocco.  Presenti anche il leader del Gruppo N, il toscano Vita, vincitore della Targa Florio 2001, il campione uscente Laganà, tutti con le Mitsubishi, e le Peugeot S2000 di Pisi, Di Benedetto, Ciuffi, Sicilia e Caranna.
Sfilata di Porsche, con Ferrari e Stratos a contorno, tra le Autostoriche.  Gli specialisti siciliani Savioli, Alfonzo, Rizzuto, Bellomare, Billa, Trinca, Palermo e Mazzola, incontreranno sulla loro strada la gemella 911 di Patuzzo e la Ferrari 308 di “Pedro”.
La Targa Florio, organizzata dall’Automobile Club Palermo con il patrocinio della Regione Sicilia (Assessorati ai Beni Culturali e Turismo), della provincia Regionale di Palermo e dei Comuni di Termini Imerese e Campofelice di Roccella, quest’anno si disputerà venerdì 7 e sabato 8 maggio con in programma 9 prove speciali ed una Super Prova Spettacolo ospitata per la prima volta all’interno della Fiera del Mediterraneo, che proprio in quei giorni sarà teatro del Palermo Motor Show.
L’appuntamento palermitano, lungo 1550 metri, aprirà di fatto le ostilità e nel pomeriggio di venerdì 7 maggio precederà la classica cerimonia di partenza di Piazza Politeama (ore 21,00). L’arrivo finale è invece previsto per le ore 20,00 di sabato 8 al Belvedere di Termini Imerese. Nel corso della gara sono  previste 9 Prove Speciali, tre da ripetersi tre volte: “Targa” (17,30 km), “Lascari”, allungata a  14 km, e “Santa Lucia”. In totale i chilometri di Prove Speciali ammontano a 131,73 su 444 km di percorso totale.
Lo “shake down”, ovvero il test con le vetture da gara, si disputerà venerdì 7 sul collaudato tratto della strada provinciale 26 nei pressi di Trabia. Notizie ed aggiornamenti sul sito www.targa-florio.it. Comunicato stampa

25. 02/05/10. Quali piloti cefaludesi alla Targa?
E' l'interogativo che ci poniamo alla vigilia della corsa che si sviluppa sulle nostre strade. Purtroppo in questo settore non c'è grande collaborazione: mancano le informazioni sia dei piloti, sia dei tifosi.Ssappiamo che Marco Runfola  parteciperà alla Targa con
una Peugeot 307 WRC: Presenti con le autostoriche pure Vazzana-Genovese. Degli altri non sappiamo nulla

24. 30/04/10. 94^ Targa Florio Rally - Pedersoli è pronto alla fuga
Tra una settimana si disputerà in Sicilia la terza gara del Trofeo Rally Asfalto 2010 ed ancora una volta si preannuncia un intenso duello tra la Ford Focus WRC Magneti Marelli condotta dal bresciano Luca Pedersoli (come sempre in coppia con Matteo Romano) e la Citroën Xsara WRC del comasco Felice Re: i due hanno infatti vinto una gara a testa e si presentano ai nastri di partenza del prestigioso appuntamento sulle strade delle Madonie a pari punti in classifica generale ed ambedue con il dichiarato intento di lanciare la fuga in solitaria.

“Scesa” temporaneamente dal Campionato Italiano Rally al Trofeo Rally Asfalto (come già il Rally del Ciocco di inizio stagione), lo storico appuntamento siciliano costituisce senza dubbio il “clou” della serie tricolore 2010, sia per l’elevato spessore tecnico delle Prove Speciali in programma che per la fantastica cornice di pubblico che abbraccerà i protagonisti lungo tutto l’arco della manifestazione.

“Ritorno al Targa dopo tanti anni e sono pronto al “bagno di folla” che solo gli appassionati siciliani sanno offrire ai loro beniamini: raramente il calore del pubblico è così vicino agli equipaggi in gara e spero davvero di non deludere le aspettative dei miei tanti fans dopo le positive esperienze in Sicilia dello scorso anno (1° assoluto al Fabaria Rally e 3° assoluto al Rally Taormina-Messina, n.d.r.)” ha dichiarato Luca Pedersoli a pochi giorni dalla partenza per Palermo ”La gara è a dir poco meravigliosa: le sue Prove Speciali hanno fatto la storia del rallysmo italiano ed entrare nel suo Albo d’Oro è certamente un sogno che ogni pilota ha nel proprio cassetto.
Correremo per riprenderci la leadership del Campionato in solitaria ed abbiamo tutte le carte in regola per poterlo fare: le coperture BF Goodrich sono state sempre performanti su queste strade, la vettura è strepitosa lungo Prove veloci come quelle che andremo ad affrontare ed il Team Vieffecorse sta lavorando in modo perfetto per permettermi di essere sempre al top. Come già in Valle d’Aosta, Magneti Marelli mi seguirà anche in Sicilia per presentare agli appassionati le ultime novità tecniche nell’ambito delle elaborazioni stradali: l’appuntamento con i fans è fissato al Porto Industriale di Termini Imerese, dove sarà ubicato il Parco Assistenza della gara”.

Il programma della gara prevede le verifiche tecniche nella serata di giovedì 6 maggio al Porto di Termini Imerese (PA), mentre nella mattinata di venerdì 7 avrà luogo lo shakedown in località Trabia. Nel pomeriggio dello stesso giorno verrà disputata un’inedita Super Prova Speciale all’interno della Fiera di Palermo, a cui seguirà - in serata - la cerimonia di partenza in Piazza Politeama. La gara vera e propria scatterà da Termini alle ore 7.30 di sabato 8 per concludersi alle 20.00 al Belvedere di Termini Imerese dopo la disputa di 9 tratti cronometrati (tre differenti da ripetere in altrettante occasioni, per complessivi 120 km.). Fonte: rallyracing.it

23. 26/10/04. Mistretta e Cangemi si aggiudicano l’XI Rally del Barocco Ibleo
Ragusa. Gara ricca di colpi di scena l’undicesima edizione del rally del Barocco Ibleo. Dopo nove prove speciali si sono imposti, su Renault Clio di Gruppo R, Batolomeo Mistretta ed Andrea Cangemi. La coppia partannese, portacolori della scuderia Sporting Club Partanna, si è subito messa in mostra dando vita ad una splendida bagarre con Piparo-Piazza e Lombardo-Spiteri. Proprio questi ultimi sono stati costretti al ritiro, in seguito ad un uscita di strada, sulla speciale numero sei, mentre occupavano la posizione di testa. Mistretta, metro dopo metro, ha accorciato le distanze nei confronti di Piparo, fino al sorpasso, avvenuto nel tratto cronometrato conclusivo. Edizione difficile da vivere, viste le avverse condizioni climatiche che hanno costretto gli organizzatori ad annullare il quinto tratto cronometrato dei dieci in cartello, per problemi di sicurezza. Per Mistretta si tratta del primo successo nel rally ibleo. “Sono davvero felice, una vittoria che ho voluto caparbiamente insieme al mio navigatore ed al mio Team, la Br Sport -ha commentato lo stesso pilota all’arrivo- sembrava che non dovessi farcela, ma la mia determinazione mi ha premiato”. Il distacco tra le due prime coppie sul podio è stato di solo 1”,9. Il talentuoso pilota partannese ed il suo navigatore, hanno creduto fino alla fine nella vittoria e ne è venuta fuori una prestazione da incorniciare. Amarezza sul volto di Piparo e del suo navigatore Piazza, giunti secondi, a bordo di una Peugeot 207 Super 2000 e costretti ad alzare bandiera bianca alla fine. “Ci tenevo a bissare la vittoria del 2006 -ha detto il pilota nisseno- mi sono impegnato, ma purtroppo il successo è sfumato per un’inezia>>. Pino Sicilia e Max Cambria hanno completato il podio, disputando una gara di collaudo della loro Peugeot 207 Super 2000 in vista dei prossimi impegni di stagione. <<Il mio esordio con questa nuova vettura mi ha soddisfatto -ha detto Sicilia- non pensavo di essere così vicino ai primi”. Le altre due posizioni della “Top Five” sono rispettivamente appannaggio di Lunardi-Ranno e Ciffo-Petrocitto che hanno saputo interpretare magistralmente le insidie del tracciato ibleo. Entusiasmante ed avvincente la gara disputata in provincia di Ragusa ed organizzata dall’Associazione Sportiva Tecno Racing Service. Numeroso l’afflusso di pubblico che, invitato dalla tiepida giornata primaverile, si è assiepato in quindicimila unità lungo le spettacolari curve del tracciato.
Classifica Generale
1) Mistretta-Cangemi Renault Clio Gruppo R in 34’22”,5
2) Piparo-Piazza Peugeot 207 Super 2000 a 1”,9
3) Sicilia-Cambria Peugeot 207 Super 2000 a 16”,5
4) Lunardi-Ranno Subaru Impreza Gruppo N a 43”,8
5) Ciffo-Petrocitto Subaru Impreza Gruppo N a 56”,9
Nella foto Di Vincenzo: i vincitori Mistretta-Cangemi
(Giuseppe Livecchi)

22. 20/04/10. Sabato e domenica si corre l'11° Rally del barocco Ibleo
Chiuse le iscrizioni all'undicesima edizione del Rally del Barocco Ibleo. Più di settanta gli iscritti alla gara, valevole per il Challenge di Ottava Zona a coefficiente 1,5, in programma a Ragusa il 24 e 25 aprile. Le Peugeot 207   Super 2000 di Sicilia-Cambria e Piparo-Piazza, sfideranno le Mitsubishi Lancer di Oieni-Di Caro e La Barbera-Bonsignore e la Subaru Impreza Sti di Maurizio Ciffo e Bruna Petrocitto, plurivincitori della manifestazione iblea.
Numeri scaccia crisi quelli del Rally del Barocco Ibleo dove si preannuncia una avvincente lotta per la vittoria. La gara, giunta alla sua undicesima
  edizione e valevole per il Challenge di Ottava Zona della Coppa Italia, a coefficiente 1,5,  è pronta per il suo via ufficiale.  Sarà il meglio del rallysmo insulare a sfidarsi lungo le strade dell'entroterra ragusano questo fine settimana. Più di settanta gli equipaggi che hanno confermato la propria presenza. La competizione automobilistica è organizzata dalla A.S. Tecno Racing Service e si svolgerà a Ragusa il 24 e 25 aprile. La due giorni dedicata alle quattro ruote entrerà nel vivo Sabato, quando, presso la concessionaria Bmw Car di Ragusa, a partire dalle 11,30, fino al tardo pomeriggio, avranno luogo le verifiche tecnico sportive. Sempre nel pomeriggio di Sabato, lungo i tornanti della Sp.11, Monterosso-Bucchieri sarà invece in cartello lo shake-down dove sarà consentito agli equipaggi poter provare le vetture da gara. Ben quattro saranno le prove speciali in calendario, di queste l'inedita “Giarratana” e la “Monterosso” si disputeranno due volte, la “Chiaramonte” e la “Fontana” invece saranno affrontate dagli equipaggi per ben tre volte. Immutata l’ubicazione dei riordini e del parco assistenza, che troveranno posto presso il foro boario di Ragusa. La partenza è invece prevista Domenica 25 aprile, come di consueto da via Roma, a Ragusa, alle 8,01. Sempre nello stesso luogo, alle 19,15, si incoronerà il nuovo equipaggio vincitore. Molti i big siciliani che hanno fatto pervenire la propria adesione. Avvincente il duello che si proporrà tra “Pino” Sicilia e Paolo Piparo, entrambe della partita con una Peugeot 207 Super 2000, i due piloti saranno coadiuvati da Massimo Cambria e Giuseppe Piazza. A provare a ribaltare i favori del pronostico a favore delle vetture Gruppo N a quattro ruote motrici ci saranno le Mitsubishi Lancer di Oieni-Di Caro e La Barbera-Bonsignore che dovranno vedersela con le Subaru Impreza di Ciffo-Petrocitto, vincitori dela scorsa edizione e Lunardi-Ranno. Proveranno ad inserirsi nella lotta per il successo i frequentatori del Trofeo Renault che saranno della partita con le nuove Renault Clio di Gruppo R, dal gruppo dei trofeisti proveranno ad emergere Mistretta-Cangemi, Runfola-Pollicino e Armaleo-Leardi. Con delle Renault Clio di classe Super 1600, da tenere d'occhio Giardina-Saja, Nucci-Corso e La Rosa-Messina. Appuntamento rinviato a Sabato 24 Aprile, quando, dopo le operazioni di punzonatura si conosceranno i nomi definitivi dei partecipanti. Nella foto Gallà: La macchina di Ciffo e Petrocitto, vincitori dell'edizione 2009.
Ufficio Stampa 11° Rally del Barocco Ibleo - Giuseppe Livecchi

21. 20/04/10. Targa Florio e Historic Rally Targa Florio, già aperte le iscrizioni
Palermo, 20 aprile 2010 - Si sono già aperte le iscrizioni alla 94a Targa Florio ed all’Historic Rally Targa Florio, entrambe terza prova, rispettivamente, del Trofeo Rally Asfalto 2010 e del Campionato Italiano Rally Autostoriche, in programma dal 7 all’8 maggio in Sicilia.  
Quest’anno, nel rispetto della rotazione stabilita dalla CSAI tra le prove del CIR, la Targa Florio, insieme al Rally del Ciocco farà parte del Trofeo cadetto che ospita le vetture WRC (World Rally Car) protagoniste del Campionato del Mondo, ed ha avuto affiancato l’Historic Rally Targa Florio riservato alle Autostoriche. Sarà l’occasione per vedere abbinati in un mix elettrizzante i veri mostri da rally ed i miti del rallysmo storico, protagonisti di uno spettacolo entusiasmante.
La 94a Targa Florio, organizzata dall’Automobile Club Palermo con il supporto di
Banco di Sicilia ed Enel e con il patrocinio della Regione Sicilia (Assessorati ai Beni Culturali e Turismo), della provincia Regionale di Palermo e dei Comuni di Termini Imerese e Campofelice di Roccella, quest’anno si disputerà venerdì 7 e sabato 8 maggio, quindi su due giornate, con in programma 9 prove speciali ed una Super Prova Spettacolo ospitata per la prima volta all’interno della Fiera del Mediterraneo, che proprio in quei giorni sarà teatro del Palermo Motor Show.
L’appuntamento palermitano, lungo 1550 metri, aprirà di fatto le ostilità e nel pomeriggio di venerdì 7 maggio precederà la classica cerimonia di partenza di
Piazza Politeama (ore 21,00). L’arrivo finale è invece previsto per le ore 20,00 di sabato 8 al Belvedere di Termini Imerese. Nel corso della gara sono  previste 9 Prove Speciali, tre da ripetersi tre volte: “Targa” (17,30 km), “Lascari”, allungata a  14 km, e “Santa Lucia” , ridotta a 12,06 km per via di una frana. In totale i chilometri di Prove Speciali ammontano a 131,73 su 444 km di percorso totale.
Già confermate le presenze dei due leader del TRA il bresciano Luca Pedersoli (Ford Focus) e del comasco Felice Re (Citroen Xara) che dovrebbero scontrarsi con le WRC di Totò Riolo e Marco Runfola. Tra le Autostoriche dopo due gare è in testa la Lancia Stratos di Bianchini seguita dalla Fiat 131 Abarth di Domenicali. Ben piazzati i siciliani De Luca, Marco e Claudio Savioli. Le iscrizioni si chiuderanno il 28 aprile, mentre fino a 3 maggio sarà possibile aderire con la maggiorazione del 20% della tassa. Particolari agevolazioni di trasporto da Genova saranno offerte dalla Compagnia di navigazione T-Link.
Confermate le location del Parco Assistenza, che sarà ospitato presso il porto di Termini Imerese, e della Direzione Gara presso un confortevole hotel nei pressi di Campofelice di Roccella. Lo “shake down”, ovvero il test con le vetture da gara, si disputerà venerdì 7 sul collaudato tratto della strada provinciale 26 nei pressi di Trabia. (Nella foto d'archivio: Marco Runfola)
Ufficio Stampa Targa Florio

20. 20/04/10. Kart: Gaspare Pollicino vince a Melilli
IV° prova CAMPIONATO REGIONALE karting PISTA DEL SOLE MELILLI- 18 aprile 2010- Gran successo di piloti e di pubblico alla 4° Gara Regionale svoltasi sulla pista del Sole di Melilli, 115 i piloti partecipanti alla manifestazione, con la grande affermazione della Rotax Maxi ( 13 piloti) ed il debutto della 60 easy kart. Gare spettacolari, sfide avvincenti svoltesi nel massimo della correttezza e competitività. Ancora una volta il karting Siciliano Federale è scuola di alto livello e fucina di piloti che faranno parlare di se nell'imminente futuro kartistico nazionale ed internazionale. La massiccia e numerosa partecipazione alla gara 4° gara regionale Federale è la conferma della buona salute e dell'entusiasmo e della serenità che vive l'ambiente kartistico Siciliano che conta e che da il futuro ai tanti ragazzi che non lo fanno solo per gioco ma hanno intrapreso un percorso sportivo che mira a grandi affermazioni e risultati.  Nella foto d'archivio: Gaspare Pollicino
Ieri oltre a tutti i bravissimi 115 piloti partecipanti alla manifestazione, si sono distinti vincendo le varie gare i seguenti piloti :

60 BABY                                   COSTANZO DAVID
60 MINI                                     SCATA' LORENZO
60 EASY                                   FORTUNA DENNY
125 KF3                                    GANDOLFO DAVID
125 KZ2                                   D'IGNOTI ANDREA
100 ITALIA                               LA PORTA FILIPPO
125 ITALIA                               CUBEDA DOMENICO
125 ROTAX UNDER 30          TOMARCHIO FRANCESCO
125 ROTAX OVER 30            POLLICINO GASPARE
125 PRODRIVER                    PRATO ALESSANDO

19. 13/04/10. Rally del Barocco Ibleo, inizia il conto alla rovescia
Mancano poco più di due settimane alla chiusura delle iscrizioni del Rally del Barocco Ibleo, in programma a Ragusa il 24 e 25 aprile prossimi. La manifestazione, giunta alla undicesima edizione, è valevole per lo Challenge di Ottava Zona con coefficiente 1,5 ed i trofei Peugeot e Renault. 
Iniziato il conto alla rovescia per il Rally del Barocco Ibleo. La gara, giunta  alla sua undicesima edizione, è valevole per lo Challenge di Zona della Coppa Italia ed ha riconquistato, quest'anno, il coefficiente 1,5. Interessante sarà anche la lotta nei trofei monomarca Peugeot e Renault. A poco più di due settimane dalla chiusura delle iscrizioni, i numeri lasciano presagire ad un nuovo il pienone di iscritti. La competizione motoristica, ormai divenuta una classica dell'automobilismo dell'isola, si svolgerà il 24 e 25 aprile prossimi. Sarà il sensazionale entroterra ragusano, con i suoi incantevoli paesaggi teatro delle ostilità, dove equipaggi provenienti da tutto lo stivale si daranno battaglia, entusiasmando gli appassionati che, come di consueto, si attendono numerosi. Molte le novità introdotte dagli organizzatori della Tecno Racing Service in questa edizione. Ben quattro saranno le prove speciali in cartello, di queste l'inedita “Giarratana” e la “Monterosso” si disputeranno due volte, la “Chiaramonte” e la “Fontana” invece saranno affrontate dagli equipaggi per ben tre volte. Immutata l’ubicazione dei riordini e del parco assistenza, che troveranno posto presso il foro boario di Ragusa. Dopo la positiva esperienza dello scorso anno gli organizzatori hanno deciso di ripetere il test con vetture da gara che i concorrenti potranno svolgere, nel pomeriggio di Sabato 24 Aprile, lungo i tornanti della Sp.11, Monterosso-Bucchieri. Il pubblico che invece vorrà assistere alle operazioni di punzonatura dei mezzi, potrà recarsi Sabato 24 aprile, presso la concessionaria Bmw Car di Ragusa, a partire dalle 11,30, fino al tardo pomeriggio. La partenza della gara è prevista come di consueto da via Roma, salotto del capoluogo ibleo, Domenica 25 aprile alle 8,01. Sempre nello stesso luogo, alle 19,15, si potrà incoronare il nuovo equipaggio che succederà a Maurizio Ciffo e Bruna Petrocitto (nella foto), vincitori della scorsa edizione, nell'albo d'oro della gara.
Ufficio Stampa 11° Rally del Barocco Ibleo. Giuseppe Livecchi

18. 11/04/10. Trentin (Peugeot) vince il Rally Conca d'Oro
Nove anni dopo la coppia palermitana Guagliardo-Consiglio, la Peugeot si riappropria con autorità del Rally Conca d'Oro-Trofeo Franco Vintaloro, interrompendo l'egemonia della Mitsubishi che aveva conquistato le ultime sette edizioni (nel 2002 non si era corso) della spettacolare kermesse dell'Automobile Club Palermo, giunta alla trentesima edizione.

Il ritorno della casa francese del Leone è firmata dal trevigiano Mauro Trentin, 31 anni, che in coppia con l'esperto Flavio Zanella ha dominato la seconda parte del rally corleonese, rintuzzando senza troppo soffrire la concorrenza straniera che ha avuto nel finlandese Teemu Arminen (Subaru Impreza Sti NI4) e nel turco Volkan Isik (Peugeot 207) - in testa nelle prime fasi della partita - due validissimi interpreti dello sterrato.

Trentin, con la Peugeot 207 Super 2000 della Delta Rally gommata BF Goodrich, ha iniziato in sordina, accumulando una ventina di secondi di ritardo nelle prime tre prove speciali in programma. Ma una volta prese le misure con la «Pietralonga», la «Rocche di Rao» e la decisiva «Lucia», di ben 16,8 km, il pilota di Cittadella - nonostante un improvviso acquazzone - ha pigiato sull'acceleratore nel secondo giro, confermando le sue qualità e le ambizioni nel Trofeo Rally Terra 2010, la serie tricolore Aci-Acsi riservata alle competizioni su fondo sterrato, di cui il «Conca d'Oro» ha rap­presentato ieri il primo dei sei appuntamenti stagionali.

Alla fine dei 100,5 chilometri cronometrati, dei 323 totali, Trentin ha conquistato 4 speciali, lasciandone tre ad Arminen e due a Isik: numeri che confermano come questa edizione del rally corleonese sia stata contraddistinta da una sfida a tre. Teemu Arminen, ventuno anni dopo il connazionale Tommi Makinen, che vincendo su queste strade con la Lancia Delta Integrale prese la rincorsa verso la conquista del titolo mondiale, ha fatto di tutto per contrastare la supremazia di Trentin e il distacco di 16"9 finale tesimonia la bontà della sua prova. Il turco Volkan Isik, che ha superato nell'ultimo passaggio della «Lucia» Ceccoli, ha chiuso il podio con il meritato terzo posto a 36"9 dal vincitore.

Più indietro è finita la Peugeot 207 del teramano «Dedo» (al secolo De Dominicis, vincitore a Corleone nel 2005), quindi la Mitsubishi del sammarinese Daniele Ceccoli, poi la Subaru del poco fortunato Alessandro Bruschetta, che ad un terzo di gara si era trovato in seconda posizione alle spalle di Arminen, e l'altra Peugeot 207 di Moreno Cenedese.

Ottava la Mitsubishi Lancer Evo IX di Giovanni Cutrera, vincitore dell'edizione 2009 del «Conca d'Oro» e anche quest'anno primo dei siciliani.

Dei 39 equipaggi partiti venerdì sera, soltanto 19 sono giunti al traguardo finale di piazza Falcone e Borsellino, nel centro di Corleone, a conferma di una gara altamente impegnativa e selettiva. Tra i tanti illustri ritirati Dati, Martelli, Manfrinato, Pesavento, Ricci, Vintaloro e il russo Grushelevskiy.
Fonte: Giornale di Sicilia, Filippo Mulè
Classifica dei primi 10: 1. Trentin-Zanella (Peugeot 207 S2000) in 1:10'23.1; 2. Arminen-Lukka (Subaru Sti N14) a 16.9; 3. Isik-Bostanci (Peugeot 207 S2000) a 36.9; 4. "Dedo"-Daddoveri (Peugeot 207 S2000) a 1'09.8; 5. Ceccoli- Mirabella (Mitsubishi Evo IX) a 1'27.0; 6. Bruschetta-Civiero (Subaru Sti N14) a 3'06.7; 7. Cenedese-Simioni (Peugeot 207 S2000) a 4'12.9; 8. Cutrera-Cambria (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 4'20.0; 9. Carta-Segir (Subaru Sti N14) a 5'32.4; 10. Scandola-D'amore (Punto Abarth S2000) a 7'05.9;
Vittorie P.S.: Trentin:quattro; Arminen: tre; Isik: due.
Classifica Trofeo Rally Terra dopo il 30° Conca D'Oro: Trentin, p.10; Arminen, 8; Isik, 6; "Dedo", 5; Ceccoli, 4; Bruschetta, 3; Cenedese, 2; Cutrera,1.

Nella
foto di Salvatore Cimino: Una vettura impegnata sul percorso del Conca d'Oro

17. 09/04/10. Il Conca d'Oro apre la stagione dei Rally
Con il 30° Rally Conca d'Oro in programma nel fine settimana si alza il sipario sul Trofeo Rally Terra 2010. La serie tricolore riservata alle gare su fondo sterrato organizzata da ACI-CSAI, prenderà il via dalla competizione siciliana che l'Automobile Club Palermo cura sin dal 1977.
Tanti i nomi famosi presenti alla gara d'apertura del TRT, per prenotarsi come protagonisti del Trofeo Terra 2010 sin dalle prime battute della sempre accesa serie cadetta su terra. Molto a suo agio sulla terra, reduce da un 2009 da protagonista nel Campionato Italiano Rally, torna nella serie il veneto Mauro
Trentin (al volante di una Peugeot 207 S2000-Delta Rally) affiancato da Flavio Zanella. Il versiliese Emanuele Dati detentore del titolo indipendenti del C.I.R. si presenta al via sulla terra con la Grande Punto Abarth curata dal Team Procar, che ben conosce, affiancato dal corregionale Alessandro Giusti. Inizia dalla prima gara della serie il 2010 del sammarinese Federico Martelli al volante di una nuova Peugeot 207 preparata dalla PA Racing: vettura uguale per due veneti esperti delle strade bianche come Paolo Pesavento e Moreno Cenedese ed anche per l'abruzzese "Dedo". Su una Super 2000 del Leone saranno anche il sammarinese della SAB Motorsport Alessandro Broccoli ed il romagnolo Daniele Battistini (Power Car Team) reduce dalla vittoria della Raceday Ronde Terra, la serie riservata ai rally ronde su terra.

Altra Peugeot 207 quella del Team Grifone affidata al turco Volkan Isik (portacolori del Team Lassa), abituale frequentatore delle gare italiane. Dopo l'esperienza nel C.I.R. con una due ruote motrici il bresciano Luigi Ricci torna su una trazione integrale con la Abarth Grande Punto-HRT: stessa vettura della Trico Motorsport per il veneto Riccardo Scandola. A contrastare le super 2000, ci penseranno le turbo 4x4, tra le quali spicca il nome del sammarinese Daniele Ceccoli, secondo tra gli indipendenti del C.I.R. lo scorso anno, che sarà al via con una Mitsubishi Lancer EVO IX, mentre sulla aggiornata EVO X si schiererà l'inossidabile veneto Giovanni Manfrinato. Altra EVO X per i piloti siciliani Matteo Vintaloro e Renato Di Miceli, quest'ultimo già vincitore della gara di casa. Lancer EVO IX anche per il russo Igor Grushelevsiy e anche per un altro locale, Giovanni Cutrera. Sul fronte delle Subaru spicca il nome del veneto Alessandro Bruschetta reduce dal successo nel monomarca 2009 della casa giapponese delle Pleiadi e di nuovo al volante di una Impreza N14, come il sardo Gavino Carta ed il finlandese Teemu Arminen, ormai conoscitore e protagonista della gare di casa nostra. Tra i siciliani sulla Subaru N12 gareggerà il trapanese Umberto Lunardi. Altro equipaggio russo tra i pretendenti alle due ruote motrici, quello formato da Sergey Gerashenco e Georgy Troshkin su Renault Clio R3, stessa vettura per il piemontese Paolo Bacchella, mentre su Opel Astra OPC saranno i locali Giuseppe Di Palermo e Marcello Felicetti, già frequentatori del TRT.

Il "Rally Conca d'Oro-Trofeo Franco Vintaloro", per il quale l'AC Palermo si avvale della collaborazione del Comune di Corleone, quest'anno sarà anche valido per il Challenge di Zona (coeff.2) e si disputerà su tre prove speciali diverse da ripetersi tre volte: la "Pietralonga" (8,4 km), la "Rocche di Rao" (8,3 km) e la totalmente rinnovata "Lucia" di ben 16,80 chilometri. Complessivamente il tracciato di gara misura 323 km, dei quali 100,5 costituiti dalle 9 ps. Tre i parchi assistenza, che saranno ospitati nella ampliata zona artigianale di Corleone, dove sarà situata anche la direzione gara. Il 30° Rally Conca d'Oro-Trofeo Franco Vintaloro inizierà con la cerimonia di partenza venerdì 9 aprile alle 20 da piazza Falcone e Borsellino a Corleone. Le nove prove speciali si svolgeranno tutte sabato 10 aprile. La conclusione è prevista per le ore 18 dinanzi la Villa Comunale di Corleone. Fonte: messina sportiva

16. 31/03/10. Rally - I Campioni del mese di Marzo 2010 - Ranking IRDA
IRDA – International Rally Drivers Association comunica che i CAMPIONI DEL MESE DI MARZO IRDA, il pilota e il copilota che dal 1 al 31 marzo 2010 hanno ottenuto più punti nel ranking, sono:
ANNO  MESE  PILOTA.................. COPILOTA
2010 Marzo Luca PEDERSOLI (Brescia)......... Simona GIRELLI (Brescia)

Dopo i primi tre mesi di rally disputati in Italia e nel Mondo del 2010, ai quali hanno partecipato piloti o copiloti con Licenza Italiana o di San Marino, al primo posto del Ranking Assoluto Piloti c’è Luca Rossetti (3416 pt), al secondo posto Giandomenico Basso (2954 pt), al terzo Paolo Andreucci ( 2717 pt); tra i copiloti risulta primo Matteo Chiarcossi (3296 pt), secondo Mitia Dotta (2954 pt) e terza Anna Andreussi (2717 pt).

15. 30/03/10. Il Conca d’Oro ha già due russi iscritti e molti specialisti
La 30^ edizione aprirà il 9 e 10 aprile il Trofeo Terra 2010. Per la prima volta saranno ospitate le Autostoriche

All’Automobile Club Palermo, che insieme con il Comune di Corleone organizza la gara dal 1977, già arrivate le adesioni di alcuni specialisti dello sterrato.

 Si chiuderanno lunedì 5 aprile le iscrizioni al Rally Conca d'Oro, la cui trentesima edizione inaugurerà il 9 e 10 aprile il Trofeo Rally Terra 2010. All'Automobile Club Palermo, che insieme al Comune di Corleone organizza la gara dal lontano 1977, sono già pervenute le adesioni di alcuni degli specialisti dello sterrato tricolore ed anche di equipaggi d'oltre confine come nel caso dei russi Grushelevskiy (Mitsubishi) e Gerashenko (Citroen C2 Maxi) ai quali si dovrebbe aggiungere anche il campione turco Volkan Isik (Lassa Racing Team). Tra i primissimi iscritti i veneti Paolo Pesavento, vincitore a Corleone nel 2006, con una Peugeot 207 S2000, Scandola (Punto Abarth S2000) e Alex Bruschetta (Subaru), Battistini (Peugeot 207) ed il sardo Carta (Subaru).

A questi, secondo le ultime in­formazioni, dovrebbero aggiun­gersi le altre S2000 di «Dedo», pri­mo nel 2005, Caldani, Dati, Mar­telli e Mauro Trentin, campione TRT 2008, le Mitsubishi dei siciliani Giovanni Cutrera, vincitore lo scorso anno, Franco Vintaloro Junior, vincitore del primo rally della stagione, la Ronde dello Jato, Gabriele Mogavero e Renato Di Miceli, vincitore nella gara di casa nel 1993 e nel 2003, e le Subaru di Di Sclafani e Lunardi.

Il Rally Conca d'Oro-Trofeo Franco Vintaloro, che quest'anno sarà anche valido per lo Challenge di Zona (coeff. 2) e per la prima volta ospiterà le Autostoriche, si disputerà su un percorso imperniato su tre prove speciali diverse da ripetersi tre volte, la «Pietralonga» (8,4 km), la «Rocche di Rao» (8,3 km) e la totalmente rinnovata «Lucia» di ben 16,80 chilometri, una prova bellissima tra le vallate ed i boschi del corleonese.

Complessivamente il tracciato di gara, molto raccolto, misura 323 km, 100,5 dei quali costituiti dalle 9 prove speciali. Tre i Parchi Assistenza, che saranno ospitati nella ampliata Zona Artigianale di Corleone, che ospiterà anche la Dirczione Gara. Il 30° Rally Conca d'Oro-Trofeo Franco Vintaloro scatterà venerdì 9 aprile alle 20 da piazza Falcone e Borsellino a Corleone, mentre le 9 P.S. si svolgeranno tutte alla luce diurna sabato 10 aprile. La conclusione è prevista per le ore 18 davanti alla Villa Comunale di Corleone.

Le verifiche sportive avranno luogo giovedì 8 (dalle 18 alle 19,30) e venerdì 9 (dalle 9 alle 13), e subito dopo, alle 14,30, avrà inizio su tre km della P.S. «Pietralonga» lo Shakedown, ovvero il test regolamentato con le vetture in assetto da gara.

14. 30/03/10. Collesano, 82 piloti e 4 scuderie in passerella
Festa dell’Automobile Club Palermo che ha premiato professionisti ed appassionati dell’alta velocità integrale in vista della nuova stagione.
Scuderie automobilistiche, piloti, equipaggi, professionisti ed appassionati dell'alta velocità integrale ed ancora protagonisti delle ultime imprese sui circuiti extracittadini siciliani, sono stati riuniti dall'Automobile Club Palermo in una domenica sotto un unico denominatore: il rally. Sono stati ottantadue i piloti e quattro le scuderie regine nei settori velocità, rally, auto storiche, slalom e formula challenge che sono stati premiati dal presidente dell'associazione Antonio Marasco e dal Commissario Straordinario Nicolo La Barbera, nell'ex chiesa di San Giacomo. La cerimonia, in collaborazione con il comune madonita, ha rappresentato l'anello di congiunzione tra la passata e la nuova stagione sportiva da poco iniziata.

A salire tra gli allori, quindi, tutti i campioni in carica dell'ultima stagione rally e, in pole position, i campioni assoluti di specialità come Marco Runfola per i rally, Salvatore Tavano per la velocità, Totò Riolo nella categoria rally auto storiche, Ciro Barbaccia per il premio di velocità auto storiche, Fabrizio Minì per lo slalom, Tommaso Martino per la Formula Challenge ed i navigatori Marco Pollicino ed Alessandro Failla rispettivamente per il rally e le auto storiche. «Quest'anno ci aspetta un lungo calendario rally tutto made in Sicily a cominciare già dal 9 e 10 aprile con la prestigiosa Conca d'Oro» ha spiegato il presidente Antonio Marasco dell'Automobile Club Palermo.

Spazio e riconoscimenti assegnati anche ai «pistaioli» come Antonino Pellitteri per la Formula Azzurra e per l'equipaggio Barresi-Sciascia-Maneschi e per Tlavano, siracusano, ma «licenziato» presso l'Automobile Club del capoluogo per avere vinto quest'anno in pista il primo Trofeo 500 Abarth. Due, infine, i premi «speciali» assegnati a due soci dell'Automobile Club Palermo, che si sono particolarmente distinti: il giovanissimo Giuliano Niceta, vincitore del titolo mondiale karting classe KF3 e la Scuderia Ateneo, vincitrice del titolo Europeo Rally auto storiche. Tra gli altri premiati protagonisti a Collesano i rallisti Vintaloro, Palazzo, i piloti di auto storiche Marco Savioli, De Luca, i navigatori «Davis», Garofalo, Salemi e Di Palermo. (Mario Raimondi. Giornale di Sicilia)
Nelle foto d'archivio: Pollicino e Runfola, in basso Barbaccia

 

 

13. 25/03/10. Piloti rally Italia - n° 1 Luca Rossetti nel ranking Irda
Dopo circa tre mesi di gare in Italia ed all’estero è stato stilato oggi da parte della IRDA, la International Rally Drivers Association, il ranking aggiornato 2010 relativo alla classifica assoluta dei migliori piloti rally italiani e sammarinesi. Il Ranking promosso dalla IRDA è una classifica che viene compilata attraverso un sistema a punti, i quali vengono calcolati in base all’importanza, alla difficoltà sportiva ed ai risultati dei piloti e copiloti italiani e sammarimesi nei rally riconosciuti da FIA e da ACI CSAI sia a livello nazionale che internazionale.
Un Ranking che è una classifica oggettiva, in base ai risultati ottenuti negli ultimi 365 giorni ( un anno) di gare, in cui migliaia di rallysti italiani e sammarinesi (piloti e copiloti) possono vedere riconosciuto nel complesso il proprio valore reale ed attuale, il Ranking non è un premio alla carriera, ma premia, in modo globale, i piloti per il valore delle loro vittorie e dei loro piazzamenti nell’ultimo anno di gare, cosa che i sistemi di classifica attuali ovviamente non consentono essendo basati su classifiche per singolo campionato, trofeo o rally senza una classifica unica. Possono entrare nel ranking i primi trenta piloti italiani e sammarinesi classificati in ogni rally al mondo al quale hanno partecipato. I piloti che hanno guadagnato i punti necessari per entrare nella classifica IRDA sono attualmente 1314 ( Italia e San Marino)
I primi 10 piloti del ranking sono:
# Nome           Punti
1 Luca ROSSETTI 3.416,0
2 Giandomenico BASSO 2.954,0
3 Paolo ANDREUCCI 2.717,0
4 Renato TRAVAGLIA 2.682,0
5 Corrado FONTANA 2.226,0
6 Luca PEDERSOLI 1.532,0
7 Alessandro PERICO 1.528,0
8 Simone CAMPEDELLI 1.492,0
9 Felice RE 1.480,0
10 Marco SIGNOR 1.318,0

Accanto ai Ranking ufficiali IRDA sul sito www.irdassociation.com è possibile creare dei ranking personalizzati con una maschera guidata, comunque sempre sulla base dei dati ufficiali. Insomma una vera e propria rivoluzione per i protagonisti ma anche per i team, i media, gli appassionati. Nel database IRDA sono inseriti tutti i risultati 2009 e 2010 dei piloti e copiloti italiani e sammarinesi in tutte le gare del mondo.

12. 18/03/10. Rally: Il Campione del mese IRDA
Dopo la stagione agonistica 2009, ed i primi due mesi e mezzo di rally disputati in Italia e nel Mondo del 2010, ai quali hanno partecipato piloti o copiloti con Licenza Italiana o di San Marino, l'IRDA (International Rally Drivers Association) comunica che in testa con un buon vantaggio c’è Luca Rossetti (3416 pt), al secondo posto Giandomenico Basso (2954 pt), al terzo Paolo Andreucci ( 2717 pt); tra i copiloti risulta primo Matteo Chiarcossi (3296 pt), secondo Giovanni Bernacchini (2971 pt) e terzo Mitia Dotta (2954 pt). Irda comunica anche il CAMPIONE DEL MESE IRDA (il pilota e il copilota che dal primo giorno all’ultimo di ogni mese hanno ottenuto più punti), dall’istituzione del ranking IRDA ad oggi:
ANNO    MESE       PILOTA           COPILOTA
2009 Gennaio Giandomenico BASSO Mitia DOTTA
Febbraio Simone BERTOLOTTI Luca CELESTINI
Marzo Marco SIGNOR Giovanni BERNACCHINI
Aprile Renato TRAVAGLIA Giovanni BERNACCHINI
Maggio Luca ROSSETTI Matteo CHIARCOSSI
Giugno Paolo ANDREUCCI Mario PIZZUTI
Luglio Giandomenico BASSO Mitia DOTTA
Agosto Luca ROSSETTI Matteo CHIARCOSSI
Settembre Luca ROSSETTI Anna ANDREUSSI
Ottobre Massimiliano RENDINA Danilo FAPPANI
Novembre Claudio DE CECCO Mara BARIANI
Dicembre Tonino DI COSIMO Matteo CHIARCOSSI
2010 Gennaio Michele CINOTTO Giovanni BERNACCHINI
Febbraio Fabio FRISIERO Paolo GREGORIANI

11. 15/03/10. A Vintaloro jr. la prima edizione del rally Ronde dello Jato
Alla Evo 10 del pilota corleonese l prima gara siciliana
Primo successo di Vintaloro jr (Mitsubishi) nella nuova Ronde dello Jato
In coppia con l’esperto Pai Riggio ha messo in scia la Subaru di Lunardi, vincitrice di tre prove speciali e lo sfortunato Trupiano – La Golf di Ospedale la più veloce tra le Autostoriche

San Cipirello (PA), 14 marzo 2010 – Nella prima edizione della Ronde dello Jato, prima gara della stagione rallistica siciliana, è finalmente giunto il primo successo per Franco Vintaloro jr, il giovane driver corleonese che lo già lo scorso aveva più volte sfiorato e meritato la vittoria. Con una Mitsubishi Lancer Evo 10 preparata da Terrosi e con a fianco l’esperto Pai Riggio (nona vittoria per lui), Vintaloro è partito ad handicap “stallonando” una gomma nel primo dei quattro passaggi sulla prova speciale di Roccamena. Poi è passato al comando scavalcando il primo leader Lunardi ed approfittando dei 10” di penalità “pagati”dallo scatenato Trupiano, vincitore di una prova.
“Finalmente ce l’ho fatta e non posso che dedicare questo agognato successo a mio padre – ha detto commosso il vincitore – valido pilota degli anni ’80 ed ideatore del Rally Conca d’Oro. Ora mi concentrerò proprio su questa gara che ai primi di aprile sarà valida per il Trofeo Rally Terra”.
Pur vincendo tre prove il trapanese Lunardi, navigato dalla termitana Simona Palmisano, si è dovuto accontentare della piazza d’onore, mentre la palma della sfortuna spetta a Trupiano, vincitore lo scorso anno ed autore del miglior tempo complessivo sul quale hanno poi “pesato” i 10” di penalità iniziali, che l’hanno fatto scivolare sul gradino più basso del podio.
Quarto posto al regolare Filippo Vara, mentre sul filo di lana il messinese Molica Franco (Clio S1600) ha strappato la quinta piazza al saccense Sicilia (Clio R3), che a sua volta ha messo in fila la sorprendente Peugeot 106 di Faija, Lo Porto, Brusca ed Accardo.
Disputata su un percorso reso scivoloso dalle piogge degli ultimi giorni, la Ronde dello Jato ha visto al via 49 equipaggi. Tra i ritirati l’Opel Corsa S1600 di Nucita, secondo in avvio di gara.
Tra le 7 Autostoriche iscritte la più lesta è risultata la VW Golf GTi dell’alcamese Ospedale, vincitore del 3° Raggruppamento, davanti alla Porsche di Cutrone, primo nel 2° raggruppamento, ed alla Fulvia di Basile.
La Ronde
dello Jato, organizzata dall’Associazione Sportiva Aquila Onlus di Alcamo, e patrocinata dalle amministrazioni comunali di San Cipirello e Roccamena con il sostegno dell’Assessorato Regionale Sport, Turismo e Spettacolo, della Provincia Regionale di Palermo, e della Banca di Credito Cooperativo Don Rizzo, si è disputata su un percorso lungo 191,77 km, 41,20 costituiti dalle quattro prove speciali.
La classifica:
1. Vintaloro-Riggio (Mitsubishi Lancer Evo 10) in 17’31”8 ; 2. Lunardi-Palmisano (Subaru Impreza STi) a 1”3; 3. Trupiano-D’Amico (Renault Clio R3) a 8”8; 4. Vara-Rappa (Renault Clio R3) a 33”3; 5. Molica Franco-Calvano (Renault Clio S1600) a 44”8; 6. Sicilia-Cambria (Renault Clio R3) a 47”0; 7. Faija-Grassagliata (Peugeot 106) a 53”0; 8. Lo Porto-Spedale (Renaul Clio R3) a 59”7; 9. Brusca-Midulla (Peugeot 106 Rally) a 1’04”2; 10. Cannino-Di Leonardo (Citroen Saxo VTS) a 1’07”0
 

10. 15/03/10. 33° Rally del Ciocco. Vince Pedersoli
Il bresciano Luca Pedersoli, navigato da Matteo Romano, a bordo della Ford Focus Wrc del team Vieffecorse per i colori della Errepi Racing, hanno vinto, dominando dall’inizio alla fine, il 33° rally Il Ciocco e Valle del Serchio, prova di apertura del Trofeo Rally Asfalto 2010, organizzato da Ciocco Centro Motori. Pedersoli, già nella prova di apertura, la spettacolo in notturna “Il Ciocco” di venerdì sera, aveva messo un po’ meno di quindici secondi tra sé e il suo più accreditato rivale, Felice Re. Un distacco rimasto pressoché uguale al termine delle sette prove speciali che hanno animato la giornata di sabato.
Il comasco Felice Re, in coppia con Mara Bariani, è incappato nella prova spettacolo di apertura in un paio di indecisioni, con spegnimento del motore della sua Citroen Xsara Wrc. Poi qualche problema di gomme ha fatto aumentare il suo distacco da Pedersoli fin quasi a mezzo minuto. Il tentativo di reazione di Re sul primo passaggio sulla “lunga” di Bagni di Lucca lo ha riavvicinato a Pedersoli, ma la risposta del vincitore è stata autorevole.
A chiudere il podio è andato il torinese Luca Cantamessa, con Capolongo, che ha installato da subito la Abarth Grande Punto in terza posizione assoluta, senza che nessuno potesse insidiare anche il suo dominio tra le Super 2000.
Tocco di internazionalità il quarto posto assoluto, meritato, dell’equipaggio ceco Roman Odlozilik – Martin Turecek, autori di una gara di alto livello con la Skoda Fabia Super 2000.
Una grintosa rimonta ha fatto risalire il lucchese Gabriele Lucchesi, con la moglie Titti Ghilardi, al quinto posto assoluto, con la Abarth Grande Punto Super 2000.
Sesto assoluto e primo tra le Due Ruote Motrici il lucchese Luca Pierotti, con Manuela Milli, che hanno condotto la loro Renault New Clio R3 alla vittoria anche nel Trofeo Renault. Il duello con Ferrarotti ha visto quest’ultimo soccombere sull’ultima prova, per lo sfilamento di un semiasse.
Tra le Super 1600 ha vinto il lucchese Nicola Paolinelli, con David Castiglioni, a bordo della Renault Clio, anche settimi assoluti, davanti al versiliese Gianluca Vita, con Simona Girelli, attardato dalla rottura di un semiasse e di una pinza freno della Mitsubishi Lancer Evo IX.
Suggestivo e con il pubblico delle grandi occasioni l’arrivo nella nuova location di Fornaci di Barga. Molte importanti Autorità locali hanno presenziato alla cerimonia della premiazione, con il Sindaco di Barga Marco Bonini a fare gli onori di casa e a consegnare, alla presenza dei familiari, il riconoscimento in memoria di Saverio Fiori, recentemente scomparso e figura di spicco della Media Valle del Serchio.
Il bilancio del rally del Ciocco 2010 versione “Tra” è alla fine molto positivo: gara avvincente, pubblico che ha affollato le prove speciali e, sotto il profilo organizzativo, lo staff di Ciocco Centro Motori ha operato,ancora una volta, per un evento di grande spessore.
CLASSIFICA FINALE
1 . Pedersoli – Romano (Ford Focus Wrc) in 1 29’16’’6; 2. Re – Bariani (Citroen Xsara Wrc) a 15’’7; 3. Cantamessa – Capolongo (Fiat Grande Punto Abarth) a 2’21’’1; 4. Odlozilik – Turecek (Skoda Fabia S2000) a 4’55’’3; 5. Lucchesi – Ghilardi (Fiat Punto S2000) a 5’01’’7; 6. Pierotti – Milli (Renault New Clio R3) a 6’21’’3; 7. Paolinelli – Castiglioni (Renault clio S1600) a 8’17’’6; 8. Vita – Girelli (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 8’47’’4; 9. Bettini – Acri (Renault New Clio R3) a 9’24’’8; 10. Marchi – Parducci (Renault New Clio R3) a 9’46’’2 
Fonte: nove.firenze

09. 13/03/10. Rally Del Ciocco, Pedersoli e Romano in testa dopo la prima giornata
L'equipaggio bresciano ha assunto la leadership della corsa davanti a Cantamessa su Abarth Grande Piunto S2000 e Re su Citroen Xsara WRC. Vita su Mitsubishi è il migliore di gruppo N. Sabato il gran finale con sette crono e traguardo alle 18.30 a Fornaci di Barga.
Si apre nel segno di Luca
Pedersoli e Matteo Romano la 33° edizione del Rally del Ciocco e Valle del Serchio, prova inaugurale del Trofeo Rally Asfalto 2010, la serie cadetta nazionale ACI-CSAI che si articolerà su nove appuntamenti. L'equipaggio bresciano al volante di una Ford Focus ha ottenuto il miglior tempo in 5'31"8 alla sua prima prova corsa con la WRC inglese.
Secondo tempo sui 6,09 Km della prova speciale "Il Ciocco" per l'astigiano Luca
Cantamessa navigato da Piercarlo Capolongo sulla Abarth Grande Punto S2000, soddisfatti della prima prova sulla 4x4 aspirata torinese, che stanno testando. Terzo tempo con un distacco di 14"6 dal battistrada per i lariani Felice Re e Mara Bariani, limitati nella prestazione dallo spegnimento della Citroen Xsara WRC in un'inversione. Bella prova ed ottimo tempo per il toscano Gianluca Vita che è ora al comando del gruppo N con la Mitsubishi Lancer EVO IX. Con il quinto tempo ha concluso il crono il ligure Alessio Pisi, che ha scelto la Peugeot 207 S2000 per difendere il titolo tra le S2000 nel T.R.A., con la quale ha preferito non osare sulla prova d'apertura particolarmente insidiosa. Il lucchese Luca Pierotti su Renault Clio R3, è attualmente al comando tra le due ruote motrici grazie all'8° tempo in prova.
Il 33° Rally del Ciocco e Valle del Serchio proseguirà sabato 13 marzo, con l'uscita dal riordino notturno alle 8.01 per il primo dei tre parchi assistenza, presso gli impianti sportivi di Castelnuovo di Garfagnana: alle 12.20 e 16.34 gli altri due. Due i riordini della giornata, sempre a Castelnuovo Garfagnana alle 11.55 e 16.14. Sette i crono della seconda giornata: la "S. Rocco", da 13,69 Km, prevista alle 9.09 e 13.28; la "Bagni di Lucca" da 19,68 Km con passaggi alle 10.07, 14.26 e 16.08; la "Tereglio" da 14,26 Km che si svolgerà alle 10.55 e 15.14. Novità dell'edizione 2010 l'arrivo a Fornaci di Barga previsto per le 18.30 in Piazza IV Novembre. Il percorso di gara misura 382,92 Km di cui 121,03 suddivisi nelle 8 prove speciali previste.
Classifica della 1° prova dei primi 5 equipaggi: 1) Luca Pedersoli-Matteo Romano (Ford Focus WRC) in 5'31"8; 2) Canatmessa-Capolongo (Abarth Grande Punto) a 4"4; 3) Re-Bariani (Citroen Xsara WRC) a 14"6; 4) Vita-Girelli (Mitsubishi Lancer EVO IX) a 19"; 5) Pisi - Pollicino (Peugeot 207 S2000) a 23"2.
Calendario Trofeo Rallies Asfalto: 12-13 marzo 33° Rally del Ciocco e Valle del Serchio; 16-17 aprile 40° rally Valle D'Aosta-Saint Vincent; 7-8 Maggio 94^ Targa Florio; 28-29 maggio 27° Rally della Marca; 11-12 giugno 26° rally della Lanterna; 25-26 giugno 34° Rally dell'Appennino Reggiano; 16-17 luglio 30° Rally Internazionale San Martino di Castrozza e Primiero; 27-28 agosto Rally Taormina-Messina 2010; 15-16 ottobre 20° Fabaria Rally - 25° rally dei Templi (Coef. 1,5).
  Fonte: messinasportiva

08. 12/03/10. Kart: a Triscina Pollicino secondo, bene anche Barrile
Sul kartodromo di Triscina (Castelvetrano) secondo posto per Gaspare Pollicino. Così ci racconta la sua gara: "Sabato iniziamo col rodaggio del motore nuovo, circa 2 turni, poi iniziamo a scegliere il rapporto giusto e a tirare per vedere se è tutto ok, ancora la pista è asciutta. Un paio di aggiustamenti al set up del kart e di nuovo in pista, stavolta montiamo le gomme nuove. Siamo circa in 4 ad ottenere lo stesso tempo ma, neanche il tempo di rientrare, che subito un acquazzone ci blocca ai box per concludere così il sabato di prove ..."- Poi la gara: "Partenza discreta anzi direi pessima, mi piazzo in seconda posizione e inizio la mia gara, ma il kart nn risponde bene e inizio a perdere contatto dal primo, poi terzo ed infine un contatto, ma nulla di che solo un paio di ruotate terminato fuori pista, rientro e concludo la prefinale 4°... Tentiamo di rimettere un set up standard cambiando assale posteriore, ed il kart diciamo che migliora, infatti riesco a rimontare subito fino alla 2° posizione, anche se il primo aveva decisamente un altro passo: concludo così la mia prima gara dell'anno in questa posizione". Punti importanti per il campionato che ha validità qualifica per l'italiano che si disputerà sullo stesso tracciato in finale unica il 17 ottobre. Bene anche Barrile V., che dopo problemi tecnici che non gli hanno permesso di entrare in pista nè nelle prove libere nè nelle qualifiche, è riuscito a chiudere 7° in classifica generale e 3° in quella under 30, positivo visto che ha percorso i primi giri della giornata direttamente in gara senza perciò poter effettuare le modifiche agli assetti opportune. (V.B.) Nella foto d'archivio: Gaspare Pollicino
CLASSIFICA TROFEO ROTAX MAX CHALLENGE SICILIA 2010 

 

07. 26/02/10. 1096 Piloti e 1111 Copiloti Rally nel Ranking IRDA
IRDA International Rally Drivers Association, è orgogliosa di comunicare che dal 01 gennaio 2009,data di start del ranking, ad oggi sono tantissimi i piloti ed i copiloti entrati a far parte dellaclassifica IRDA.
I piloti rally Italiani sono 1081, i piloti di San Marino sono 15, per un totale di 1096 piloti I copiloti rally Italiani sono 1099, i copiloti di San Marino sono 12 , per un totale di 1111 copiloti I piloti di sesso femminile entrati nel ranking IRDA sono in totale 6 ( San Marino 0 - Italia 6 ) I copiloti di sesso femminile entrati nel ranking IRDA sono in totale 203 ( San Marino 1 - Italia 202) La Percentuale di piloti di sesso femminile entrati nel ranking IRDA è solo dello 0,55% mentre è decisamente più alta la percentuale delle donne copilota, che risulta essere del 18,2% Accanto ai Ranking ufficiali IRDA sul sito è possibile creare dei ranking personalizzati con una maschera guidata, comunque sempre sulla base dei dati ufficiali.

06. 15/02/10. Inizia male la stagione di Max Costagliola
Non va bene la gara di Favara. Problemi fisici, per una contusione dolorosissima alle costole rimediata il sabato mattina nelle prove libere, hanno impedito a Massimo di guidare. In forse i test a Triscina, e forse la gara.

05. 11/02/10. I calendari delle gare 2010
CIVM - Campionato Italiano Velocità Montagna 2010
TIVM 2010 Sud  -  Trofeo Italiano Velocità Montagna
Campionato Europeo Montagna (EHC) 2010
Campionato Italiano Montagna Autostoriche 2010
Trofeo Italiano Montagna Autostoriche 2010 

04. 10/02/10. Costagliola al campionato regionale karting
P
arte questo week end, sul kartodromo Concordia di Favara , la stagione di Max Costagliola nel campionato regionale karting.
Dopo i test invernali tutto e' pronto per la sfida, che si concludera' ad ottobre, dopo nove gare che toccheranno i circuiti di tutta l'isola.
Sara' un 2010 denso di impegni per il pilota della windfire kart racing, infatti oltre le gare di regionale il programma comprende anche la partecipazione al campionato italiano open master 125 kf2.

 

03. 28/01/10. Presentata la nuova Ferrari di Formula1: la F10
 
MARANELLO, 28 gennaio 2010 - Ogni anno la presentazione della nuova Ferrari di F.1 è attesa con grande emozione dagli appassionati di motori, tifosi o meno del Cavallino. Quest'anno la suspense era ancora maggiore, l'emozione più carica. Perchè era attesa la Ferrari del riscatto, dopo un'annata poco brillante - specie nel confronto con il decennio precedente - la macchina che, con Felipe Massa e la grande novità Fernando Alonso, tornerà alla carica per il Mondiale, dovendosela vedere con avversari del calibro di Lewis Hamilton, Jenson Button e soprattutto Michael Schumacher.

Il palcoscenico della presentazione Ferrari

Benvenuto — Il responsabile del team Stefano Domenicali ha svelato il primo (piccolo) mistero: la nuova monoposto si chiamerà F10. Poi ha dato il benvenuto a Fernando Alonso e il bentornato a Massa. Oggi pomeriggio Felipe doveva percorrere i primi giri a Fiorano (per filmare uno spot) ma la neve ha messo in dubbio la prima uscita. Il brasiliano sarà comunque il primo ad affrontare un test vero lunedì a Valencia insieme alle altre squadre. Tre giorni che vedranno all'opera lui e poi finalmente lo spagnolo due volte iridato. E infine ha invitato i piloti e i collaudatori - Giancarlo Fisichella, Luca Badoer e Marc Genè - a togliere il velo alla vettura. Che è bella, con gli alettoni bianchi (come previsto) e un muso molto alto e appuntito. E ovviamente fiancate più larghe e parte centrale generosa, per il cambio di regolamento che prevede un serbatoio molto più grande rispetto al passato.

Dettagli — Il progetto, sigla interna 661, nasce con l'obiettivo di massimizzare il rendimento aerodinamico del doppio diffusore. Gli attacchi del motore alla scocca sono stati modificati ed è stata rivista la forma della scatola del cambio e il disegno della sospensione posteriore. La parte anteriore è stata sensibilmente rialzata ed è scavata nella parte centrale, in modo da ottimizzare il flusso dell'aria. L'abolizione del rifornimento ha reso necessario un serbatoio capace di contenere la quantità di carburante per terminare la gara su ogni circuito. La lunghezza della vettura è aumentata per alloggiare il nuovo serbatoio ma anche per installare radiatori più lunghi e stretti. La necessità di dover iniziare le gare con una vettura molto più pesante ha imposto una revisione dell'impianto frenante, in collaborazione con la Brembo. Per aumentare il livello di sicurezza sono state introdotte nuove prove di impatto per la centina dello schienale e per il serbatoio a pieno carico. È stato poi aggiornato il dado della ruota per aumentare la sicurezza in fase di rilascio vettura ai box. Tra le molte novità tecniche, anche l'aumento del peso minimo a 620 kg e pneumatici anteriori più stretti che dovevano incentivare l'utilizzo del Kers, sistema accantonato almeno per quest'anno. Oltre alle dimensioni ridotte, gli pneumatici 2010 avranno mescole e costruzioni diverse da quelle dello scorso anno e saranno provati solamente a partire dai test di febbraio, limitati a 15 giorni con una sola vettura in pista ciascuno: test decisivi per la conferma in pista della bontà del lavoro fatto sul fronte dei consumi, mai come quest'anno cruciali (Fonte: Gazzetta dello Sport)

02. 25/01/10. Autovetture Rally Ranking finale assoluto 2009 Italia
E' stato stilato da parte della IRDA , la International Rally Drivers Association il ranking finale Anno 2009 relativo alla classifica assoluta delle autovetture che condotte da piloti italiani hanno ottenuto il maggior punteggio in base ai risultati.
Il Ranking promosso dall’IRDA è una classifica che viene compilata attraverso un sistema a punti, i quali vengono calcolati in base all’importanza, alla difficoltà sportiva ed ai risultati dei piloti italiani , e quindi stessi parametri per le autovetture, nei rally riconosciuti da FIA e da ACI CSAI sia a livello nazionale (172 gare disputate in Italia) che internazionale (44 gare disputate all'estero). Un Ranking che vuole essere una classifica oggettiva e “super partes” .
Classifica Vetture - Prime 15 Posizioni
# Marca Tipo Gruppo Classe - Punti
1 PEUGEOT 207 SUPER 2000 - 7.268,0
2 FIAT GRANDE PUNTO SUPER 2000 - 6.904,0
3 RENAULT NEW CLIO RS R 3C - 5.158,0
4 MITSUBISHI LANCER EVO IX N 4 - 4.183,0
5 RENAULT CLIO SUPER 1600 - 3.929,0
6 RENAULT CLIO WILLIAMS FA 7 - 2.396,0
7 FORD FOCUS WRC A 8 - 2.100,0
8 RENAULT CLIO RS N 3 - 1.950,0
9 CITROEN XSARA WRC A 8 - 1.824,0
10 PEUGEOT 206 WRC A 8 - 1.726,0
11 PEUGEOT 106 A 6 - 1.405,0
12 SUBARU IMPREZA N12 N 4 - 1.048,0
13 SKODA FABIA SUPER 2000 - 1.009,0
14 MITSUBISHI LANCER EVO X N 4 - 996,0
15 SUBARU IMPREZA N14 N 4 - 900,0

I modelli di vetture entrate nel ranking IRDA nell'anno 2009 sono stati 101, le case costrutrici presenti sono 23 Il Ranking promosso dall'IRDA è incentrato su un sistema che assegna un punteggio base in funzione del piazzamento assoluto, corretto poi attraverso un sistema di coefficienti per rispecchiare la difficoltà e la lunghezza della gara e dunque l’importanza del risultato: il primo è quello della validità del rally, ad esempio una gara del Campionato del Mondo Rally ha coeff.15, una dell'Intercontinental Rally Challenge coeff. 10, del Campionato Italiano Rally coeff. 9 e così di seguito. E si tiene opportuno conto anche delle gare con più validità. Il tutto nella massima trasparenza: tutti i criteri sono facilmente verificabili nel Regolamento sul sito Internet IRDA. Nel database IRDA sono stati inseriti tutti i risultati 2009 dei Piloti e Copiloti italiani , e quindi anche delle vetture da loro condotte in tutte le gare del mondo. Per poter vedere il ranking completo è sufficiente visitare il sito www.irdassociation.com.

01. 14/01/10. Pollicino e Runfola vincono la Coppa Italia rallies
Due cefaludesi vincono la coppa Italia rallies classe R3. Sono Marco Pollicino e Marco Runfola. I due saranno premiati sabato 6 febbraio all'Hotel San Domenico Palace di Taormina dove si terrà il Gran Galà dei Rally 2009, una festa che intende esaltare il mondo del rallismo tricolore ed essere un momento d'incontro tra la CSAI e i suoi licenziati. Saranno presenti tra gli altri il presidente di ACI-CSAI Angelo Sticchi Damiani, Nel corso della serata saranno consegnati riconoscimenti ai vincitori dei Trofei e delle Coppe CSAI di categoria, dal Trofeo Rally Asfalto al Trofeo Rally Terra, dalla Coppa Italia Rallies ai combattuti Challenge di Zona, che hanno brillantemente animato la stagione agonistica 2009. Tra i premiati Elwis Chentre e la Peugeot, vincitori dei Trofei Nazionali Rallies Asfalto Conduttori e Costruttori, e Claudio De Cecco, vincitore della Coppa Italia Rallies.
Pollicino e Runfola sono i primi due cefaludesi a vincere un trofeo tricolore. Marco Pollicino in coppia con Alessio Pisi ha anche vinto la Coppa CSAI Trofeo Rally Asfalto Super 2000. Per i nostri due concittadini è la coronazione di una stagione densa di soddisfazioni che li ha portato in cima alla graduatoria del rallismo nazionale.
  (Fonte cefalunews)