C

 HOME  scrivi a: info@cefalusport.it

PRO LOCO S. AMBROGIO CEFALU' - 2017/18

08. 21/08/17. Il S. Ambrogio inizia col preparatore atletico Gaetano Buono
La Proloco quest'anno ha deciso di non sbagliare e già da questa settimana inizierà la preparazione atletica con l'aiuto professionale di un tecnico: si tratta di Gaetano Buono, un veterano nel campo della preparazione delle squadre di calcio. La sua presenza rafforzerà, di certo, l'ardua sfida che i nostri giocatori sono in procinto di affrontare e offrirà un modo diverso di interpretare non solo gli allenamenti, ma anche l'intero campionato, in stretta collaborazione con mister Papa. 
Di seguito una breve intervista.
D: Intanto Gaetano, presentati. Chi sei e cosa fai nella vita.
R: Nella vita faccio l'infermiere a Cefalù. Sono laureato all'ISEF, quindi sono un insegnante di educazione fisica.
D: E’ la tua prima esperienza? Se no, spiegaci come nasce e cresce il tuo amore per questo lavoro e cosa ti ha spinto a diventare preparatore atletico.
R: Non è la mia prima esperienza. Ho svolto il ruolo di preparatore fisico e allenatore in varie società: ASD Casteltermini, Malvello Casteltermini nel settore giovanile e in Prima Categoria; poi Lascari calcio, Aurora Rossa Campofelice, ASD Campofelice e Real Cefalù. Conto pure una collaborazione con il Bari Calcio in uno stage con il preparatore atletico Giancarlo Curione e uno stage con Terlizzi e Ciccio Galeoto, nonché mio amico, oltre, ovviamente, alla mia presenza in altri sport.
D: Qual è il tuo approccio al lavoro e quali le tue priorità?
R: Il mio approccio è quello della serietà e professionalità secondo determinati principi, quali impegno e spirito di sacrificio. La mia priorità è quella di far stare bene i ragazzi, liberandogli la mente in modo tale possano dare tanto con il fisico.
D: L’inizio della preparazione atletica estiva è alle porte. Come intendi affrontarla anche per prepararli alla prevenzione infortuni?
R: Cercherò di portare una mentalità diversa dal solito allenamento, spiegando l'importanza di alcuni movimenti e dello stretching. Secondo i principi atletici, inizieremo con un risveglio muscolare di 3 giorni, un approccio soft, per poi continuare la preparazione, basandoci su resistenza e potenza aerobica, forza esplosiva ed elastica, lavori a intermittenza.
D: Quanto conterà il tuo rapporto con mister Papa?
R: La cosa più importante in questo anno è il rapporto con il Mister: ci sentiamo spesso, ci confrontiamo e insieme costruiamo tutto.
La società è ben lieta di avere Gaetano tra le nostre fila.

07. 20/08/17. Nel S. Ambrogio arrivano 2 giovani promettenti
È ancora tempo di acquisti e oggi si ufficializza l'arrivo di juniores.
Si tratta di ORTOLEVA Christian, anno 2000, e FIORE Thomas, anno 1999.
Due giovani promesse che lo scorso anno hanno militato rispettivamente nel Cefalù Calcio e nel Real Finale.
Ortoleva, rispondendo a qualche nostra domanda, ha ribadito la grande stima nei confronti di mister Papa e spera di 《crescere e formarsi calcisticamente durante quest'avventura con la Proloco.》
Fiore aggiunge che "c'è un bel progetto che mister Papa realizzerà, portando la squadra più in alto possibile"..
A loro il nostro più caro benvenuto, augurandoci che la loro presenza nella Proloco dia i frutti sperati.

06. 19/08/17. Il S. Ambrogio confrma il gruppo Giovanissimi
Continuano i lavori in casa Proloco ed arriva anche la riconferma del gruppo Giovanissimi, alla cui guida resta mister Papa.
Ecco le prime dichiarazioni:《La crescita dei miei ragazzi è importante tanto quanto la nuova avventura con la prima squadra in Prima Categoria. Non ho mai dubitato sulla mia presenza con i giovanissimi e per questo continuerò a lavorare sempre per loro》
Come si dice? Il primo amore non si scorda mai! E per mister Gianni è amore da sempre.
 ߒ›ߖ¤
A presto per i prossimi aggiornamenti.

05. 04/08/17. Colpaccio della Proloco : Arriva Antonio Emanuele
Dopo l’annuncio della firma di Matteo Emanuele e dopo una contesa disputa tra società, si unisce al progetto ambrosiano anche il fratello Antonio, che conta un curriculum calcistico di tutto rispetto.
Antonio, cresciuto nelle giovanili del Cefalù, milita un anno tra i Giovanissimi del Finale, dove fa ritorno, qualche anno dopo, per giocare in promozione. A causa di un piccolo problema al ginocchio, è costretto a fermarsi per pochi mesi, riprendendo, però, la stagione successiva con una tanto breve quanto intensa avventura al Crotone.
 
Il ritorno tra le fila delle squadre siciliane lo porta prima in eccellenza insieme all’Orlandina, con la quale registra ben 26 presenze da titolare, poi a Castelbuono e Mistretta, con le quali vince il campionato e fa il salto di categoria.
Più recente è la sua presenza con il Lascari in prima categoria e in promozione.
Da oggi, invece, veste la maglia giallo-nera della Proloco Sant’Ambrogio Cefalù e la società è ben lieta di presentarlo con una breve intervista.

D: Ciao, Antonio. Siamo qui, all’inizio di una nuova avventura. Ci sono tante incertezze, ma tanta voglia di mettersi in gioco. Cosa ti aspetti da questo campionato?
R: Le aspettative sono tante, soprattutto perché, alla luce delle precedenti stagione delle diverse società cefaludesi, nelle quali pochissimi erano sia in rosa che in campo i locali, mentre tantissimi i forestieri, la Proloco ha una bella squadra. Ed è da parte della squadra, da parte di tutti noi, giocatori, che mi aspetto tanto. Penso anche che una punta d’orgoglio sia necessaria, perché non serve ricorrere a grandi sponsor per fare un gran campionato. In questo momento per la Proloco è indispensabile entrare nell’ottica di giocare bene e mostrare a tutta la città di Cefalù che, anche senza enormi risorse né obiettivi impensabili, si può disputare un ottimo campionato di prima categoria.

D: Cosa ti ha convinto a firmare con la squadra ambrosiana? Forse una spinta importante l’ha data mister Gianni Papa, al quale sei legato da una forte intesa?
R: Un pochino (forse molto) ha inciso la presenza di mister Gianni. Ma sono anche otto anni che non gioco più nella mia città e mi manca la sensazione di sentire il tifo e insieme le critiche (perché anche con quelle si cresce e si migliora dentro e fuori il campo) del pubblico. Non posso dire che non mi siano mancate le offerte, anche piuttosto allettanti, da parte di altre società, ma non c’è paragone con quello che si prova a scendere in campo al Santa Barbara. Tutta un’altra storia.

D: Hai militato in numerose squadre, conosciuto diverse società e vissuto appieno stagioni difficili. Cosa ti resta di tutte queste esperienze? E quali consigli ti senti di poter dare ai tuoi nuovi compagni di squadra?
R: Sì, ho giocato in molte squadre e ho conosciuto società e giocatori. Non ho consigli da dare, perché abbiamo un mister molto competente. Però una cosa voglio dirla: le partite si vincono con l’allenamento, per cui è fondamentale essere presenti, fare gruppo e mostrarsi professionali. Perché per essere dei professionisti non si deve solo giocare ad alti livelli, ma è soprattutto creare gioco, tanto è vero che il 90% del gioco si crea durante la settimana, a tutto il resto ci penserà il mister.

D: Prima di te ha firmato tuo fratello Matteo (del quale abbiamo pubblicato qualche giorno fa un’intervista ndr). Come sarà trovarselo agli allenamenti e in campo?
R: Non è la prima volta che ci ritroviamo insieme, già era successo due anni fa, nel Lascari, in prima categoria. Le sensazioni sono molte, ma non posso esprimerle con certezza perché non ho giocato molto con lui in campo, soprattutto per scelte tecniche. Anche lui con il suo carisma, la sua voglia di giocare e la sua grinta può dare tanto alla squadra. Tutto dipende dalle scelte tecniche dell’allenatore. Credo, però, che due Emanuele sono meglio che uno!

D: Ti vuoi sbilanciare con qualche pronostico in merito alla prossima stagione?
R: Sarà un campionato non difficile, ma più, perché ci sono squadre competitive, soprattutto quelle che, dopo essere scese dalla promozione, tenteranno il tutto per tutto per ritornare nella categoria di provenienza. Ciò non toglie che anche la Proloco abbia tutte le carte in regola per fare un ottimo campionato e togliersi qualche soddisfazione, lavorando con determinazione e tenacia. La gente della nostra città deve ricredersi sul calcio, perché a Cefalù si può fare questo tipo di calcio, quello fatto di buoni propositi, di ottime prestazioni, di reazioni. Abbiamo una squadra giovanissima, con tante, anzi tantissime promesse per il futuro. Abbiamo tutto il diritto per fare qualcosa di bello. E sono convinto che vivremo davvero un bellissimo campionato.
Comunicato n°5

04. 01/08/17.  Nel S. Ambrogio arriva Matteo Emanuele
L'ASD Proloco S.Ambrogio Cefalù si aggiudica le prestazioni del giocatore Matteo Emanuele.
Matteo, anno 1996, dopo una breve parentesi due anni fa con la società del Lascari, ha sempre militato nella Cefalù Calcio, fino allo scorso anno.
Gli abbiamo rivolto alcune domande.

D: Ciao, Matteo.
Hai sposato con grande entusiasmo l'ambizioso progetto della Proloco Sant'Ambrogio: cosa pensi di questa nuova esperienza e delle convincenti parole di mister Gianni Papa?

R: Penso che questa esperienza con la Pro Loco sarà fantastica, perché c'è complicità tra me e i giocatori che gia conosco.
Di mister Gianni Papa posso parlarne solamente bene, perché ha sempre portato a buon fine i suoi obiettivi e oggi firmo con la Pro Loco convinto che con lui raggiungeremo il fine prefissato. E spero di poter dare una mano!

D: L'anno scorso hai giocato nelle fila della sfortunata Cefalù calcio. Cosa ti è rimasto da questa stagione e cosa pensi di poter dare ai tuoi nuovi compagni di squadra?

R: Della stagione precedente con il Cefalù calcio mi è rimasto un grande rammarico, come anche a tutti i giocatori e al mister Minutella, semplicemente perché abbiamo lottato fino alla fine, mantenendo il primo posto sudato.
Con la Pro Loco cercherò di avere lo stesso impegno e con i miei nuovi compagni di squadra sono certo cge mi troverò molto bene, però nell'arco del tempo si vedrà !

D: Da giovane calciatore, cosa vedi nel futuro più lontano, magari sempre in relazione alla Proloco e alla città di Cefalù?

R: Da giovane calciatore dico che oggi ho firmato con la Pro Loco. Nel futuro spero di rimanerci per il semplice motivo che da Cefalù non voglio spostarmi sportivamente, per scelte personali e attaccamento al territorio!

Benvenuto, Matteo!
COMUNICATO N°4 

03. 27/07/17. Il calciatore Aiello ritorna nel S. Ambrogio
Dopo la sfortunata stagione con il Cefalù calcio in prima categoria, dove è arrivato lo scorso anno in prestito, rientra tra le fila ambrosiane il carissimo Pierluca Aiello.
Un caro bentornato al nostro difensore.
A presto per le prossime interessanti novità 
Comunicato n°3

02. 25/07/17. Il S. Ambrogio farà domanda di ripescaggioo in Prima Categoria
L'ASD Proloco S.Ambrogio Cefalù è lieta di comunicarvi che a breve sarà presentata la domanda di ripescaggio per la Prima Categoria.
La società ci tiene a precisare che continuano i lavori per rafforzare la rosa, ma vengono riconfermati tutti i giocatori che lo scorso anno ci hanno regalato grandi soddisfazioni, piazzandosi al terzo posto e raggiungendo la finale playoff contro la rivale Sant'Anna.

Con l'aiuto della guida tecnica e di tutta la dirigenza, si comincia a delineare un'altra stagione intensa. 
Rimanete in contatto per ricevere ulteriori notizie, soprattutto in merito agli acquisti work in progress.
Comunicato n°2

01. 02/07/17. Il S. Ambrogio conferma l'allenatore Gianni Papa
La società PRO LOCO SANT'AMBROGIO del presidente Filippo Serio si prepara al campionato 2017/18 con grande entusiasmo dopo la splendida stagione appena trascorsa.
Una sola certezza per adesso: la riconferma alla guida tecnica di mister Gianni Papa, che, avendo la piena fiducia della società, ha avuto nuovamente l'incarico di costruire la rosa per la prossima impegnatissima stagione.COMUNICATO n° 1

 2^ cat. S. Ambrogio - Sporting Cefalù Calendario e Risultati - TORNEO MADONIE
ALLIEVI Prov.le - Giovanissimi S. Ambrogio  - Giovanissimi e Allievi Sporting